•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 1 aprile, 2014

articolo scritto da:

Di Maio (M5S) “Ecco perché siamo per parità di Camere”

di-maio

Il bicameralismo perfetto rappresenta “un virtuoso meccanismo tramite il quale il Parlamento è in grado di ponderare adeguatamente le scelte complesse e delicate che si trova ogni giorno ad affrontare”. Così il deputato del Movimento 5 Stelle e vicepresidente della Camera Luigi di Maio, in una lettera al Corriere, difende la parità tra le Camere. “Sono piene le cronache politiche di proposte di legge approvate da una Camera e per le quali la stessa maggioranza riconosce la necessità di un perfezionamento in seconda lettura. Sta succedendo in queste settimane con la legge elettorale”. “La vita parlamentare degli ultimi anni ci insegna poi come una maggioranza parlamentare compatta sia in grado di approvare in pochi giorni anche leggi importanti e contestate dall’opinione pubblica, come nel caso del cosiddetto ‘lodo Alfanò, approvato in soli 20 giorni”.

di maio

Per Di Maio già esistono strumenti per legiferare in tempi rapidi: “dai procedimenti decentranti” scrive “fino ad arrivare alla deliberazione d’urgenza sui progetti di legge e ai decreti legge per le situazioni di straordinaria necessità e urgenza”. “Il testo costituzionale necessita senz’altro di una manutenzione. Penso, innanzitutto, alla riduzione del numero dei parlamentari. Occorre, altresì, limitare il ricorso alla decretazione d’urgenza e inserire nuovi strumenti di partecipazione popolare, nonchè rivedere il nuovo riparto di competenze tra Stato e Regioni”. “Fondamentale – sottolinea Di Maio – è quindi non confondere i cosiddetti ‘costi della politicà con quelli della democrazia. Trovo semplicistico trattare la questione delle riforme con la calcolatrice anche perchè – in questo caso – i risparmi sarebbero davvero trascurabili” poichè “il Senato verrebbe trasformato e non soppresso e il numero dei deputati rimarrebbe invariato”.

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

124 Commenti

  1. Nicola Berardi ha scritto:

    L’ignoranza

  2. Giovanni Gobbi ha scritto:

    La costituzione quando fa comodo la si rispetta, quando no, la si calpesta senza problemi vero, caro Di Maio? Siete proprio uguali agli altri……

  3. Giacomo Picchi ha scritto:

    Ma l’abolizione del Senato non era anche nel programma del Movimento ?

  4. Vito Contardo ha scritto:

    Cazzate in libertà.

  5. Luigi F. Troisi ha scritto:

    Questi 5 Stelle sono fuori di testa. Richiudete le gabbie!

  6. Alessandro Sopetti ha scritto:

    Per radio sentivo il Senatore Morra, devo dire che sono diventati dei veri animali da politica, naturalmente vecchio stampo.

  7. Severino Iesu ha scritto:

    uno statista ppprrrrrrrrrrrrrrr

  8. Mirko Cecchini ha scritto:

    Infatti, vogliono due camere però vogliono il vincolo di mandato…

  9. Emanuele Savoia ha scritto:

    Vecchia politica…

  10. Mirko Cecchini ha scritto:

    Il M5S essendo un movimento populista, è nell’essenza conservatore. Fanno battaglie su questioni tutto sommato secondarie, ma che a loro sembrano determinanti, per non cambiare nulla in quelle sostanziali.

  11. Marco Arte Futura Mariani ha scritto:

    Mi era sembrato che stimolassero le Forze dell’Ordine a togliere protezione ai Senatori,ma forse avevo inteso male le parole dello Psicocomico……

  12. Ninni Magrì ha scritto:

    Dicono tutto e il contrario di tutto pur di essere sempre contro.

  13. Ennio Chiaretto ha scritto:

    Come ti commento una opinione: mi hanno preceduto una serie di costituzionalisti di rango, credo moderati, alla cui sapienza non si può replicare. Si va da un accorato prrrrr a un severo ma organico “fuori di testa”, fino ad arrivare a un ponderato “cazzate”. Naturalmente fior di statisti che votano Renzi, il nuovo faro.

