•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 17 marzo, 2014

articolo scritto da:

Indipendentisti all’opera: “Veneto come Crimea”

La Crimea, evidentemente, sta facendo scuola. Almeno a dare un’occhiata alla discutibile iniziativa del comitato indipendentista veneto plebiscito.eu, che ha lanciato online un referendum per trasformare il Veneto in una “Repubblica federale” indipendente dallo Stato italiano.

Le votazioni, completamente autogestite, sono iniziate ieri e si concluderanno il 21 marzo prossimo, attirando l’attenzione anche di alcuni media internazionali: la tv statale russa Vesti 24 ha trasmesso un servizio sul referendum, mentre la Bbc ha pubblicato un servizio sul proprio sito, paragonando il caso Veneto con quello del referendum che si terrà a settembre in Scozia.

Nonostante una consultazione di questo tipo, completamente autogestita, non possa avere alcuna valenza reale, sarebbe, se confermato, molto significativo il dato che il comitato referendario ha diffuso ieri: “Alle 18.30 di oggi (ieri, ndr) votato poco più di 430.000 veneti, oltre l’11,50% degli aventi diritto al voto“. I risultati sono facilmente prevedibili.

veneto

Punta di diamante dei “venetisti” è Alberto Morosin, fondatore e il leader di Indipendenza veneta, un indipendentista ma non leghista, come tiene a specificare lui stesso e come è messo nero su bianco in quello che è ormai il testo “ideologico” del Veneto indipendente, un libro serio e documentato che lo stesso Morosin ha intitolato semplicemente “Autodeterminazione”, una parola che associa immediatamente il caso veneto a quello scozzese e catalano.

In ogni caso il movimento indipendentista veneto è tutt’altro che slegato dalla Lega Nord, sempre molto forte in regione. Il Carroccio, infatti, riscoprendo il tema, ha mobilitato la sua rete territoriale per fare pressione sul consiglio regionale e, indirettamente, anche sulla giunta guidata da Luca Zaia.

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

39 Commenti

  1. Gian Paolo Rapone ha scritto:

    buffoni

  2. Federico Quattranni ha scritto:

    Addio

  3. Francesco Forbino ha scritto:

    Sì, solamente che questi ormai non hanno un cazzo di nessuno che se li annetta. Stanno con le pezze al culo.

  4. Luca Argalia ha scritto:

    Hahahahah si si fallo il referendum

  5. Marco Giurgola ha scritto:

    chiamate la neurodeliri…

  6. Giovanni Zonno ha scritto:

    Andate a cacare

  7. Antonio Petruzzo ha scritto:

    chiederanno annessione alla Russia? LOL

  8. Annamaria Cesini ha scritto:

    Ma prima restituissero tutti i soldi che si sono mangiati quelli del nord!

  9. Tommaso Voto ha scritto:

    Buffonate

  10. Stefano Zappa ha scritto:

    ma sinceramente non ci vedo nulla di male: il referendum è uno strumento democratico, dà voce alla gente…..ma ciò che conta è che i promotori sappiano, che un eventuale veneto indipendente, che ciò significherebbe diventare una colonia straniera (della germania) come nel passato…..la storia insegna piccolo=debole

  11. Renato Visentin ha scritto:

    siete fuori di testa io sono veneto ,ma prima italiano

  12. Fred Ferri ha scritto:

    Gli si può solo ridere in faccia

  13. Piergiuseppe Ruga ha scritto:

    Cari amici veneti, eravate un grande popolo. Poi avete fatto i soldi e siete diventati i peggiori, non avete fatto del bene a nessuno. Vi siete creduti insuperabili e avete snobbato tutti. Altro che annessione. Sperate di non aver mai bisogno degli altri popoli perché allora si vi accorgerete di quanto siete malvisti.

  14. Barbara Romana ha scritto:

    Beati i veneti

  15. Sandro Maranga ha scritto:

    è questo il fatto: noi non abbiamo bisogno di nessuno!

