•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 28 marzo, 2014

articolo scritto da:

Ecco il tetto agli stipendi dei super manager: retribuzione giù del 25 per cento

Dal prossimo primo aprile i compensi dei manager delle società non quotate, direttamente o indirettamente controllate dal Tesoro, saranno soggetti immediatamente al tetto definito in base allo stipendio del primo presidente della Corte di Cassazione, cioè 311mila euro circa nel 2014. Lo specifica in una nota il Tesoro, ricordando che i limiti non riguardano le società Enel, Eni, Finmeccanica, le cui azioni sono quotate in Borsa, né Ferrovie, Cdp e Poste. Queste ultime sono infatti emittenti di titoli negoziati sui mercati regolamentati.

In particolare, il decreto 166 del Ministero dell’Economia che entra in piena applicazione stabilisce un principio di proporzionalità che lega gli assegni dei manager alla complessità del loro lavoro, sulla base di precisi parametri che riguardano il valore della produzione, gli investimenti e il numero dei dipendenti delle società che gestiscono. Per ciascuna fascia è stato quindi fissato un limite retributivo per il trattamento economico degli amministratori.

“Il limite calcolato” con questo metodo proporzionale, spiega ancora il Mef, “si applica all’amministratore delegato, per il conferimento di deleghe operative da parte del consiglio di amministrazione. Per il presidente cui siano state conferite deleghe che accompagnano quelle conferite all’amministratore delegato può essere deliberato un compenso pari al massimo al 30% di quello deliberato per quest’ultimo.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

13 Commenti

  1. Massimo Siliato ha scritto:

    Il titolo del post e’ visibilmente truffaldino . Non ce’ un tetto ma solo una diminuzione del 25% . Tetto vuol dire ” NON AL DI SOPRA DI ” .

  2. Barbara Romana ha scritto:

    E perché esenti??? Io davvero sono stupita e schifata, cazzo ci devono fare sti stronzi con tutti sti soldi me lo devono spiegare..

  3. Paolo Franchin ha scritto:

    Sempre troppo ed immorale!

  4. Claudio Nigi ha scritto:

    era sempre troppo poco se tagliavano del 50%, figuriamoci solo del 25 !?!?

  5. Stefano Vitali ha scritto:

    Ma…e un tetto ai risultati catastrofici non si può mettere?

  6. Alf Manc ha scritto:

    tutti…non solo qualcuno…

  7. Ivan Pelizzon ha scritto:

    Potrei capire i loro guadagni con risultati di bilanci positivi…ma disastri simili

  8. Adriano Calvo ha scritto:

    anche i politici che ci governano sono manager,sono le persone che hanno in mano il destino di milioni di persone,anche loro dovrebbero dare un taglio ai loro stipendi se non vengono raggiunti certi risultati.a cominciare dal presidente della ? repubblica? che prende(non guadagna ma prende)2700.000 euro più benefit senza averne alcun bisogno vista la veneranda età,ma si sa cane non mangia cane e questo è solo fumo negli occhi, noi, gente comune se commettiamo un errore in ambito lavorativo veniamo castigati,loro,la casta premiata. italia da bere

  9. Lucente Michele ha scritto:

    In questo Paese – a noi tanto caro – c’è sempre qualcuno……”ESCLUSO”…….C’è sempre un figlio del…”RE”…….E POI VUOI CHE GLI ESCLUSI NON FACCIANO UN REGALO………ECCHECCAZZO!!!!!

  10. Fabio Masci ha scritto:

    Pagliacci

  11. Lamberto Giusti ha scritto:

    Bravi, levatene ancora qualcuna e ditemi a cosa serve il tetto degli stipendi, per il Pio Albergo Trivulzio?

  12. Marco Solfrini ha scritto:

    Che peccato, quella che sembrava un’ottima iniziativa in realtà si è dimostrata uno specchio per allodole e le solite Lobby ne rimangono fuori ben tutelate!!!!
    Triste :'(

  13. Luisa Bacocchia ha scritto:

    allora nessuno si abbassa lo stipendio ,siamo su scherzi a parte ?

Lascia un commento