  14. Paolo Perini ha scritto:

    Ah.. ma non erano per i tagli alla politica sprecona? Delle due l’una.

  15. Enrico Bartolini ha scritto:

    Jacopo Vannucchi

  16. Massimo Romano ha scritto:

    Mirko quindi volete pagare lo stipendio a 300 senatori e lasciare l’iter di almeno 1 anno per approvare una legge ? non volevate tagliare le spese della politica e snellire lo Stato ?

  17. Piero Ermini ha scritto:

    Secondo me avete timore di andare a casa, come volevate sfasciare le istituzioni mandando tutti a casa gli altri naturalmente ma quel cornuto di Renzie comincia dai vostri senatori

  18. Manoah Cammarano ha scritto:

    no mi sa che hai letto quello di renzie

  19. Massimo Romano ha scritto:

    Invito Di Maio e i grillini tutti a digitare su Google la parola Bundesrat apparirà la descrizione del senato di uno stato autoritario, una pericolosa dittatura… 😀 ma vi volete slegare dalle balle di Grillo ?

  20. Giacomo Picchi ha scritto:

    Puo’ darsi..non ero sicuro..cmq. ben vengano abolizione del senato..delle provincie..stipendi super manager..finalmente …dopo 30 anni di immobilismo sulla nostra pelle qualcosa inizia a cambiare

  21. Manoah Cammarano ha scritto:

    Ma lo vogliamo capire che abolire il senato come intende renzi è solamente non pagare lo stipendio a nuovi senatori (costo 50 milioni euro l’anno) mentre continuiamo ad erogare vitalizi e spese intorno al senato (spesa 420 milioni di euro l’anno)

  22. Stefano Galatolo ha scritto:

    il vero programma e fare opposizione e dire no a qualsiasi cosa.
    ma soprattutto andate sul blog e cliccate sui banners!

  23. Giacomo Picchi ha scritto:

    Certo Stefano..ogni accesso..ogni clik ..sono soldini per il duo Casaleggio – Grillo..

  24. Marco Mazzarisi ha scritto:

    Zappa sui piedi.

  25. Vasco Bazzani ha scritto:

    SONO DELUSO, LO SAPEVO, CHI ENTRA IN UN LETAMAIO NON PUO’ RESTARE PULITO. E CAPITATO ANCHE A VOI: li state imitando perfettamente.

  26. Davide Ansaldo ha scritto:

    Senza il senato approveranno le loro cagate più velocemente, è già successo che tra il voto alla camera e quello al senato l’opinione pubblica facesse “casino” facendo bocciare dai senatori qualche porcata.
    2 occhi vedono meno di 1. Dimezziamo i parlamentari piuttosto che sono veramente troppi.

  27. Fernando Bianchi ha scritto:

    Di Maio lascia perdere state abbracciando una causa persa.

  28. Fernando Bianchi ha scritto:

    ci hanno rpensato

  29. Sergio Failla ha scritto:

    Questo non capisce propio un cazzo!

  30. Michele Mille ha scritto:

    Ennio Chiaretto,ma non volevano anche loro una sola camera e abolizione del senato cosi com’e’ fino a due mesi fa? Brutta abitudine quella di leggere e di ricordarsi

  31. Oscar Barbi ha scritto:

    Certo che era nel programma e c’era anche la riduzione dei costi della politica. Ma Grullo e’ come Berlusconi…oggi dice una cosa …domani il contrario.

  32. Andrea Spadaro ha scritto:

    Ha ragione pidioti

  33. Sandro Buonomo ha scritto:

    no sono peggio PERCHE SI ELEGGONO A PALADINI E SI AUTODEFINISCONO CITTADINI……………..a che cazzo di titolo o a nome di chi ???????