  16. Gabriele Zoffoli ha scritto:

    Io li annetterei alla Repubblica di San Marino 🙂

  17. Lamberto Giusti ha scritto:

    Ci mancavano gli idioti nazionali…

  18. Francesco Fantini ha scritto:

    Prego, quella è la porta …

  19. Dottor Zmorg ha scritto:

    Malati di mente ed esasperati dalle circostanze. Figure tragicomiche, questo sono.

  20. Salvatore Caputo ha scritto:

    …due negazioni affermano caro sandro…torna a scuola cheè meglio.

  21. Severino Iesu ha scritto:

    e lo statista grillo che dice?

  22. Vito Paolisso ha scritto:

    caricature del cazzo.quelli hanno le palle ma voi l’avete?certamente preferisco la russia all’italia dei magnaccioni……………

  23. TeodoroRenato Guadalupi ha scritto:

    Io glielo darei la indipendenza e poi vorrei vedere.

  24. nick82 ha scritto:

    Popolo Veneto, appunto. (Riconosciuto anche dall’art. 2 della Legge statale n.
    340 del 22 maggio 1971). Con le sue specificità sociali, culturali, storiche ed identitarie. Né migliori, né peggiori. Semplicente diversi.

    Tralasciando tutti i discorsi economci (tipo i 20 miliardi di euro che ogni hanno solo lasciati a Roma) E’ forse ciò peccato chiedere di potere correre da soli?

  25. Alin Rossi ha scritto:

    gentaglia !!!

  26. Piero Bazzoni ha scritto:

    Al Referendum voteranno 4 mln di residenti nel veneto.

  27. Mario Lanza ha scritto:

    Ancora con ste cazzate dell’indipendenza,non se ne può più,basta,togliete la fiasca a ste merde dotate di favella. Ma perchè mi devo vergognare di esser nato in veneto per colpa di sti pagliacci?

  28. Francesco Giannoni ha scritto:

    che cazzata

  29. Luca Di Pepe ha scritto:

    hanno ragione: che vantaggio hanno ad essere amministrati dalla Repubblica italiana?

  30. Alessandro Mogavero ha scritto:

    e quando ve ne andate???

  31. Anna Peru ha scritto:

    diciamo che se serve come provocazione ben venga ,ma da qui a pensare che un referendum in Italia valga qualcosa,la storia c’insegna….

  32. Lodovica Magistrali ha scritto:

    poveri illusi!!

  33. Riccardo Demaria ha scritto:

    Io i leghisti li darei tutti a Putin. Gratis.

  34. Trevi Trevi ha scritto:

    Pagliacci!

  35. Mira Ciao ha scritto:

    ma la costituzione non dice :L’ITALIA è UNO STATO INCONDIVISIBILE ???? mahhh non sono italiana e scusate se ho letto male magari !!!

  36. Moscardi Fernando ha scritto:

    siete con le pezze al culo,andate pure a cacare, sempre a piangere

  37. Stefano Rincicotti ha scritto:

    copioni & coglioni

  38. nick82 ha scritto:

