•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 6 marzo, 2014

articolo scritto da:

Crisi Ucraina, esordio europeo per Renzi

ucraina esordio europeo per renzi

Dall’Ucraina non arrivano buone notizie: la tensione resta alta sul Mar Nero e la diplomazia sembra impantanata.

Ieri a Sinferopoli si è temuto che Robert Serry, inviato ONU, fosse stato rapito.

In seguito la notizia sarebbe stata ridimensionata: minacciato da uomini armati, avrebbe riparato in un negozio di alimentari, per poi lasciare la capitale della Crimea.

La missione affidatagli da Ban Ki-Moon continuerà da Kiev, visto che nella regione la situazione potrebbe velocemente evolversi e riscaldarsi.

Il Parlamento della Crimea, in queste ore, ha votato e approvato all’unanimità l’adesione della regione alla Federazione Russa: inoltre è stata formalizzata la convocazione del referendum popolare, previsto per il 16 Marzo, che dovrà confermare o meno la decisione.

Ai cittadini della regione, in maggioranza russi e filo-russi, verranno date due possibilità: tornare alla Costituzione del 1992 – che prevede di regolare il rapporto con l’Ucraina in base a specifiche condizioni – o, appunto, aderire alla Federazione Russa.

Nel frattempo a Mosca si pensa a una norma che renda più facile l’acquisizione della nazionalità russa: ci vorranno tre mesi e basterà aver vissuto in Russia o in Unione Sovietica.

Intanto il governo di Kiev prova a riconquistare delle posizioni: a Donetsk, la città dell’ex Presidente Yanukovich, è stato arrestato dai servizi segreti Pavel Gubarev, insieme a 70 suoi sostenitori, che aveva occupato la sede del governo regionale e si era autoproclamato governatore.

Proprio contro Yanukovich, oggi, sono state rese efficaci le prime sanzioni da Bruxelles. L’Unione Europea ha confiscato i beni dell’ex Capo di Stato ucraino e di altre 17  personalità legate all’ex governo di Kiev per 1 anno.

A Bruxelles oggi si riunisce anche un Consiglio Straordinario durante il quale farà il suo esordio come premier Matteo Renzi: la discussione verterà sugli aiuti economici per l’Ucraina da versare nei prossimi due anni e sulle sempre più probabili sanzioni nei confronti della Russia.

renzi vola a bruxelles per vertice ucraina

A Roma, invece, altro importante incontro diplomatico che vedrà protagonisti il Segretario di Stato americano, John Kerry, e il Ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov, oltre agli omologhi di Francia, Germania e Spagna: l’occasione prevede una conferenza sulla Libia, presieduta dal Ministro Mogherini, ma sicuramente sarà la questione ucraina a tenere banco.

Guglielmo Sano



L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

2 comments
JonathanFabio
JonathanFabio

voglio proprio vedere renzi che accetta di pagare milioni al ucraina, e si sobbarca il costo delle sanzioni. sarebbe la fine per l italia

Michelangelo Turrini
Michelangelo Turrini

il servo dei poteri forti a colloquio con la padrona, per ricevere disposizioni e ordini per il governo Renzi/Merkel.