  34. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    I piddini renziani sono diventati uguali ai berluscones. Identici. E infatti i loro idoli se la intendono a meraviglia. Abolire il Senato e, contestualmente, fare una legge elettorale che consente ad una minoranza (in ipotesi anche ad un partito che ha il 10 %) di avere la maggioranza all’unica camera, è semplicemente folle. Vi voglio vedere a voi ultrà del nuovismo semplificatorio renziano quando, che so, Forza Italia da sola avrà il 53% e potrà approvarsi tutte le leggi porcata che vuole …

  35. Il Dave ha scritto:

    Un’ambiguità così Mastella se la sogna…

  36. Alessandro Crapanzano ha scritto:

    no, ti confondi col programma della P2 che finalmente grazie a berluscojni e i suoi amici del pd arriva a realizzazione 😀

  37. Luisa Bacocchia ha scritto:

    ma ha fatto campagna elettorale quel cazzeggiatore del tuo datore di lavoro?

  38. Marino Coati ha scritto:

    Prima dicci come le vorresti mantenere e forse sei credibile. Ammesso che tu lo dica, ho i miei dubbi, sei in ritardo e dovevi pensarci mesi fa.

  39. Jacopo Vannucchi ha scritto:

    I nazisti e Forza Italia potrebbero realizzare il win-win per l’Italia:
    1) sabotare la riforma costituzionale e salvare la democrazia;
    2) liberare Renzi dalle responsabilità e, anzi, aumentarne il prestigio (“i nazisti e Berlusconi non mi hanno fatto cambiare l’Italiaaaa!1!!11”), con ciò rafforzando l’antinazismo.

  40. Moris Bonacini ha scritto:

    capaci di tutto, anche di protestare per i tagli alla spesa pubblica. Hanno una fifa nera

  41. Moris Bonacini ha scritto:

    sono peggiori, e semianalfabeti in carriera

  42. Fabrizio Dalla Villa ha scritto:

    finché sono fuori dal parlamento tutti vogliono abolire questo e quello, quando sono dentro, la musica cambia…. che sia l’aria infetta di Roma o che altro?

  43. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Il lodo Alfano, i neo-amici di Renzi, lo hanno approvato in una settimana. E c’era il bicameralismo perfetto. Comunque, se è un problema di costi, si può tranquillamente mantenere il Senato “elettivo” riducendo il numero sia dei senatori che dei deputati oltre alle loro indennità e ridurre anche gli scandalosi stipendi di chi, al Senato ed alla Camera, lavora. Se, invece, è un problema di velocità delle leggi, si può mantenere il Senato elettivo riducendo però le materie su cui è previsto il doppio voto. La verità è che voi renzuscones siete talmente obnubilati dal venditore di fumo da non rendervi conto dei rischi di queste riforme. Oggi fate gli ultrà, ma quando vi ritroverete un Berlusconi a governare allora vi sveglierete. Ma sarà tardi.

  44. Danio Aloisi ha scritto:

    arrampicatore sugli specchi professionista. Quando rimarrà disoccupato avrà un lavoro assicurato.

  45. Giovanni Gobbi ha scritto:

    C’è chi ha il venditore di fumo e chi il guitto di turno…..

  46. Vittorio Cravero ha scritto:

    Peggio,molto peggio.

  47. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Tu ragioni in termini di schieramento. Hai trovato il nuovo “unto del signore” e ti va bene tutto. Prova a ragionare. P.S.: … poi, se riesci, con comodo mi spieghi come si può ritenere legittima una riforma istituzionale fatta da un parlamento in cui un partito che ha preso il 25% (e con un altro leader e su tutt’altro programma) è maggioranza alla Camera solo grazie ad una legge dichiarata incostituzionale proprio nella parte in cui concedeva quel premio di maggioranza ed ha la maggioranza al Senato grazie ai voti di un partito che non esisteva (l’NCD) e che è accreditato del 4% se va bene e di un altro (SC) che s’è sciolto appena entrato in parlamento ed è accreditato di un 2-3%. Se guardiamo ai voti veri, cioè, questi hanno la maggioranza in parlamento ma, nel paese, sono minoranza. E vogliono cambiare la costituzione?!?!?!

  48. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Per non parlare del fatto che Renzi ha trasformato in “costituenti” Berlusconi e Verdini. Da non credere!!!

