•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 21 marzo, 2014

articolo scritto da:

Sanità, Lorenzin “Ticket formato famiglia e piano natalità”

Intervento del ministro della salute Beatrice Lorenzin: «I risparmi sulla sanità verranno reinvestiti nella sanità. Tutti non una parte. Tutti quei 10 miliardi che recuperemo nei prossimi tre-quattro anni», «potevamo utilizzarli per tagliare le tasse, ma abbiamo deciso che c’è un interesse superiore: la salute». Lo afferma ad Avvenire Beatrice Lorenzin, aggiungendo che «siamo decisi a rimettere mano ai ticket sanitari tenendo conto dei carichi familiari. Serve una svolta di equità. Le famiglie hanno pagato in questi anni di crisi il prezzo più duro. E con loro le fasce deboli. Disoccupati e cassintegrati ora non devono pagare».

«La forza del nostro sistema sanitario – spiega Lorenzin – è che diamo sanità a tutti su tutto il territorio; diamo i farmaci più costosi e innovativi. E senza distinzione d’età. Un malato di ottant’anni ha lo stesso diritto a essere curato di uno di venticinque. Ora però siamo a un bivio e senza una vera rivoluzione ci sarà chi comincerà a interrogarsi se è giusto spendere migliaia di euro per »regalare« tre anni a un vecchio senza lunghe prospettive di vita. Io questa scelta non l’accetto, questa è eutanasia».

Sul fine vita, il ministro afferma che «serve un dibattito vero in Parlamento e nel Paese». «I bambini devono tornare a nascere – prosegue Lorenzin – e serve educare alla maternità. Ho in testa una nuova sfida, un grande piano nazionale di fertilità. Il crollo demografico è un crollo non solo economico, ma anche sociale».

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

Donnie Trumpo

Donnie Trumpo

articolo scritto da:

6 Commenti

  1. Patrizia Baldi ha scritto:

    formato famiglia? come un fustone di detersivo anziché il fustino?

  2. Irene Moretto ha scritto:

    ecco brava ……togliete le convenzioni ai privati prenditori……e potenziate il servizio sanitario nazionale………….

  3. Gaetano Fano ha scritto:

    Siamo alle solite:la lorenzin parla col megafono dei cattocomunisti,congratulazioni per il trasformismo!

  4. Gaetano Fano ha scritto:

    Ma dove vive questa e chi le fornisce i dati sballati per fare cassa?lo sa questa ministra che quelle fasce di cui parla non pagano nulla perché per incapienza di reddito sono esenti?lo sa che molti di questi sono falsi poveri perché lavorano in nero?alla fine chi continuerà a pagare ancora dippiu sarà il ceto medio

  5. Lucia Locatelli ha scritto:

    La logica è giusta ma un dubbio: riusciranno a realizzarlo senza imbrogli sia da parte dei cittadini che da parte dei poteri?. Penso solo ai redditi bassi che può essere fumo negli occhi, ad es. la categoria badanti conviventi non ha nessunissima spesa, una tassazione irpef ridicola e una sanità completamente gratuita. Chiedo: 5 o 10 € ogni tanto di contribuzione non mi sembra una tragedia. e così tanti altri esempi come il lavoro in nero. Quindi prendere non solo il Cud ma il famoso redditometro che misura lo stile di vita. La classe piccola e media, con carichi familiari spende un patrimonio di sanità, specialmente in Lombardia.

  6. Michele Serra ha scritto:

    ma chi e’ che ha il coraggio di fare ancora figli con i chiari di luna che ci sono

Lascia un commento