•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 26 febbraio, 2014

articolo scritto da:

Napolitano consiglia Renzi “Riformare il titolo V della Costituzione”

Giorno della Memoria, Napolitano

“Non credo che dobbiamo ridurre lo sforzo in campi legati alla politica europea”. A dirlo è Giorgio Napolitano, durante la visita di oggi a Catania. “Al di là del cambiamento di governo – spiega il capo dello Stato – ci vuole una continuità di sforzo, come nel piano di utilizzo dei fondi europei”. E ancora: “Ora, è un problema che è diventato con il tempo emblema anche di un cattivo comportamento dalla parte delle regioni, spesso responsabili di atteggiamenti di inerzia. Occorre allora correggere qualcosa di profondo”.

Il presidente ha poi invitato il governo a riformare il titolo V della Costituzione. “Non a caso il nuovo governo Renzi, ha scandito il suo grande impegno per la riforme del titolo quinto”, sulla base del quale si poggia tanta della autonomia delle regioni come anche delle loro responsabilità. “E’ un caso eccezionale perchè si tratta di una riforma della riforma, e già una riforma è una cosa difficile”.

“C’è infatti – continua – una acuta necessità di correzioni e di riequilibri, e quindi l’impulso innovatore non deve venire meno, come anche quello nei confronti dell’Europa. Ad esempio lo sforzo compiuto per recuperare in extremis i fondi europei del periodo 2008-2013 deve essere portato fino in fondo ed ottenere il massimo sostegno per i fondi riguardanti il periodo 2014-2020” ha concluso Napolitano.




L’attacco di Raggi al governo – CLICCA IL VIDEO

L'attacco di Raggi al governo

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Salvini: "Il centrodestra è morto". Secondo voi il segretario leghista ha...

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

Qui si fa il Jobs Act o di muore

Qui si fa il Jobs Act o di muore

articolo scritto da: