•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 21 marzo, 2014

articolo scritto da:

Dl Lavoro in Gazzetta Ufficiale, Fassina: “così non lo voto”

stefano fassina

Il Decreto Poletti di riforma del lavoro è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, entrando in vigore da domani. Con il DL viene sostanzialmente cancellata la riforma Fornero, con la possibilità di firmare contratti a termine fissando fine del rapporto senza specificarne la causa e aprendo alla possibilità di sostituire apprendisti vecchi con altri nuovi.

Sono proprio questi due punti nevralgici ad aver suscitato la reazione negativa da parte dei sindacati e di alcuni economisti. Tra essi anche l’ex viceministro dell’Economia nell’esecutivo Letta, cioè Stefano Fassina.

fassina

L’esponente del PD, intervenendo ai microfoni di SkyTg24, ha dato un giudizio fortemente critico in merito al decreto sul lavoro, definendolo addirittura “peggiore dell’eventualità di abolire l’articolo 18“, anche perchè “perlomeno in quel caso si tratterebbe di un contratto a tempo indeterminato, pur se interrompibile in qualsiasi momento”, con chiaro riferimento alla proposta di riforma avanzata da anni dall’ex compagno di partito Pietro Ichino, con cui Fassina si è spesso battuto per indirizzare l’orientamento di politica economica del Partito Democratico.

Per Fassina il dl Poletti rappresenta una vera e propria “regressione del mercato del lavoro”, aumentando fortemente la precarietà. Per questi motivi l’ex viceministro ha chiesto modifiche urgenti e profonde, “altrimenti il decreto, per quanto mi riguarda, non è votabile“.

Gabriele Maestri


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

50 comments
Egeo Damiano
Egeo Damiano

fassina stai facendo l'impossibile x farti criticare dai votanti pd.stai buono.

GaspareSupremo
GaspareSupremo

Siamo stanchi di sentire sempre le solite lamentele ! Alla fine però danno i consensi e si alleano con il Premier ombra " Berlusconi " e, Renzi  indirizza la Politica PD dando una virata tutta a destra ! Bene Fassina stiamo a vedere nell'Aula per l'ennesima volta come vi comportate  . . con la fiducia, con l'astensione o se avete il coraggio di assumervi le V/S responsabilità Politiche di votare contro !

Pina Barbaro
Pina Barbaro

se se....in pubblico dicono di no....poi in parlamento votano si..........

Alberto Ragogna
Alberto Ragogna

In effetti è totale licenza di licenziare i nuovi assunti senza nemmeno l'obbligo di formarli. Limoni da spremere.

Lucente Michele
Lucente Michele

Ma ne azzeccasse un.....di dichiarazione?????? Ormai fa solo queste!!!!

Mario Lanza
Mario Lanza

scanzi e' attendibile come Berlusconi quando parla di spettacolini di burlesque.

Salvo Meli
Salvo Meli

Non ci interessa ! Avanti tutta ... Bene o male qualcosa va fatto ... Di inconcludenti del cazzo come Fassina ne abbiamo pieni i coglioni !

Franca Mollea
Franca Mollea

tanto all'ultimo per non perdere soldi e poltrona cambia idea e lo vota

Enrico Santonastaso
Enrico Santonastaso

Fassina ogni volta che parla di lavoro dimostra di non capire niente. I contratti a termine in scadenza venivano lasciati scadere, poi l'azienda decideva se assumerne un altro o aspettare 10-20 giorni lasciando il lavoratore a casa senza stipendio per poi riassumerlo con un altro contratto a tempo determinato. Molto più interessante, invece, dal punto di vista dei lavoratori la norma che le aziende non possono avere un numero di lavoratori a termine superiore al 20% della forza lavoro totale dell'azienda. Quest'uomo è lo stesso che tempo fa disse che il lavoro è troppo poco regolamentato: siamo il Paese con il maggior numero di regole sul lavoro, e sono proprio quelle che creano precarietà, disuguaglianza e costi a non finire. Applauso Fassina.

Romano Fedi
Romano Fedi

Potrebbe far coppia con Moretti! D'altronde li spinge lo stesso vento

Nora Picone
Nora Picone

Dai commenti mi rendo conto che chi vota pd non e' piu' di sinistra!

