•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 20 marzo, 2014

articolo scritto da:

Celentano contro Farinetti: “cultura del cibo usata per riempirsi le tasche”

Adriano Celentano

Duro affondo di Adriano Celentano nei confronto del patron di Eataly, Oscar Farinetti. Il motivo è l’apertura di un nuovo Eataly a Milano, nell’ex Teatro Smeraldo.

“La tua cultura del cibo è solo una facciata per riempirti le tasche”. Questa la dura critica rivolta dal cantante milanese all’imprenditore. D’altronde l’opposizione di Celentano al progetto di Farinetti era già risaputa, dopo il rifiuto del cantante di presenziare all’inaugurazione della sede Eataly di Milano. All’epoca Celentano giustificò il tutto con un “non partecipo a progetti in cui la musica viene oscurata da altri elementi”.

Oscar Farinetti Eataly

In realtà, le motivazioni sono più profonde. “Era giusto rilevare lo Smeraldo, ma non per umiliarlo con due salsicce arrosolate sul cemento, ma per ristrutturarlo valorizzandone l’immagine storica”. Questo il pensiero di Celentano, che dipinge Farinetti come un “nemico dell’arte e della cultura”.

Il cantante milanese è un fiume in piena, spingendosi a criticare persino Vittorio Sgarbi che, a differenza sua, era presente all’inaugurazione. “Caro Victor uno come te che ha un’idea SANA non può andare all’inaugurazione, anche se di un amico, per festeggiare la distruzione di uno dei maggiori TEATRI milanesi, divenuto ormai un impero”. L’attesa ora è per la risposta sia dell’imprenditore che, ovviamente, del vulcanico critico d’arte.

Massimo Borrelli

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

33 Commenti

  1. Massimo Siliato ha scritto:

    Quando prende le pillole contro l’arteriosclerosi ancora ragiona .

  2. Adriano G. V. Esposito ha scritto:

    LOL in effetti per una volta ha detto una cosa giusta

  3. Alessandro Agolini ha scritto:

    Invece Celentano ha sempre fatto beneficenza. …….

  4. Luciano Bove ha scritto:

    Per una volta concordo con Celentano! Ci son stato ed e’ un concept per far soldi!

  5. Luisa Bacocchia ha scritto:

    invece tu fai un concerto l’anno per beneficenza ,ma smettila di cazzeggiare

  6. Davide Fissore ha scritto:

    Celentano ha lavorato con i nostri soldi, tramite il servizio pubblico Rai per riempirsi le tasche. Farinetti ha rilanciato il settore della buona alimentazione, in forte crescita mettendo in luce il bello ed il buono dell’Italia anche all’estero e creando posti di lavoro.

  7. Davide Fissore ha scritto:

    Luciano Bove: si chiama imprenditoria il cui scopo è proprio fare soldi… 😀

  8. Lamberto Giusti ha scritto:

    Una volta tanto condivido il pensiero del Molleggiato…

  9. Vittorio Cobianchi ha scritto:

    E allora?

  10. Agnese Diana ha scritto:

    Un imprenditore non lo fa per beneficenza, comunque da Eataly c’è roba che costa, ma è veramente ottima!!!!!!anche se certi articoli (tipo il pane carasau costa come comprarlo in sardegna,l’altro pane anche costa come nelle panetterie ed è ottimo!!!!

  11. Alessandro Sopetti ha scritto:

    Ma i produttori di alimenti bio, doc, docg, km0 ecc. ecc. fanno beneficenza o lavorano per guadagnare?La gente che accetta queste farneticazioni prende in giro solo se stessa ed è immensamente ipocrita.

  12. Gigi Grieco ha scritto:

    le parole del santone.

  13. Victoria Sandu ha scritto:

    fare emergere Renzi per farti conoscere e …..no imprenditoria ma meschineria a dir poco

  14. Ivano Porrino ha scritto:

    Bravo Adriano hai capito che razza di paraculo sia Farinetti!!!!

  15. Raffaele Zullo ha scritto:

    Frase chiara e perfetta, grande Celentano

  16. Michele Racco Due Cavalli ha scritto:

    Beh, se è per questo, anche con le canzonette si fanno bei soldini. O no? Celentano, a puntare il dito bisogna pensarci bene … prima.

  17. Moris Bonacini ha scritto:

    ma va…

  18. Moris Bonacini ha scritto:

    anche produrre; senza imprenditori e innovatori rimarremmo a Celentano

  19. Piero Bazzoni ha scritto:

    Caro Celentano ti vidi al tuo debutto allo Smeraldo mi pare nel 1966. Sono stato al supermercato a sviluppo verticale che ha soppiantato il teatro. Non mi ha incantato, tanti prodotti eccellenti italiani li trovo in negozi a prezzi inferiori. Potrebbe però diventare una vetrina per tanti prodotti artigianali non in vendita nei supermecati e nei negozi dei VIP.

  20. Loriano Martellini ha scritto:

    Celentanto è sempre stato uno stupido.

  21. Isa Poli ha scritto:

    Senti chi parla…

  22. Isa Poli ha scritto:

    Di solito chi fa impresa lo fa per guadagnare, altrimenti fonderebbe una onlus.

  23. Marino Signorelli ha scritto:

    Ma che ragionamento.. e come se qualcuno accusasse lui di riempirsi le tasche con la cultura del canto.. ce ne fossero di Farinetti..

  24. Marino Signorelli ha scritto:

    Che Celentano sia un pó rincoglionito.. ci sta, ma il bello è che molti gli danno ragione!!

  25. Filippo Minacapilli ha scritto:

    Uno scempio chiudere Lo Smeraldo

  26. Lombardi Francesco ha scritto:

    Mi dispiace che Celentano creando il suo impero musicale non ha guadagnato niente.

  27. Giancarlo Franzini ha scritto:

    Anche McDonald fa i soldi,ed insegna ai nostri figli a mangiare l’immondizia !!

  28. Gian Maria Lupparelli ha scritto:

    L’unica cosa che si mangiano sono i soldi…..gli amici dell’ebeti no.

  29. Pietro Favaro ha scritto:

    … invece il blog di cri cri e di leggio a cosa serve ???

  30. Marcellino Biondino ha scritto:

    Ma si imbecille x far parlar di se basta che spara cazzate! Ma vai in ospizio te e tu moglie

  31. Marcellino Biondino ha scritto:

    Eataly orgoglio italiano

  32. Antonio Congiu ha scritto:

    beh! Anche la cuktura della musica commerciale è usata per fare soldi!

  33. Riccardo Demaria ha scritto:

    Sarebbe stato meglio lasciarlo morire, come molti altri teatri. Ma fatemi il piacere. Farinetti è un grande, se fa soldi se lo merita. E rilancia il meglio dell’enogastronomia italiana, uno dei tesori ancora da valorizzare. E lo fa in Italia ed all’estero. Celentano poteva usare i suoi di soldi per valorizzare lo Smeraldo, cosa ha fatto nella sua vita se non far soldi ?

Lascia un commento