•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 10 febbraio, 2014

articolo scritto da:

Il week end della Serie A, tra lacrime e clamorosi pareggi

Il week end della Serie A, tra lacrime e clamorosi pareggi

Inizia con le lacrime di Mario Balotelli la ventitreesima giornata di Serie A appena trascorsa, la quarta del girone di ritorno. Gli anticipi del sabato, ben tre, si sono conclusi con le vittorie casalinghe di Fiorentina (2-0 sull’Atalanta) e Udinese (3-0 sul Chievo) ma soprattutto con la vittoria del Napoli al San Paolo, un 3-1 sul Milan che al momento non lascia spiragli di ripresa in ambiente rossonero.

Il neo acquisto Taarabt illude il Milan, portandolo in vantaggio dopo 8 minuti; il Napoli pareggia con Inler 3 minuti dopo, poi sorpassa e affonda definitivamente con una doppietta di Higuain.  Super Mario Balotelli viene sostituito da Seedorf al 73′, la sua prestazione in campo è alquanto scialba, si tenta la carta Pazzini. Ed è in seguito alla sua sostituzione che Balo siede in panchina e inizia a piangere: delusione per il suo momento no in campo? Sconvolgimenti nella vita privata (ha appena riconosciuto sua figlia Pia, avuta da Raffaella Fico)? Ad ogni modo quello che abbiamo visto sabato sera è un Balotelli più umano.

le lacrime di Balotelli dopo la sostituzione

Le lacrime di Balotelli dopo la sostituzione.

La giornata prosegue con il match delle 12:30 della domenica: il Torino perde in casa contro il Bologna (1-2).

Alle 15 in campo la capolista Juventus (a Verona) e Lazio-Roma per il derby della capitale. La Juventus chiude il primo tempo con ben 2 reti di vantaggio sul Verona; nel secondo tempo cala vistosamente, sbaglia, è distratta e si fa raggiungere, lasciando che la partita si concluda sul 2-2. Conte fa debuttare in campo anche il neo acquisto Osvaldo, che entra al 66′ ed esordisce prendendo quasi subito un palo che impedisce alla palla di entrare in porta.

L’esordio in maglia bianconera di Osvaldo

L’esordio in maglia bianconera di Osvaldo

Il pareggio della Juve è mitigato dallo 0-0 finale con cui si conclude il derby capitolino. Lazio e Roma si portano a casa 1 punto ciascuna. Un punto che se può andar bene ai biancocelesti, certo lascia l’amaro in bocca ai giallorossi (andati anche in vantaggio con Gervinho, gol annullato per fuorigioco), che in classifica avrebbero potuto avvicinarsi alla Juventus.

Il gol annullato a Gervinho nel derby della capitale

Il gol annullato a Gervinho nel derby della capitale

La giornata si conclude con il posticipo serale Inter-Sassuolo. I nerazzurri tornano alla vittoria, vincendo 1-0 al Meazza. Ad andare in gol Samuel al 48′, che sfrutta un assist di Hernanes. Tra gli altri risultati: Sampdoria-Cagliari (1-0), Parma-Catania (0-0), Livorno-Genoa (0-1).

In classifica nessun movimento rilevante per ciò che riguarda la vetta. I pareggi di Juventus e Roma lasciano invariato il distacco tra le due squadre (Juve sempre a +9 sulla Roma). E’ invece il Napoli a guadagnare 2 punti in terza posizione e a portarsi a -4 sui giallorossi. Bene anche la Fiorentina, al quarto posto con 44 punti; Inter e Verona appaiate a quota 36. Il Milan è sempre a metà classifica, con 29 punti.

 




Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

1 Commento

  1. Piero Corallo ha scritto:

    E chi se ne frega dove lo metti!!

Lascia un commento