  49. Giovanni Gobbi ha scritto:

    altro sapiente….. io ho solo puntualizzato una contraddizione (e non piccola) del M5S, ma i “bisunti del Signore” insorgono con che argomenti? uno solo: loro sanno tutti e gli altri sono dei perfetti imbecilli…. ma se fosse il contrario?

  50. Lidia Mora ha scritto:

    vatti un pò a fidare di questi grilli ,prima sono a favore quando si arriva ai fatti sono contrari connettete il cervello

  51. Orru Maurizio ha scritto:

    Questi vogliono il cambiamento. ..per favore avete sbagliato nazione

  52. Elio Magnano ha scritto:

    Poveretto.

  53. Carlo Alibrandi ha scritto:

    basta ciurlare nel manico, basta. peggio di demita e andreotti. fanno politica in base alle convenienze del momento. basta.

  54. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Guarda che il M5S non dice che non si deve cambiare nulla. Dice che questa riforma è sbagliata. La tua puntualizzazione è ridicola, dunque.

  55. Lorenzo Sassi ha scritto:

    vaffanculo tu ,Grillo e Casaleggio

  56. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    E non solo questa riforma è sbagliata. Ma la farebbe un parlamento frutto di una legge elettorale porcata già dichiarata incostituzionale proprio perché stravolge irrazionalmente la proporzione tra voti presi e numero di deputati. Forse solo nel sudamerica anni 70 le riforme istituzionali le poteva votare un parlamento di nominati in cui una minoranza è maggioranza!!

  57. Giovanni Gobbi ha scritto:

    Ovvio che si ridicola, il che conferma quanto sopra ho scritto

  58. Fioravanti Lorena ha scritto:

    fate schifoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo ammazzatevi tutti ladri e delinquenti

  59. Maffei Luigi ha scritto:

    certo si aspettava i grullini x dire sempre le stesse cose!!Tutto de botto sò diventati costituzionalisti sti grullini !1 ma non venivate da la strada, mai iscritti ad un partito, verginelli , non avranno mai votato i questi ultimi 20 anni?

  60. Franco Glerean ha scritto:

    te piace er miele ora che ce sei in mezzo……buon appetito………….grillo che salta ma non zompa………………..

  61. Antonio Cesano ha scritto:

    Si difendono le poltrone tutti uguali maledetti!!!!!!

  62. Andrea Gentili ha scritto:

    Ma come non volevano l’abolizione del Senato per colpire la KASTA?

  63. Antonio Cappilli ha scritto:

    cambia partito

  64. Guglielmo Ruggiero ha scritto:

    sei un altro traditore poltronista. che ne pensi che in italia ci sono dieci volte in più deputati e sanatori rispetto agli stati uniti d’america

  65. Francesco Coraggio ha scritto:

    ed ha aggiunto, lo abbiamo scoperto ora che gli altri sono per una camera sola.

  66. Antonio Izzo ha scritto:

    non volete abolire volete lo stipendio

  67. Rainaldo Rey Feroldi ha scritto:

    ma

  68. Antonio Izzo ha scritto:

    certo renzi vi rompe il culo vi distrugge e comincia a convincermi

  69. Luca Gabbi ha scritto:

    Ma questi dicono tutto il contrario di tutto. Si vergognino. Il loro interesse è essere contro gli altri, non rispettare gli impegni programmatici con gli elettori

  70. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Puntualizzi … ma nel merito mai eh?

  71. Bartolomeo Antonini ha scritto:

    il bicameralismo, un >. ma non volevano usare gli apriscatole?

  72. Giovanni Gobbi ha scritto:

    merito de che? Mah….

  73. Giovanni Pompei ha scritto:

    loro erano gli apriscatole ! erano quelli del risparmio ad ogni costo !! poveri illusi quelli che ancora gli vanno dietro…

  74. Andrea Viscardi ha scritto:

    Male male, ma proprio male male male. E c’è pure gente che lo erge a idolo della nuova politica. E pensare che basterebbe leggersi qualche libro.

  75. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Magari, quando vai su Google, guarda pure che tipo di Stato è la Germania. Scoprirai che è uno stato federale. E poi parlate di balle!! Nemmeno l’ABC. Ma già. Di riforme se ne occupano la Boschi e Verdini …

  76. Giovanni Saracino ha scritto:

    ora son diventati conservatori? oh gesù santo!!!

