•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 7 aprile, 2014

articolo scritto da:

Elezioni Europee, i candidati del Partito Democratico. E Grillo attacca Renzi

nuova segreteria pd presentata da renzi

Alle elezioni europee di maggio 2014, il Partito Democratico presenterà una lista di agguerritissimi candidati. Renzi vuole dimostrare il suo valore aggiunto.

Tanti i nomi in lista nelle cinque diverse circoscrizioni (nord est, nord ovest, centro, sud, isole). Mercoledì si terrà l’approvazione definitiva. Sarà il premier, in veste di segretario di partito, a dare l’ok finale. Intanto, circolano le prime indiscrezioni sui possibili futuri eurodeputati.

Fa rumore il primo nome di vip candidato da Renzi: è l’ex calciatore e campione del mondo 1982 Marco Tardelli. Ma sono tanti i nomi che il Nazareno (sede nazionale del Partito Democratico, ndr) sta mettendo insieme. E non è mai facile mediare tra le richieste dei territori ed i nomi nazionali che provengono dall’alto. Sonia Alfano, attuale Presidente della Commissione Antimafia Europea, eletta indipendente nelle liste dell’Idv nel 2009, stavolta potrebbe candidarsi coi democratici. Come lei, anche il capo del Dipartimento per la giustizia minorile del ministero della Giustizia, il magistrato Caterina Chinnici, sembra avere un posto sicuro nelle liste dem. E poi il deputato Massimo Paolucci, l’ex Ministra dell’Integrazione Cecile Kyenge, l’ex Presidente della Giunta regionale piemontese Mercedes Bresso e tanti altri.

tardelli

Europarlamentari uscenti: Roberto Gualtieri, docente universitario e dalemiano di ferro, è in pole position per la riconferma. Poi Sergio Cofferati, ex numero 1 della Cgil, il quale, pochi giorni fa, ha ricevuto il disco verde da parte della direzione del Partito Democratico ligure. Quindi Andrea Cozzolino, il quale nome divenne noto ai più per le elezioni primarie per la scelta del sindaco di Napoli. Di Sonia Alfano si è parlato.

Infine i capolista. Uno per ognuna delle cinque macro circoscrizioni: Stefano Boeri, architetto ed ex assessore della Giunta Comunale milanese (con Pisapia) dovrebbe essere il capolista nel nord ovest (Piemonte, Valle D’Aosta, Liguria e Lombardia). Paolo De Castro, molto vicino a Prodi – essendone stato Ministro dell’Agricoltura sotto il suo Governo -, nel nord est (Friuli Venezia e Giulia, Trentino Alto Adige, Emilia-Romagna e Veneto). Nel sud Italia (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia) sarà il sindaco di Bari, Michele Emiliano, a guidare la compagine democratica. Poi nelle isole dovrebbe quasi sicuramente essere il sindaco di Lampedusa, Giusy Nicolini, capolista dem.

Il nodo più spinoso resta nella circoscrizione centro (Lazio, Toscana, Umbria e Marche): David Sassoli, capodelegazione del Partito Democratico all’Europarlamento e scorso capolista nelle stesse regioni, dovrebbe essere di nuovo il numero uno. A meno che, però, Lucia Annibali, l’avvocatessa sfregiata dal suo ex compagno precisamente un anno fa e poi insignita di un’onorificenza dal Capo dello Stato per il coraggio e la forza con cui ha affrontato il suo calvario, non accetti la proposta di Renzi, ovvero quella di guidare il Partito Democratico in queste quattro regioni.

Kyenge a Brescia, tensioni in piazza

In uno scenario ancora confuso si inserisce Beppe Grillo. Dal suo blog, l’ex comico genovese sottolinea come il Movimento 5 Stelle abbia fatto le “europarlamentarie: Oltre 33.000 persone che decidono liberamente e insieme tutti i candidati delle liste per le elezioni europee”. Secondo Grillo questi voti sono passati inosservati alla stampa che ha messo a tacere l’informazione. E quindi attacca il Partito Democratico, reo di non aver organizzato alcune elezioni per decidere i nomi che si candideranno ad uno scranno di Bruxelles e Strasburgo: “nessuno parla invece – scrive feroce Grillo – delle primarie del Pd per le europee. Le regole sono semplici. Il votante è uno solo: il caro (nel senso che è costato due euro a ogni elettore pd) leader Renzie. I potenziali candidati devono essere foglie di fico (si parla di Tardelli, l’ex calciatore), ex ministri finiti nel dimenticatoio (come la Kyenge o De Castro), pasdaran di partito (Bresso, Cofferati, Emiliano, Cozzolino)”. La ragione per la quale non fare le primarie? Per il M5S è chiaro: sarebbero state un flop. “Ennesime buffonarie – le chiama Grillo -. Nessuno avrebbe pagato altri due euro per sostenere ancora Berlusconi. Ha quindi optato per il votante unico: lui stesso”. Insomma, la battaglia per le europee è entrata nel vivo. Sarà Renzi contro Grillo: il governo contro l’opposizione. Con l’incognita Berlusconi che potrà essere, addirittura, l’ago della bilancia.

