•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 21 febbraio, 2014

articolo scritto da:

M5S: assemblea per valutare espulsione dissidenti

Non è passata inosservata la critica formulata dai quattro senatori del Movimento Cinque Stelle – Lorenzo Battista, Fabrizio Bocchino, Francesco Campanella e Luis Alberto Orellana – all’atteggiamento tenuto da Grillo nel faccia a faccia con Renzi.

Come annunciato da Maurizio Santangelo – capogruppo del M5S al Senato – la prossima settimana si riunirà l’assemblea di tutti i parlamentari grillini, per valutare se proporre l’espulsione dei quattro senatori dissidenti in base ad un’eventuale violazione del Codice di Comportamento degli eletti del Movimento. Tale proposta dovrà poi essere ratificata dalla Rete, tramite una votazione sul portale del M5S da parte di tutti gli iscritti al Movimento.

La decisione è solo l’ultima di una serie di reazioni negative alle opinioni espresse dai quattro dissidenti. Un tweet di Beppe Grillo ha sottolineato come Orellana sia stato “sfiduciato dal territorio”, riprendendo le aspre critiche formulate dal meet-up di Pavia nei confronti del senatore, accusato di aver effettuato “esternazioni non condivise dalla base”. D’altronde, la scelta di criticare l’atteggiamento di Grillo nel faccia a faccia con Renzi – “forse è stato un po’ troppo prepotente” – pur condividendo la sfiducia di fondo nei confronti del leader del PD, è stata solo l’ultimo intervento ritenuto fuori dalle righe.

orellana

Già in passato Orellana ha spinto a più riprese per cercare un dialogo con le altre forze parlamentari, ricevendo accuse di “scilipotismo” e meditando di abbandonare il Movimento. Non più tardi di una settimana fa invece – in compagnia degli altri “dissidenti” – aveva affermato la necessità di non operare “chiusure preventive”, stigmatizzando la strategia del “muro contro muro”.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è però stata la critica all’atteggiamento di Grillo nell’incontro con Renzi, che ha scatenato la rete e portato alla pubblicazione di un post sul blog di Grillo intitolato emblematicamente “Fuoco amico” in cui si accusava i quattro dissidenti di non avere alle spalle un consenso diretto per potersi permettere un tale atteggiamento, criticando anche il loro silenzio contro i tagli operati dalle tv allo streaming in questione.

Ad oggi pare non ci siano spiragli per ricomporre la frattura, nonostante si mormori di un tentativo del “dissidente” Campanella di avere un confronto diretto con Grillo e Casaleggio, pur ribadendo la necessità di un progetto “senza padrini e padroni”. Lo stesso Orellana stigmatizza la dottrina del “pensiero unico” e spera che non si arrivi allo scontro finale.

I “lunghi coltelli” interni al M5S ovviamente non lasciano indifferente i parlamentari fuoriusciti, che colgono l’occasione per invitare la base a prendere coscienza dell’organizzazione poco democratica del Movimento. D’altronde, questa sarebbe la terza procedura di espulsione in poco meno di un anno, dopo il siluramento dei senatori Mastrangelicriticato per aver partecipato a dei talk show – e Gambaro, accusata di aver criticato duramente il leader genovese.

Redazione




Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

Donnie Trumpo

Donnie Trumpo

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

11 Commenti

  1. Gallo Bernardino ha scritto:

    Ma si fuori tutti! W la libertà di opinione!

  2. Miriam Cipriani ha scritto:

    IN CASA 5stalle, LA DEMOCRAZIA è la prima regola, seconda la libertà di espressione.

  3. Vincenzo Denisi ha scritto:

    I DISSIDENTI………«Durante l’assemblea provinciale tenutasi a Pavia il 7 febbraio nel confronto col portavoce Orellana- si legge- è emerso un generale e consolidato stato d’insoddisfazione da parte dei gruppi per la persistente assenza del senatore dal territorio e lo scarso confronto con gli attivisti locali, nonchè l’inopportunità delle sue continue critiche mediante stampa e TV nazionali, lesive dell’immagine dei portavoce e degli attivisti impegnati sul campo, suoi stessi elettori».
    Il comunicato del Meet Up: «Dissidenti danneggiano il Movimento»
    «La martellante campagna coordinata dai 4 senatori 5 stelle sugli organi di informazione nazionali crea una grave lesione a tutto il MoVimento 5 Stelle ed ha raggiunto limiti che non siamo più disposti a tollerare- prosegue il comunicato dei gruppi del territorio- i gruppi della provincia hanno avanzato al senatore Orellana due richieste: avviare contatti e confronti più frequenti con gli attivisti locali e rendere costruttive le eventuali critiche personali attraverso una condivisione e dibattito all’interno del gruppo parlamentare dei senatori M5S.
    A queste richieste, Orellana ha pubblicamente risposto dando la disponibilità ed assumendosi l’impegno ad ottemperarle, impegno che purtroppo è stato disatteso con nuove esternazioni non condivise dalla base, frutto del suo pensiero personale ed espresse ai mass media in qualità di Senatore (vedi link Agorà, Espresso, Messaggero)». Pertanto, «i gruppi del MoVimento 5 Stelle del territorio della Provincia di Pavia prendono ufficialmente le distanze dalle dichiarazioni e dalle azioni a titolo politico o personale di Luis Alberto Orellana, non riconoscendo più in lui un portavoce affidabile e rapprese..TUTTI A CASA I 4 CERVELLONI MA NON SI RICORDANO PRIMA DELLE ELEZIONI IL NOSTRO URLO? TUTTI A CASA ALLEANZE ZERO?SI DEVONO SOLO VERGOGNARE E DARE LE DIMISSIONI………….

  4. Marco Rosa Salva ha scritto:

    E’ un fatto curioso: espellerli ora significa spingerli a votare la fiducia al governo. Senza voler far della dietrologia, mi chiedo se Grillo ha ben valutato che questo è un grosso aiuto a Renzi (che in senato ha qualche difficoltà).

  5. Pingback: Movimento 5 Stelle sfiducia Orellana«Non è affidabile né … – Corriere della Sera | Ultime Informazioni e Notizie

  6. Fernando Bianchi ha scritto:

    Belle lascialo andare senza troppe complessità, si sarà venduto per la solita mazzetta come fan tutti i parlamentari.

  7. Fernando Bianchi ha scritto:

    …..o per una poltrona

  8. Francesco D'Angelo ha scritto:

    espellerli e’ solo un favore che fanno a renzie

  9. Lorenzo Gabrielli ha scritto:

    gli mancavano giusto 4 voti a renzi

  10. Vanni Mircoli ha scritto:

    Cacciateli !!! Lo hanno detto Grillo e casaleggio , e voi M5S non volete ubbidire ???? Ma come avete chiesto a grillo di andare a colloquio con renzi ,e lui lo ha fatto !!! non ha neanche detto un vaffanculo, Ha esposto tutti i programmi dei 5s , …dai ubbidite sudditi !!!

  11. Vanni Mircoli ha scritto:

    Ancora non hai capito quanto è stronzo grillo ????

Lascia un commento