•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 1 marzo, 2014

articolo scritto da:

Mario Coluna: un mito del calcio (e non solo)

coluna

Si terranno nei prossimi giorni a Maputo, con tutti gli onori i funerali di Mario Coluna, grande calciatore nato nella capitale mozambicana e compagno di squadra di Eusebio nel Benfica e nel Portogallo. Nel Portogallo perché questo piccolo paese europeo, quando Coluna e Eusebio giocavano, era ancora la “Madre-Patria” delle colonie africane di Angola e Mozambico, appunto.

Mario Coluna è morto per una infezione polmonare pochi giorni dopo Eusebio. Ma questi due grandi calciatori si distinsero per il fatto che Coluna, dopo l’indipendenza del suo paese, nel 1975, volle tornare a viverci. E ci restò nonostante la guerra civile che terminò solo nel 1992.

coluna

Non era una scelta scontata, anzi. Mario Coluna aveva certamente la possibilità di una carriera in Europa anche dopo avere lasciato il calcio, invece scelse di diventare cittadino del Mozambico, diventando poi selezionatore della nazionale di calcio e ministro dello sport.

In Mozambico era diventato un personaggio amato e rispettato. La notizia della sua morte è stata data in TV ed ha paralizzato il paese. Sono state ritrasmesse le immagini in bianco e nero delle finali di coppa dei campioni vinte dal Benfica nel 1961 e nel 1962. Vittorie che il Benfica poteva ascrivere ai suoi eroi mozambicani mentre le altre squadre europee, dopo le indipendenze africane, non potevano più contare sui giocatori delle colonie.

Coluna ed Eusebio giocarono e furono protagonisti anche qualche anno dopo, nel 1966, quando il piccolo Portogallo, impero in declino, riuscì ad ottenere uno storico terzo posto ai mondiali di calcio che si giocavano in Inghilterra.

Raffaele Masto


Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

La colazione dei cavalieri

La colazione dei cavalieri

articolo scritto da: