•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 23 febbraio, 2014

articolo scritto da:

Marò, l’India sfida l’Italia “Andremo avanti con le leggi indiane”

Maro, Unione Europea Inaccettabile vedere lItalia come un Paese terrorista

Il ministro della Difesa indiano A.K. Antony ha negato che vi siano cedimenti del governo riguardo al processo dei marò. “Stiamo andando avanti su questa vicenda in base alle leggi indiane”. Ha poi assicurato che “non c’è spazio per compromessi e non faremo marcia indietro, saranno processati con le leggi del nostro Paese”. Antony, che è originario del Kerala, Stato dove è avvenuto l’incidente il 12 febbraio 2014, ha risposto così alla domanda di un giornalista che gli chiedeva se il governo stesse ammorbidendo la sua posizione dopo che il ministero della Giustizia aveva sposato l’opinione del ministero degli Esteri sulla inapplicabilità della legge per la repressione della pirateria (Sua Act). Il ministro ha concluso sostenendo che comunque la decisione viene trattata dai ministeri dell’Interno e degli Esteri. Domani pomeriggio il procuratore indiano G.E. Vahanvati dovrebbe presentare alla Corte Suprema la soluzione trovata dal governo per processare i due Fucilieri di Marina

I neo ministri degli Esteri e della Difesa Federica Mogherini e Roberta Pinotti hanno assicurato ai due militari la “determinazione a fare tutto il possibile per riconsegnarli quanto prima alle loro famiglie. Siete il mio primo pensiero e il primo del nuovo governo”.




Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

12 Commenti

  1. Federico Maestri ha scritto:

    A me sta bene esser pazienti e comprensivi, nonchè prudenti, ma ora ‘st’indiani hanno veramente rotto il cazzo.

  2. Margherita Simoni ha scritto:

    mantenere due esseri in attesa di fucilazione è perfino peggio di fucilarli…

  3. Michelangelo Turrini ha scritto:

    fuori gli attributi! Andarseli a prendere con la forza, con un blitz militare.

  4. Stefano Zappa ha scritto:

    l italia non ha il nucleare l india si…….e vi siete lamentati per l acquisto degli f35……ma sai quello che scrivi??’

  5. Daniel Rueda Hernandez ha scritto:

    Anche noi, !! Rimarranno li vita natural durante se non parte un blitz per liberarli.

  6. Luca Argalia ha scritto:

    Sti cazzo di Indiani

  7. Sergio Jí Ào Radano ha scritto:

    hanno ragione, sono due assassini, hanno ammazzato due civili innocenti, devono pagare.

  8. Stefano Lauretta ha scritto:

    blitz militare? sono la quarta potenza mondiale e tu vuoi fare un blitz? è come una partita di calcio tra la juve contro il pizzighettone.

  9. Mattia Orlandi ha scritto:

    Sì, ma non erano in acque indiane. Quindi se fossero colpevoli li dovremmo giudicare noi

  10. Sergio Jí Ào Radano ha scritto:

    Se fossero? certo, sono colpevoli, su questo non c’è dubbio. Se non erano in acque indiane, ancor meno in acque italiane, dunque… hanno ucciso due persone innocenti, due indiani, non due italiani, mi sembra ovvio che i parenti, le famiglie delle vittime e l’India in generale, vogliono giustizia. e chi ha sbagliato è giusto che paghi.

  11. Michelangelo Turrini ha scritto:

    certo che so quello che scrivo Stefano. La realtà è che abbiamo un assetto governativo (qualunque esso sia) ridicolo. Un blitz si può fare se solo lo volessimo, ma appunto non lo si vuole per non “turbare” gli interessi di taluni industriali…

  12. Michelangelo Turrini ha scritto:

    non serve scatenare una guerra per mandare un gruppo scelto a riprendersi i soldati.

Lascia un commento