•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 24 febbraio, 2014

articolo scritto da:

Prodi ad Agorà: “Io al Colle? No, the game is over”

Tranquillo e sorridente. Romano Prodi non appare mai troppo deluso dalle vicissitudini politiche del paese che, in tempi non troppo lontani, ha guidato. Eppure gli elementi per rammaricarsi, ci sarebbero eccome. Specialmente dopo quel funesto 19 aprile in cui venne impallinato da 101 (si dice 120) franchi tiratori che sbarrarono la sua corsa al Quirinale. “Io al Colle? No, come si dice, the game is over, la gara è finita: sono tutti giovani, tutti nuovi, quindi uno deve capire quando è il proprio tempo e quando il proprio tempo è passato”. Ha risposto così il fondatore dell’Ulivo ai microfoni di Agorà intercettato questa mattina a passeggio nella sua Bologna.

Nonostante la pensione, il professore non si tira mai indietro alle domande dei cronisti. I suoi giudizi sono taglienti e spesso elargisce, senza mezzi termini, complimenti o disappunto verso i politicanti dei palazzi romani. E la sua voce rimane ancora una delle più ascoltate all’interno del Partito Democratico. “Non ho smentito di essere stato chiamato come ministro dell’Economia, ho solo detto come sono andate le cose: non sono stato chiamato” liquida rapidamente e sul governo Renzi dice: “se le cose vanno bene, durerà certamente fino al 2018, ma il problema è che le cose vadano bene perché non è che siamo messi bene, gli impegni sono tanti sia in Italia che in Europa” ma “dando credibilità ai provvedimenti, i mercati internazionali l’apprezzeranno subito”.

Cosa pensa del così alto numero di emiliani al governo? “Ce ne vorrebbero di più di emiliani, no? Un governo di venti emiliani sarebbe bellissimo” ironizza ma poi, pur non nominando mai il nome “Matteo Renzi”, arriva la stoccata: “Non c’è nessun paese al mondo in cui i talk show abbiano così tanto spazio” e di conseguenza “lo spettatore è portato ad analizzare la parte non sostanziale ma apparente della politica. Tutti dicono se sia stato più bravo l’uno o l’altro politico, analizzando la sua capacità di attore e non i contenuti”. Infine “i leader migliori che ho conosciuto sono stati quelli con una meravigliosa capacità di semplificare e di rispondere alle domande con un sì o con un no”.

 

Giacomo Salvini




Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

6 Commenti

  1. Giovanni Moreno ha scritto:

    Mammeglio!

  2. Massimo Bagnoli ha scritto:

    Sappiamo tutti che non è così, che al colle andrebbe a piedi, ma da queste parole si capisce che oltre ad essere permaloso e’ una persona estremamente vendicativa un DC doc

  3. Matteo Busoni ha scritto:

    Ma chi ti ci vuole!!!

  4. Nicola Schino ha scritto:

    Falso, andrebbe non a piedi ma strisciando

  5. Elisa Agostini ha scritto:

    Meno male! !

  6. Antonio Galati ha scritto:

    Prodi nega ma son sicuro che farà i salti mortali per farsi eleggere Presidente della Repubblica! Di lui non mi fido per niente!

Lascia un commento