Nora Picone
Nora Picone

Renzi abbassa le tasse? Levatevi i paraocchi ! Poi vedremo i risultati!

Luciano Cucchi
Luciano Cucchi

Sei sempre quello Che non a voluto abbassare l'IRPEF non c'era copertura con te spaccamarroni

G.b. Perazzo
G.b. Perazzo

Con Renzi si doveva , diceva lui Cambiare Verso... invece si Cambia Passo.. la direzione è sempre la stessa, quella di Silvio, stessa politica..Appoggio Fassina...

Fernando Bianchi
Fernando Bianchi

L'inutile Fassina bofonchia il propriuo dissenso, é deluso dal fatto che Renzi vuol abbassare le tasse e ridurre i privilegi. Al suo posto ank'io m'incazzerei. ah ah ah sporco bastardo!

Marino Coati
Marino Coati

....gli brucia ancora il Fassina chi ......

Franco Balconi
Franco Balconi

e' superiore alla loro intelligenza che per le classi deboli occore fare cosi

Franco Balconi
Franco Balconi

ma con tipi cosi quando vinceranno le elezioni i pd

Roberto Portoghesi
Roberto Portoghesi

Gli argomenti volgari che si leggono sono di coloto che non hanno mai votato Pd, ma che si sono precipitati a votare alle primarie quando gli e' stato permesso. Se tutti loro avessero un centesimo della cultura economica e giuridica di Fassina si potrebbero ritenere fortunati.

Raffaele Zullo
Raffaele Zullo

Renzie chi!!!! Al netto di simpatie o antipatie renziane, ci sono quattro punti che l'attuale Premier dovrebbe spiegare. 1) L'arresto disposto dal gip di Messina per il diversamente immacolato Francantanio Genovese, deputato renziano (sì, renziano) su cui Franca Rame aveva già messo in guardia tutti un anno fa sulle pagine del Fatto Quotidiano. Lo inserì nella lista degli impresentabili, ma Bersani e la presunta Commissione di Garanzia esclusero solo Crisafulli e Papania. Genovese e Bubbico, evidentemente, a Bersani e Pd piacevano. Per avere contezza di chi fosse Genovese bastava guardare una puntata di Report andata in onda prima delle elezioni 2013, ma forse i piddini quella sera erano distratti. Quando Genovese è salito sul carro del vincitore, Renzi non ha mosso ciglio. Va bene tutto pur di fare numero. Vengino signori venghino (cit). 2) La Barracciu, quella che non poteva governare la Sardegna ma per Renzi va benissimo come sottosegretaria, secondo i pm ha mentito. Lei aveva detto che "coi magistrati è tutto chiarito", ma non pare. La sua situazione è appena più complicata di quanto la diretta interessata raccontasse. La ministro Boschi ha detto che "non ci si dimette per un avviso di garanzia". Eppure, quando si trattava di condannare (a parole) Alfano e Cancellieri, Renzi e renziani erano assai su di giri. Quasi giustizialisti, sebbene non ci fossero neanche allora avvisi di garanzia ma solo umana (in)decenza. Questione morale a singhiozzo? 3) Matteo Renzi ha vissuto per quasi tre anni un un appartamento di Firenze vicino a Palazzo Vecchio, in via degli Alfani 8. A pagare l’affitto è stato l’amico Marco Carrai. Renzi sta facendo finta di nulla, i renziani si difendono asserendo teneramente che la notizia è stata tirata fuori da Belpietro e dunque non vale. Invece vale, perché è vera. Marco Carrai, consigliere del premier vicino a Comunione e Liberazione che in passato ha guidato Firenze Parcheggi, è ora presidente di Aeroporti Firenze e di Fondazione Open (ex fondazione Big Bang che ha gestito le campagne elettorali di Renzi). Il punto è: ci furono favori reciproci tra i due? Non sono soltanto i soliti disfattisti a porsi tale domanda (retorica). La Procura di Firenze ha infatti appena aperto un fascicolo. Vamos. 4) E' forse il punto più rilevante, anche se ne parla quasi solo Il Fatto. Lo racconta da giorni, con puntuale efficacia, Marco Lillo. Josefa Idem è indagata per truffa aggravata per i contributi della sua pensione. Il problema è che la sua situazione non è così dissimile da quella di Renzi. La Idem è a un passo dalla richiesta di rinvio a giudizio per una presunta marachella da 8 mila. Renzi, per una situazione simile costata alla collettività quasi 300 mila euro, continua a non rendere conto a nessuno. Racconta Lillo: "Renzi pontifica indisturbato sulle pensioni altrui anche se la provincia e il comune di Firenze gli hanno versato i contributi (da dirigente e quindi ben più elevati di quelli da semplice dipendente della Idem) per poco meno di 10 anni (..) Si è fatto assumere dalla società Chil della famiglia un giorno prima l’annuncio da parte della Margherita della sua candidatura a presidente della Provincia. Fino a 10 giorni prima dell’assunzione, avvenuta il 27 ottobre 2013, Matteo Renzi era socio con una quota del 40 per cento della Chil Srl. All’atto di cessione delle quote si dichiara ‘libero professionista’, perché era un mero co.co.co. non un dirigente. Matteo e la sorella Benedetta quel giorno cedono le quote alla mamma e al babbo e solo a quel punto, quando Renzi è pronto a candidarsi alla presidenza della provincia con garanzia quasi matematica di elezione, i genitori decidono di assumerlo. Per 7 mesi e mezzo, fino all’elezione nel giugno 2004, Chil paga i contributi poi il peso della pensione, del tfr e dell’assistenza di Renzi passa sulle spalle dei contribuenti fiorentini. Grazie all’assunzione nella Chil, Renzi si è fatto versare una massa enorme di contributi, se confrontati con quelli di Josefa Idem. I fiorentini hanno pagato fino al mese scorso ben 3 mila e 240 euro al mese per i contributi di Matteo Renzi". Il Premier non è indagato, ma potrebbe quantomeno pensare di rinunciare ai contributi e restituire il Tfr pagato dai contribuenti. Troppo comodo chiedere sacrifici ai pensionati per poi arraffare - in questo modo - anzianità contributiva e Tfr: l'ennesima variante, per dirla col poeta, di "fare i froci col culo degli altri". Da ILFATTOQUOTIDIANOit.. Andrea SCANZI

