•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 12 marzo, 2014

articolo scritto da:

Crisi Ucraina: Yatseniuk da Obama. Turchinov: “non invieremo truppe in Crimea”

referendum crimea

“Sosteniamo l’Ucraina, il popolo ucraino e la legittimità del nuovo governo di Kiev” così ha detto Jay Carney, il portavoce della Casa Bianca, a margine dell’incontro di oggi tra Obama e il premier Yatseniuk.

Joe Biden, vice-presidente USA, è tornato dalla missione in America Latina per essere presente all’incontro, Il Segretario di Stato John Kerry sosterrà, col Premier ucraino, un incontro separato: intanto, il Congresso, ha approvato una risoluzione che condanna le violazioni russe della sovranità territoriale ucraina e chiede il boicottaggio del G8 di Sochi.

yatseniuk

“Questa risoluzione è una parte importante del più ampio sforzo per aiutare l’Ucraina e far pagare dei costi reali alla Russia” ha detto Ted Royce, repubblicano californiano e Presidente della Commissione Esteri, che ha poi aggiunto come, “in termini chiari ed evidenti”, il testo evidenzi l’importanza per gli Stati Uniti di un’Ucraina democratica e prospera, oltre che territorialmente integra.

I deputati americani chiedono alla Russia di ritirare tutte le sue forze militari in Crimea, escluse quelle presenti in virtù del trattato del 1997.

Nel frattempo il primo ministro della Crimea Aksenov ha annunciato che domenica prossima, durante le votazioni che potrebbero ufficializzare il passaggio della Crimea alla Federazione Russa, verrà chiuso lo spazio aereo per motivi di sicurezza: i voli verso l’aereoporto di Sinferopoli sono già stati parzialmente limitati, lo ha annunciato il vice-premier crimeano Temirgalyev, per evitare l’arrivo in massa di “provocatori” da Kiev.

turcinov

La Crimea è sempre più lontana da Kiev: il presidente ucraino ad interim Turcinov ha di fatto alzato bandiera bianca.

“L’Ucraina non invierà il suo esercito in Crimea per evitarne la secessione perché in quel caso lasceremmo scoperti i nostri confini orientali, dove la Russia ha già ammassato significative unità corazzate – ha spiegato Turcinov – ci stanno provocando per avere una scusa per intervenire in Ucraina, ma non seguiremo il copione scritto dal Cremlino”.

Guglielmo Sano


Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

1 Commento

  1. Umberto Banchieri ha scritto:

    Un’altra pagina buia di negazione del diritto internazionale e di referendum farsa sotto il giuoco delle armi si va consumando.
    Spero solo che per le minoranze (che insieme compongono il 50% della popolazione della Crimea) non ci siano troppi problemi, ma dato l’afflusso di ultranazionalisti russi e delle politiche in vigore in Russia non ho troppo da sperare…

Lascia un commento