•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 8 marzo, 2014

articolo scritto da:

Presentazione dell’ottava giornata di ritorno di Serie A

Presentazione dell'ottava giornata di ritorno di Serie A

Sarà il Milan, in trasferta ad Udine sabato alle ore 18:00, ad aprire l’ottava giornata di ritorno del campionato di Serie A. Il sabato calcistico proseguirà con il posticipo delle 20:45 che vedrà opporsi Catania e Cagliari, il pranzo della domenica invece verrà piacevolmente accompagnato dall’anticipo di lusso delle 12:30 tra Juventus e Fiorentina. Sei sono le partite che si svolgeranno alle 15:00, mentre la giornata si chiuderà sempre domenica sera alle 20:45 con uno scoppiettante Napoli-Roma.

Che nella testa di Seedorf ci sia la sfida di Madrid è comprensibile e visibile dalla mancata convocazione di giocatori fondamentali per lo scacchiere milanista come De Jong, Poli e Rami. Probabile un turno di riposo anche per Kakà, mentre Balotelli, recuperato, si accomoderà in panchina pronto ad una staffetta con Pazzini. Occasione imperdibile per gli uomini di Guidolin che, privi del solo Danilo e vogliosi di ritornare al successo dopo lo stop con il Cagliari, promettono battaglia ai rossoneri che sembrano ormai credere poco nel campionato e più al prestigio europeo.

Udinese-Milan

Udinese-Milan aprirà l’ottava giornata di ritorno. A Udine, alle 18, Seedorf cercherà di battere l’Udinese reduce dalla batosta di Cagliari.

La vittoria casalinga per 3-0 contro l’Udinese ha dato al Cagliari grande tranquillità allontanando i sardi dalla bagarre per evitare la retrocessione. Catania-Cagliari dunque si prospetta un match in cui i padroni di casa daranno tutto per ottenere i 3 punti, fondamentali per credere ancora alla permanenza nella massima divisione.

La Juventus sembra avere già lo scudetto in tasca, ma gli uomini di Conte non hanno intenzione di abbassare la guardia soprattutto contro i rivali storici della Fiorentina. Privi di Pirlo, squalificato, la Juventus schiererà i titolarissimi per vendicare la sconfitta dell’andata. In casa viola invece, oltre ad un morale basso dovuto alle ultime cattive prestazioni, c’è molta delusione: si sperava nell’annullamento della squalifica di Borja Valero, ma il giudice sportivo ha solamente applicato lo sconto di una giornata e di conseguenza il centrocampista spagnolo tornerà a disposizione per la partita contro il Napoli. Per il patron Della Valle questa è stata una “sconfitta per il calcio”. Sarà David Pizarro a prendere il posto di Borja Valero in regia.

Furia Della Valle

Andrea Della Valle: “La sconfitta del calcio”.

Bologna-Sassuolo è il classico scontro salvezza, entrambe le squadre necessitano dei 3 punti e si daranno sicuramente battaglia. Il Bologna arriva a questa sfida senza Kone, infortunato, e senza gli squalificati Cristaldo e Morleo. L’attacco sarà affidato a Rolando Bianchi. Il Sassuolo invece cerca la carica dal ritorno in panchina di mister Eusebio Di Francesco, la guida di Malesani è durata poche partite nelle quali si sono viste soltanto sconfitte e un Domenico Berardi spento e fuori dal gioco. Ritroverà domenica la sua vena realizzativa?

Anche il Chievo, coinvolto nella rincorsa alla salvezza, avrà necessario bisogno dei 3 punti casalinghi, ma con il Genoa in forma strepitosa e con la salvezza ormai in tasca non sarà di certo facile. I veronesi si presentano all’appuntamento privi di Dramè e con Thereau in dubbio mentre i rossoblù dovranno sopperire alle assenze degli squalificati Burdisso e Bertolacci.

Walter Mazzarri

Impegno difficilissimo per l’Inter contro il Torino.

C’era una volta mister X, Roberto Mancini, e ad oggi sembra Walter Mazzarri il più indicato a raccoglierne l’eredità: 11 i pareggi in campionato dell’Inter, ben 6 in casa. Contro il Torino, in piena emergenza difensiva (Glik, Bovo e Maksimovic squalificati, Pasquale e Masiello infortunati) ma con Cerci e Immobile in forma nazionale, sarà necessaria una vittoria per scacciare i tanti fantasmi che aleggiano su Appiano Gentile. Si rivede dal primo minuto Hernanes, completamente ristabilito, e Icardi si riconferma al fianco di Palacio. Unico dubbio a centrocampo con il ballottaggio Guarin-Alvarez.

Non facile il compito della Lazio in casa con l’Atalanta, entrambe vengono da una vittoria importante e vorranno sicuramente riconfermarsi. Per i biancocelesti gli unici dubbi sono legati alla presenza di Mauri e Ledesma, acciaccati, mentre i bergamaschi si presentano all’Olimpico al gran completo, con Cigarini di nuovo presente tra i titolari.

Cassano-Amauri

Cassano-Amauri: che coppia!!!

Al gran completo anche Parma e Verona, due delle più grandi sorprese di questo campionato. Protagoniste di un periodo magico, al Tardini andrà in scena sicuramente una delle partite più belle e combattute del pomeriggio domenicale che vedrà in palio dei punti importantissimi per l’Europa. Amauri-Cassano da una parte, Toni-Iturbe dall’altra. Non resta che goderci lo show.

Altra squadra in “magic moment” è la Sampdoria di Sinisa Mihajlovic che, fresco della vittoria in trasferta a Torino e del lusinghiero paragone con Vujadin Boskov da parte del presidente Garrone, cercherà di riconfermarsi tra le mura amiche contro il Livorno in cerca di punti salvezza e particolarmente in fiducia dopo il pareggio casalingo contro il Napoli. Il mister blucerchiato si affida alla coppia gol Gabbiadini-Maxi Lopez, mentre nel Livorno il tandem d’attacco sarà composto da Belfodil e il sempre più bomber Paulinho.

Napoli-Roma

Napoli-Roma: ci si rivede, dopo pochissimo!

Napoli-Roma ha tanto l’aria di un revival. Il posticipo domenicale promette tanto spettacolo, con i giallorossi che vorranno vendicare il 3-0 che li ha eliminati dalla Coppa Italia. La squadra di Benitez viene da due pareggi consecutivi e l’umore a Castel Volturno non è dei migliori, i tifosi chiedono a gran voce una grande prestazione e la squadra, che scenderà in campo senza assenze, è pronta a rispondere presente. Tra le fila capitoline ancora assente per infortunio capitan Francesco Totti e per squalifica Daniele De Rossi, il cui posto verrà preso dal belga Nainggolan, fresco di prima segnatura in nazionale.





Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da: