•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 3 aprile, 2014

articolo scritto da:

Senato, Zagrebelsky “Riforma è fuoriuscita da Costituzione”

zagrebelsky

Nuovo intervento di Gustavo Zagrebelsky sulla riforma del Senato: “l’insieme, sottolineo l’insieme, mi pare configuri, come si usa dire, una fuoriuscita” dalla Costituzione. Zagrebelsky attacca: “c’è un disegno costituzionale che cova da lungo tempo e che oggi, a differenza di allora viene alla luce del sole. Gli oppositori d’un tempo sono diventati sostenitori”.

Il costituzionalista, che giudica non chiari i compiti del nuovo Senato, sottolinea: “piuttosto che farne un pasticcio, sarebbe meglio abolirlo del tutto”. E alla domanda di quanto ci sia di Berlusconi nel disegno del premier Renzi risponde: “essendo d’accordo, tutto è di tutti e due. Le schermaglie non sono divergenze sui contenuti, ma timori reciproci di mancamenti ai patti o calcoli d’utilità politica contingente”.

zagrebelsky

Zagrebelsky sottolinea di non essere ‘imbarazzato’ dall’adesione del M5S al manifesto di Libertà e Giustizia: “ha aderito all’appello per la difesa della democrazia costituzionale: è un brutto segno? Semmai il contrario”. “Per mettere mano a una riforma – continua il professore – bisognerebbe chiarirsene prima il senso”. “I Senati devono corrispondere a un’esigenza di precauzione” e “dato che la democrazia rappresentativa pensa ai tempi brevi, i Senati dovrebbero servire ai tempi lunghi: dovrebbero essere ‘conservatori di futuro'”.

“Mi piacerebbe – continua il costituzionalista – che si discutesse d’un Senato autorevole, elettivo, per il quale valgano rigorose norme d’incompatibilità e d’ineleggibilità, diverso dalla Camera dei deputati, sottratto però all’opportunismo indotto dalla ricerca della rielezione”.

Zagrebelsky invita ad “andare oltre il bicameralismo perfetto, non per umiliare, ma per valorizzare: eliminare il voto di fiducia, ma prevedere un ruolo importante sugli argomenti ‘etici’, di politica estera e militare, di politica finanziaria che gravano sul futuro. Altro potrebbe essere il controllo preventivo sulle nomine nei grandi enti dello Stato”.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

4 comments
Massimo Romano
Massimo Romano

Cmq. è bene ascoltare tutte le opinioni ma in Italia non esiste solo Zagrebelsky....

Nicola Berardi
Nicola Berardi

Cosa diranno ora i grillini, che si erano appellati a lui per dare peso alla loro opinione sulla non abolizione?