•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 17 marzo, 2014

articolo scritto da:

“Quando c’era Berlinguer”, il documentario diretto da Veltroni

BiM distribuzione porterà nei cinema il prossimo 27 marzo Quando c’era Berlinguer, documentario diretto da Walter Veltroni che ricostruisce, attraverso filmati inediti ed interviste, una delle figure più note ed importanti della politica italiana. Il film nasce, come ha dichiarato l’autore, ‘da un atto d’amore verso un uomo che per me è stato importante’, e quindi non si presenta come una biografia completa, ma piuttosto come il racconto del modo in cui l’opera di Berlinguer è stata vissuta da un ragazzo di allora che non veniva da una famiglia comunista ma che guardava con grande interesse al lavoro dell’uomo che guidava il Partito Comunista. L’arco temporale preso in analisi è quello della segreteria di Berlinguer, dall’inizio degli anni Settanta fino alla sua morte nel 1984. Sicuramente anni difficili per lo scenario nazionale ed internazionale, anni che però, nonostante la guerra fredda, i blocchi contrapposti, il terrorismo, vedono Berlinguer portare il Pci vicinissimo al governo.

Berlinguer

Le immagini raccontano una pagina straordinaria dell’Italia in una fase che fu crocevia tra due momenti storici, fase durante la quale il leader sardo riuscì a trasformare un partito sempre fermo attorno al 25% dei consensi e con nessuna prospettiva di governo,  in un partito votato da un italiano su tre. Quello che ne viene fuori non è un santino, ma piuttosto un uomo dotato di una grande forza d’innovazione e al contempo caratterizzato da una grande solitudine. Il ritratto quindi di ‘una brava persona’ che, come ricorda Gaber, spinse qualcuno ad ‘essere comunista.’  Il film si compone di tre anime. Agli inediti materiali d’archivio, fanno da corollario le interviste ai protagonisti della politica (non solo italiana) come Napolitano e Gorbaciov e le immagini girate nei luoghi della Sardegna cari a Berlinguer. Scopo del documentario è, puntualizza Veltroni, quello di ‘ricostruire il senso di una memoria per raccontare Berlinguer ai ragazzi che non sanno chi era.’ E forse un approfondimento storico come questo è assolutamente necessario se, come si evince dal trailer, alla domanda ‘Chi era Berlinguer?un ragazzo risponde ‘Un commissario’.

Alessandra Scolaro

Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

6 Commenti

  1. Massimo Siliato ha scritto:

    … quel fiume di Rubli , ah bei tempi !

  2. Mattia Gentile ha scritto:

    Enricooooo

  3. Adriano Bacherini ha scritto:

    veltroni che commemora berlinguer è come mettere il mostro di Firenze presidente dell’associazione difesa per le donne… vergogna infinita

  4. Valerio Cianfrocca ha scritto:

    Veltroni capisce poco di memoria, di cinema e di comunismo…

  5. Antonio Missere ha scritto:

    veltroni??!!??

  6. Guido Zaccaro ha scritto:

    La “bella Italia che fu'”..

Lascia un commento