  77. Stefano Bryant ha scritto:

    Questo è uno scemo

  78. Marco Arte Futura Mariani ha scritto:

    Consegnano 42 milioni di risparmio sulle loro retribuzioni (meritorio e bello),poi però vorrebbero elezioni immediate con il proporzionale (500 milioni di spesa) per riproporre alla nazione un Paese diviso in 3 e quindi coalizione PD-FI.E loro a gridare per anni che schifo,che schifo,che schifo.Ripropongono l’estrema sinistra di opposizione a tutto e a tutti ,malattia dell’infanzia viziata.

  79. Raffaele Coppola ha scritto:

    non posso non dargli ragione

  80. Nicola Raffaele Coviello ha scritto:

    Questa poi non l’avevo mai sentita “la differenza tra il costo della politica e il costo della democrazia” ,sofismi dalemiani”.P.S. ma gli F35 non sono un costo della democrazia?

  81. Alessandro Alex Baldi ha scritto:

    Ma questo che vende?

  82. Pino Iaco ha scritto:

    Azz. un padre…pardon un nipotino costituente….quanta conoscenza buttata via.

  83. Irene Moretto ha scritto:

    Bravo Di Maio….. le riforme le deve fare chi e’ legittimato a farle…… non un premier abusivo che patteggia con un condannato cacciato dal senato !!!!!!!

  84. Nicola Romano ha scritto:

    Sono capaci di dire tutto e il contrario di tutto.Ricordano un certo Cavaliere.Forse per questo stanno diventando amici dei leghisti.

  85. Leonardo Loconsole ha scritto:

    Bravo stai per diventare un politico ti manca solo un piccolo reato.

  86. Rosina Fanali ha scritto:

    povero mongolino

  87. Luca Sanna ha scritto:

    Certo. E se renzi fosse per il bicameralismo, allora vorreste una camera sola…

  88. Pietro Favaro ha scritto:

    …. paura di perdere il posto di lavoro e anche il vitalizio ????

  89. Cuoco Salvatore ha scritto:

    C’è da chiedere se anche questa posizione è stata vagliata dalla rete e in che misura. Con quanti partecipanti, quanti votanti e per quali quesiti. O la rete serve ed è comoda a corrente alternata?

  90. Salvatore Caputo ha scritto:

    Perchè ge gentaccia come voi e grillo va avanti solo col caos

  91. Alberto Baccini ha scritto:

    La verità è che Matteo vi ha fottuti!

  92. Cuoco Salvatore ha scritto:

    All’attivissimo Paolo D’Eugenio proverei a chiedere dove era il m5s quando qualcuno gli ha proposto poche cose da fare e ritornare a votare con una nuova legge? Lo ricorda lo streaming con Bersani, e ricorda quello con Letta, e ricorda quello a cui a partecipato anche il comico genovese con Renzi. Non può negare che di opportunità di poter contare quel 25% l’ha avuta. Possibile che siano tutti così scordarelli? Non pretendo una risposta, la conosco già. Prevede l’alterazione della realtà e a me queato gioco non piace. Buona sera Paolo D’Eugenio

  93. Vanni Mircoli ha scritto:

    Di Maio e soci: dei veri imbroglioni di merda !!!!

  94. Fabio Masci ha scritto:

    Grande!!!

  95. Marghe Ferrari ha scritto:

    ma cosa fate date i numeri…..volevate togliere il magna magna e invece…..

