•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 1 aprile, 2014

articolo scritto da:

Renzi tira dritto e abolisce il Senato

La rassegna stampa del Tp di oggi, come tutti i quotidiani, apre con il via libera da parte del Consiglio dei ministri alla riforma del Senato. Nonostante gli scontri e le polemiche, il governo va avanti. Renzi dichiara “Su una cosa così ci si giova un’intera carriera politica”. Napolitano condivide: “Superare il bicameralismo paritario”.

Il Corriere della Sera “Non c’è nessuna deriva autoritaria”. Repubblica “Senato, riforma al via ma la sfida di Renzi è appesa a 40 voti. Trappole per Matteo dal Pd ai centristi”. La Stampa titola: “Senato, Renzi si gioca tutto”. Il Messaggero “Quello di Renzi è uno schiaffo al fronte dei frenatori”. L’Unità nostalgica “C’era una volta il Senato”. Libero scrive “Rischiatutto. Renzi vara il provvedimento che trasforma il Senato: Mi gioco la carriera. Ma non ha i numeri e senza legge elettorale la sua minaccia di dimettersi è un’arma scarica”. Il Giornale “Al via la riforma. Fuori i tromboni. Renzi conferma l’asse con Berlusconi e vara l’abolizione del Senato. Licenziati Grasso, Monti, gli intelettuali radical chic e pure mezzo Pd”. Europa commenta “Troppa fretta? Casomai è troppo tardi”. Il Mattino attacca “i sacerdoti ciechi della Carta”. Il Fatto Quotidiano “Renzi fa ciò che vuole e il Colle benedice. Indifferente alle critiche di Pietro Grasso e della minoranza Pd, il premier si appella al popolo e tira dritto sul taglio del Senato: “È il momento in cui i politici restituiscano qualcosa alle famiglie”. I sondaggi gli danno ragione. Ma crescono le proteste contro la “svolta autoritaria””. Critico Il Manifesto che denuncia “l’onda populista”.

giornale libero repubblica unita

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

17 Commenti

  1. Angelina Di Gregorio ha scritto:

    Sinistra nostalgica e inconcludente.

  2. Mirko Cecchini ha scritto:

    Tra l’altro il passato di cui hanno nostalgia, quando era presente lo odiavano e lo volevano distruggere 🙂

  3. Luca Argalia ha scritto:

    La Sinistra che vuole cambiare tutto per non cambiare niente

  4. Roberto Travaglini ha scritto:

    il senato NON verrà abolito, ma un pò ridimensionato e soprattutto formato da senatori non eletti ma NOMINATI…..

  5. Roberto Travaglini ha scritto:

    io ho nostalgia della DEMOCRAZIA….

  6. Angelina Di Gregorio ha scritto:

    Non mi pare che manchi la democrazia: è venuta meno la chiacchiera inconcludente!

  7. Martino Provenza ha scritto:

    Vedo che ancora, molti commentatori, non hanno ben compreso le riforme renziane. Riproviamo a spiegare bene questa “abolizione” del senato? Il senato, che non viene abolito, ma trasformato in senato delle regioni,(se preferite camera delle autonomie),Costa 500 mln, di euro l’anno. con la trasformazione di renzi, si risparmiano teoricamente 80 mln di euro,(qualcuno dice 100-120). Tutti gli altri costi rimangono TUTTI! compresi gli STENOGRAFI(?), da 250.000 euro l’anno,commessi, ecc.ecc.Tutto questo per far riunire 4-5-10…volte l’anno qualche sindaco e presidente di regione? Forse se si eliminava il senato con tutti i suoi enormi costi, e i sindaci e presidenti di regione, affittavano per incontrarsi un salone parrocchiale, sarebbe stata cosa buona e giusta? ditemelo voi!! La proposta del m5s, se non vado errato, dice di dimezzare il numero di parlamentari, ridurre i compensi, ecc. ed il risparmio calcolato sarebbe di 300 mln di euro! Ma forse vi piace farvi prendere per i fondelli, e allora si spiega tutto!! Fatevi spiegare anche la “trasformazione” delle province in aree metropolitane,(risparmi, e quanti politici vanno a casa), la vendita delle 100 auto blu,(210 in gara d’appalto, per 15 milioni di euro), e via cosi’..Se questo è cambiare verso…

  8. Giorgio Angeletti ha scritto:

    non è questione di sinistra o destra nostalgica è la democrazia che è a rischio

  9. Salvatore Bellino ha scritto:

    renzi non ha abolito una beata minchia. La materia è di esclusiva competenza del Parlamento.

  10. Pinuccio Leinardi ha scritto:

    E fa bene.

  11. Stefania Pellerucci ha scritto:

    Non abolisce un bel nulla! Occorrono passaggi alle camere e prima di metà 2015 non se ne parla!

  12. Francesco Rea ha scritto:

    Ma questa sinistra italiana in che mondo vive?

  13. Stefano Galatolo ha scritto:

    Non abolisce il senato ma lo cambia.

  14. Angelina Di Gregorio ha scritto:

    Non vedo rischi per la democrazia, in quanto i cittadini continueranno a votare per la Camera dei Deputati, per le Regioni e per i Comuni.

  15. Antonello Nusca ha scritto:

    L’onda populista è quella del PD.

  16. Antonio Cappilli ha scritto:

    riforme o tutti a casa

  17. Piazza Roberto ha scritto:

    io non ci credo x nessuno fa niente x niente e non venitemi a dire che non vengono pagati ..ma chiiiiiiiiiiiiiiii…1 nonna 70 anni

Lascia un commento