    Ho letto i seguenti
    insulti verso i Veneti: imbecilli, coglioni, gentaglia, pagliacci, pezze al culo…
    Voi, tigri da tastiera, come
    diavolo vi permettete?!? Siete forse moralmente superiori o cosa? Portate
    RISPETTO!!! E sciacquatevi bene la bocca e pulitevi ancor meglio le mani quando
    parlate o scrivete dei Veneti, produttori del 10% del PIL e secondi
    contribuenti d’italia. Ogni anno paghiamo 70 MILIARDI di Euro e ne riceviamo
    indietro 50. Dove sono gli altri 20?? A Roma! A finanziare rendite parassitarie, sprechi, malaffare,
    connivenza, criminalitá organizzate, assistenzialismo.
    Voi non sapete niente del
    Veneto! Forseci siete stati addirittura una volta in vita vostra, magari
    durante in gita alla scuola elementare.
    Tanto meno sapete della
    storia del Veneto dei 1100 anni della Repubblica Veneta (che nelle ns. scuole
    non viene nemmeno insegnata), estintasi con Napoleone, né sapete della 3 guerra
    di indipendenza delle sconfitte italiane a Lissa e Custoza contro le truppe
    veneto-austriache (1866), né del plebiscito truffa dello stesso anno nel quale
    il veneto, ormai sotto controllo militare sabaudo, divenne italiano. Non avete
    nemmeno idea che da allora e per i cento anni a seguire è stata la regione
    italiana con il piú alto numero di emigranti (3,3 milioni).
    Le vostre disconoscenze
    non si fermano solo alla storia, ma riguardano anche gli aspetti socio-culturali
    e alla operosità, all’associazionismo, alla solidarietà, all’educazione civica
    e al rispetto della sua gente. Se i  vostri cliché sono quelli della servetta,
    del contadino, del razzista e del padroncino arricchito ed evasore, ho
    veramente pena di voi.
    Per ultimo. L’economia? Se
    l’economia  locale è prosperata, di sicuro non è stato per merito la lungimirante
    e pianificata volontá dei palazzi romani, ma solo per la laboriosetá ed
    intraprendenza del Popolo Veneto e della suo desiderio di ascesa sociale.
    Le peculiarietá sociali
    ed economiche sono state, sono e saranno sempre il motore del Veneto.
    Non siamo né migliori, né
    peggiori. Siamo un altro popolo della variegata penisola italiana, accettatelo.
    Sono decenni che vogliamo affermarci ed essere riconosciuti come tale chiedendo
    piú autonomia. Adesso il dado è tratto e non si torna piú indietro.
    Un paio di parole riguardo
    il referendum consultivo le spendo anche volentieri. Non v’è nessuna etichetta
    politica, soprattutto della LegaNord, nasce dalla volontà ed ispirazione di un
    gruppo di imprenditori, professori, professionisti e tanta gente comune del e
    per il Territorio con una enorme visione, grande DIGNITÁ e soprattutto LIBERA,
    valori dei quali forse vi siete dimenticati o forse per i quali non siete stati
    educati.
    Vergognoso come la
    notizia non sia stata diffusa dai media-nazionali. Zero rispetto! L’opinione di
    1,5 di Veneti vale nulla per il resto dello stato, l’importante è che essi
    continuino a pagare imposte, tasse, accise e balzelli vari.
    Voi, detentori della
    Veritá nonché della Superiorità morale
    Continuate pure ad essere
    fieri della vostra italia e dei suoi “tanti-piccoli-difetti” che non legifera
    un, e-ribadisco-un, provvedimento a favore del Cittadino-Contribuente-Consumatore-Lavoratore.
    Continuate pure ad
    anelare nel fantomatico, sospirato e utopistico cambiamento della repubblica
    fondata dalla massoneria e nella giustizia che non c’è
    Continuate pure ad essere
    quello che siete, spettatori-tifosi in una falsa democrazia che accettano
    passivi menzogne e soprusi, imboniti e lobotomizzati da organi di stampa di
    parte.
    Continuate quindi le
    vostre vita da sudditi…
    …Oppure alzate la testa,
    ammirate e soprattutto RISPETTATE quello che sta accadendo in questi giorni nel
    Veneto. Primo e fulgido esempio di E-democracy su scala regionale, tutto
    organizzato privatamente, per dare voce ai cittadini.
    Lunedì saremo ancora italiani, fuori dubbio. Però, mutuando le parole del
    vostro amato e meritato presidente,  con viva e vibbbrrrrrante sodddisssffffazzzzione i Veneti sono sempre più consapevole sul da farsi e sicuramente Venezia nel 2016 non festeggierà il 150° anniversario di annessione all’Italia. Addio

  39. StefanoBisogni ha scritto:

    Chi insulta l’indipendentismo veneto e qualsiasi tipo di indipendentismo è un ladro che vive di lavoro statale o parastatale….assolutamente inutile e inefficiente!
    La lega non c’entra nulla, caproni ignoranti! E’ un referendum partito dal basso contro la politica e lo stato macachi stolti!
    Vi bevete le palle di stato che i media vi dicono, mufloni ignoranti!
    Sveglia, l’italia non c’è più…pecore tosate!!

Lascia un commento