  96. Rocco Lillo ha scritto:

    Giacomo Picchi vai a leggere il programma del movimento 5 stelle dato che da nessuna parte cè scritto in cui si prevede l’abolizione del senato. Inoltre: il senato diventa camere delle autonomie, ciò che cambia è che i membri non sono più eletti dal popolo e a poteri molto ridotti, nel senso che non può votare la fiducia, le leggi, ecc.. quindi passano da oltre 300 membri a circa 150, portando un risparmio di una 50ina di milioni l’anno. Il senato è stato creato per dare una revisione alle leggi ogni qualvolta si presentavano in parlamento per rivederle, per presentare modifiche e migliorarle. Ora ti chiedo, non sarebbe meglio dimezzare il numero dei parlamentari e i loro stipendi? Quindi passiamo da circa 1000 parlamentari a circa 500, con stipendi da 20000 a 10000 e un senato che resta come garanzia in quanto previsto dalla nostra costituzione (che ti ricorda è la più bella del mondo). Questo è nel programma del movimento 5 stelle, ora però non venirmi a dire che il senato rallenta l’approvazione delle leggi, perchè quando le leggi si vogliono approvare si approvano in brevissimo tempo (il lodo alfano è stato approvato in 1 settimana, ed p una legge vergogna!). Detto questo, le province non vengono abolite, ma cambiano solo nome, nel senso che entrano in gioco le città metropolitano, con un aumento di oltre 30000 tra consiglieri comunali e assessori, restano gli uffici provinciali(con tutti i loro costi) e quindi come puoi ben capire non cè nessun risparmio. Per quanto riguarda gli stipendi dei mangaer pubblici sembra che gli unici ad essere toccati saranno quelli di società non quotate in borsa, e considerando che gli stipendi più elevati sono proprio di queste società il risparmio sarà minimo o praticamente invisibile. Per quanto riguarda le province puoi guardare questo dibattito tra la bonafè e di maio che rispecchia tutto ciò che ti ho raccontato. http://www.youtube.com/watch?v=UolzQbrRGvU. Giacomo cambiamo questo paese, basta con questi ladri che ce lo hanno distrutto!

  97. Rocco Lillo ha scritto:

    Lidia Mora non siamo mai stati a favore dell’abolizione del senato, per questo faremo decidere in rete. Detto questo io non mi fido della gente che ci ha distrutto questo paese e che oggi viene a raccontarci che vuole cambiarlo!

  98. Rocco Lillo ha scritto:

    Stefano Galatolo, puoi anche andare a vedere tutte le proposte di legge che abbiamo presentato, sia quelle approvate sia quelle bocciate, tra le quali reddito di cittadinanza abolizione irap, incentivi per assunzione ai giovani e molto altro..

  99. Giacomo Picchi ha scritto:

    Rocco Lillo..su molte cose che dici sono d’accordo. .e vorrei anche io cambiare molte cose. .penso che la politica sia l’arte del possibile. .è partito un processo di riforme epocale dopo 30anni di immobilismo. .io aspetto Renzi alla prova dei fatti senza aperture di credito ma senza pregiudizi. .vediamo quali risultati raggiunge. .non sono pessimista come te. .almeno è iniziato un percorso di cambiamento. .certe cose che dici non sono esatte. .a mio parere i risparmi ci sono. .non eclatanti. .diciamo quelli possibili. Non dimenticare che il parlamento è quello eletto un anno fa. .e Renzi deve guardarsi sopratutto dal PD..insomma aspetto l’approvazione per valutare poi i risparmi effettivi. .senza mollare sulla necessità di cambiare le cose

  100. Massimo Romano ha scritto:

    E cosa c’entra ?! l’Italia non è uno stato federale ma ha un notevole decentramento con realtà regionali molto forti….diciamo la verità Grillo vuole bloccare tutto e ad ogni riforma non sa cosa inventarsi per giustificare la marcia indietro. E i grillini fanno ooohhhhh

  101. Gloria Moretto ha scritto:

    e che presto si fa a cambiar idea quando gli altri vogliono finalmente provare a far qualcosa….che schifo ttuuo l’incontrario di tutto

  102. Franco Salaris ha scritto:

    Gattopardesco

  103. Enrico Giostrelli ha scritto:

    Da quando lo sta facendo Renzi, siete per la parità. Fate pena. Non vi rendete conto di quanto siete squallidi nel fare politica con i sistemi che a parole dite di combattere.

  104. Daniele Cifaldi ha scritto:

    Scodinzola come pochi

  105. Fosco Massimiliano Magaraggia ha scritto:

    forte ed “alto” argomento giuridico…..