Filodoro Cupaioli Morandi
Filodoro Cupaioli Morandi

Quante volgarità in questi commenti, spero che non siano gente del PD. Spero che non sia come la legge elettorale, che è una fotocopia ridotta del Porcellum, prendere o lasciare. I decreti e i DL possono essere emendati, se non si può più fare ciò qui non c'è più democrazia. (Enrica)

Angelo Piccolella
Angelo Piccolella

ma chi cazzo credi di essere sei solo un piccolo portaborse coglione,

TommasoCamplone
TommasoCamplone

.... Fassina, Fassina...continuate a parlare di questo signore che si chiama Fassina. 

Ma Fassina chi?  

Marco Angius
Marco Angius

Grande matteo aumenta il precariato avanti così gli italiani ti ringrazieranno

Vito Bartalesi
Vito Bartalesi

Si incomincia male! In un partito democratico si dice: Io propongo che sia cambiato.................................ecc...ecc.......

Trevisani Giuseppe
Trevisani Giuseppe

Ma chi se ne frega se non lo voti, lo vuoi come vuole Camusso? Ma quando ti decidi a pioantarla di fare il piantagrane, ma vai via dal PD, non è il tuo partito questo ci sei dentro perchè non sai dove andare,chiedi a Vendola se ti vuole, stai certo che ti prenderà, ma lascia lavorare il PD!!!!

Gennaro Fabiano
Gennaro Fabiano

Caro compagno ci hai già rotto. Sei solo un rancoroso perché non conti più nulla, ma fino ad ora evevamo sempre perso per quelli come te che Berlusca rimpiange ed ora non vorrei far vincere anche Grillo.

Patrizia Baldi
Patrizia Baldi

mamma mia che paura che mi fa, sembra Moretti che minaccia di lasciare l'Italia se gli riducono lo stipendio, ma da chi impari, caro Fassina, dal tuo compagnuccio Civati?