Daniele Errera

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

22 Commenti

  1. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    Alle europee proporzionale e PREFERENZE sono DI SERIE. grillo voto inutile. Vota Altra Europa con Tsipras

  2. Andrea Lai ha scritto:

    Tsipras chi??!!?? ahahahaahahahah! ambrogio tsipras avrebbe un certo languorino come di….POLTRONE ahahahaahahahah

  3. Lucio Bufo ha scritto:

    Grillo attaccasse una corda alla prima trave e si impiccasse …

  4. Annita Mastrodomenico ha scritto:

    Perché non Totti?.. e basta!,.. ma candidassero gente capace e competente!

  5. Alessandro Sopetti ha scritto:

    33000 voti on line non certificati sono un vero plebiscito!

  6. Giuseppe Pontello ha scritto:

    …le primarie sono per gli allocchi.. !!!..per i comunisti nudi e crudi….!!!

  7. Gian Carlo Figliozzi ha scritto:

    Termometro Politico linka anche il video dove tardelli ammette che non ne sa nulla di politica

  8. Emanuele Martini ha scritto:

    beh quello per i m5s sarebbe un punto d’onore: facce pulite che non sanno nulla di politica.

  9. Giacomo Picchi ha scritto:

    Invece le primarie grilline…ah ah ah

  10. Lorenzo Gucciarelli ha scritto:

    Voi continuate pure a mettere fruttivendoli, segretarie e finti studenti… quello col grado intellettivo piu elevato del M5S è uscito ieri dalla facoltá di giurisprudenza

  11. Luigi Babbetto ha scritto:

    Quelli del Pd di candidati hanno già prenotato l’apertura del conto corrente di riserva da deputati al parlamento
    Italiano a quello europeo …. Aumentano lo spessore del gratta gratta ed il capo e’ un povero cretino presuntuoso

  12. Alan Ford ha scritto:

    Berlusconi vi sta aspettando per parlare ancora di riforma del Senato. Correte. Ma perché invece non provvedete a far rientrare i regali fatti alle società delle slot? E perché accettate zitti e muti che si spendano MILIARDI per quei catorci degli F35 che manco gli USA vogliono? Perché questo paese di bagonghi non taglia i mega stipendi ai manager pubblici e pensioni d’oro?

  13. Giacomo Picchi ha scritto:

    Informati Alan Ford..Renzi è presidente del Consiglio da 40 giorni. .sta cambiando tante cose ed è l’unico che ha i numeri per farlo. .l’unico. ..gli altri fanno solo chiacchiere

  14. Alan Ford ha scritto:

    per ora ha i numeri per fare chiacchiere: ha promesso: a febbraio legge elettorale e riforme costituzionali, a marzo il lavoro, ad aprile la pubblica amministrazione ed a maggio il fisco. Dunque, mi sono informato e febbraio è passato, come pure marzo; aprile è a buon punto… Cosa sta cambiando, in meglio intendo, perché a cambiare in peggio tutti i bischeri son buoni?

  15. Maria Paola Ciancarelli ha scritto:

    Deve essere terribile avere il chiodo fisso su una persona sapendo che quella persona non vi caca di pezza (come si dice a Roma) tradotto non vi pensa nemmeno, e va dritto per la sua strada!!

  16. Alan Ford ha scritto:

    già, ma che ci vuoi fare, Berlusconi è così, ti usa poi ti getta, se lo potevano immaginare quei democristiani dei piddini.

  17. Alan Ford ha scritto:

    stai pensando agli incompetenti indagati, rinviati a giudizio e/o condannati del piddì e partner pidielle vero? Non prendertela, fanno schifo a tutti, mica solo a te.

  18. Gian Carlo Figliozzi ha scritto:

    il grado piu alto di laureati in parlamento e’ de m5s,complimento per il vs massimo, la Pina Picierno

  19. Lorenzo Gucciarelli ha scritto:

    Ma cosa pretendi da dei ragazzini che si saranno laureati si e no 3 anni fa e che la massima esperienza che hanno fatto sará dietro a una scrivania o a fare le fotocopie… come il vostro difensore Travaglio che dall alto della sua intelligenza si è laureato alla giovanissima etá di 33 anni in storia e sottolineo in storia no in ingegneria nucleare

  20. Maria Paola Ciancarelli ha scritto:

    •Non è vero che il M5S è il partito col maggior numero di laureati ma è appena il quarto;
    •il numero di laureati del M5S è più o meno pari a quello dell’odiato PD;
    •il partito col maggior numero di laureati è Scelta Civica;
    •fra quelli famosi, la lega nord è quella col minor numero di laureati (e parecchie sono comprate, conoscendoli).
    Cancella il post se vuoi.

  21. Mario Lanza ha scritto:

    alan ford grillino,dovevo vederle tutte nella mia vita. grillo ha capito che oramai lo posson seguire soltanto le merde di destra,quindi continua ad inveire contro renzi per rubar voti al nano…in ogni caso forza italia,lega e movimento vengon votati dagli stessi minus habens.

  22. Mario Lanza ha scritto:

    al tuo cognome hanno aggiunto due T…toglile.

Lascia un commento