  106. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    Giusto per il gusto di essere contro

  107. Salvatore Sarnataro ha scritto:

    Per pappare ancora

  108. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Nel merito delle questioni che pongono quelli contrari alla riforma renzianverdiniana.

  109. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Quella di Bersani era una farsa messa su per far accettare a voi piddini quello che il PD voleva fare sin dall’inizio e cioè il governo con Berlusconi. E non lo dico io. L’hanno detto Bersani, Letta, Emiliano ….

  110. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Quindi uno stato federale è uguale ad uno Stato diviso in regioni? Complimenti.

  111. Rosina Fanali ha scritto:

    idiota

  112. Cristaldini Roberto ha scritto:

    Diciamo di cambiare tutto e di piu, che il cambiamento proposto dagli altri non vale nulla…cosi’ poi alla fine abbiamo raggiunto il ns. Obiettivo: quello di non cambiare niente. Amen

  113. Massimo Romano ha scritto:

    Paolo non fare il sapientino; il fatto che l’ordinamento tedesco sia diverso non vuol dire che non si può fare una camera delle autonomie anche in Italia. Non ti piace l’accostamento ? vai e vedere le modalità di elezione del senato francese, oppure della camera dei lord in UK (e non ripartire con le differenze di ordinamento..). Il problema è che Grillo non vuole cambiare niente altrimenti poi contro chi se la prende ?? 😀

  114. Paolo Zaccaria ha scritto:

    davvero incomprensibile,prima tutti a casa,ora che viene meno il senato siete per mantenerlo?!?

  115. Cuoco Salvatore ha scritto:

    Dall’ultima risposta data dal signor Paolo D’Eugenio si palesa la sua parzialità ed appartenenza al m5s. Quindi non vale ciò che ho scritto in precedenza. Io non ho interessi di parte ma una posizione politica, condivisibile o meno ma un’autonoma posizione scelta di campo. Lui no, scrive le stesse trite è ritrite parole d’ordine emanate dal comitato centrale ristretto (2 componenti) del movimento. Quindi a dialogare con lui, come si dice dalle mie parti, si perde la pezza e il sapone. Mi dispiace

  116. Maurizio Talamo ha scritto:

    quanta inutilità…. per questi grillini pure un euro al mese di stipendio sarebbe un euro sprecato.

  117. Alterys Van Pelt ha scritto:

    ma se Renzi vuole risparmiare soldi perchè non DIMEZZA il numero e lo stipendio dei parlamentari e senatori? Se toglie il Senato farà le leggi solo al Parlamento senza chiedere mai la FIDUCIA e allora non avremmo più il garantismo o la seconda lettura delle leggi. Dovremo accettare tutto senza possibilità di replica. Qui finisce la democrazia! Che vi pensate che i Presidenti e i consiglieri regionali, e i sindaci ci vengono gratis fino a ROma?

  118. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Il Senato, in Francia, ha gli stessi poteri della Camera. Non è più eletto dai cittadini ma da 150.000 grandi elettori.

  119. Margherita Simoni ha scritto:

    questi ne sanno niente di Politica e perciò sono innocui come un tronco sulla strada che per passare devi perdere il tempo di toglierlo. Ma la Costituzione, quella sì, gliel’ hanno fatta studiare insegnandogli come interpretarla a seconda del tornaconto di partito.

  120. Margherita Simoni ha scritto:

    certo che logorroico come sei una ripassatina all’italiano non guasterebbe…

  121. Giacomo Celi ha scritto:

    Ma non dovevano lottare contro gli sprechi e gli enti o istituzioni inutili? Per non parlare dell’inevitabile snellimento per l’approvazione delle leggi!

  122. Margherita Simoni ha scritto:

    Leggendo i post grilli si evince che sono scritti da piccoli evasori fiscali e da chi altri non ha alcuna voglia di lavorare, entrambi con una strizza boia perché ‘sto giro il sistema mostra di voler cambiare.

  123. Margherita Simoni ha scritto:

    sì, ma adesso hanno avuto l’ordine di dimenticarselo 🙂

Lascia un commento