•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 8 aprile, 2014

articolo scritto da:

Zagrebelsky e Rodotà: con Renzi svolte populiste. Si riapra il dialogo

Pochi giorni fa l’appello di Zagrebelsky contro le riforme volute da Renzi: “Renzi vuole stravolgere la Costituzione. Firmiamo per fermarlo”. Hanno aderito Rodotà, Grillo, Casaleggio e tanti altri. Adesso l’ex giudice della Corte Costituzionale chiama l’attenzione del Presidente del Consiglio sostenendo una proposta.

Il giurista piemontese pensa di esser stato tagliente “ma quali strumenti vede oltre l’appello? Il problema è che l’unico modo di mettersi in gioco, per Renzi, sembra essere quello di dire sì a Renzi”, afferma in un’intervista a La Stampa. Poi gli si chiede se l’etichetta di ‘professore’, che i giornali gli hanno additato (“l’appello dei professori”), gli garba: “è una parola di scherno. Ci gonfiano per poterci umiliare e cantare vittoria. Sono e mi sento un professore. Il mio habitat è l’Università, a contatto con gli studenti”. Poi Zagrebelsky parla del rapporto con la politica parlamentare: “varie volte mi sono state offerte candidature. Ho sempre rifiutato perché la politica non fa per me. È cosa molto seria, e bisogna averne la vocazione. L’unico potere, per quelli come me e Rodotà, è dire ciò che si pensa. Mentre il dovere di un politico è ascoltare tutti; poi naturalmente tocca a lui decidere”.

Non è cosa vostra, manifestazione per la Costituzione

Quindi il discorso passa su Renzi. Conosciuto da giovane, secondo il costituzionalista, non dava l’impressione di avere una vena così altamente verticistica: “allora, non avrei immaginato la vena di una certa presunzione che mi pare emerga ora e si manifesta con battute e frasi fatte al posto di argomenti. La presunzione consiste nella chiusura a ogni discussione, un atteggiamento che presuppone il possesso del criterio del bene e del male”. Ecco perché Zagrebelsky auspica al dialogo: “se ci fossero canali aperti al confronto, si farebbe tutti più strada: tutti, come si conviene in materia di Costituzione. Ma questo presupporrebbe una cosa, che manca, come ha detto Massimo Cacciari: la chiarezza d’un disegno generale del quale discutere”.

Stefano Rodotà, co-firmatario dell’appello, dalle colonne de La Repubblica, parla di svolte populiste: “Renzi  deve riaprire i canali di comunicazione tra istituzioni e cittadini, abbandonando la logica che riduce le elezioni a investitura di un governo che risponderà ai cittadini solo cinque anni dopo, alle successive elezioni”. Conclude affondando sul premier: “le semplificazioni autoritarie sono ingannevoli, la concentrazione del potere nelle mani del solo governo, o di una sola persona, produce l’illusione dell’efficienza e il rischio della riduzione della democrazia. Si sta creando una pericolosa congiunzione tra disincanto democratico e pulsioni populiste”.

Daniele Errera

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

24 Commenti

  1. Marco Solfrini ha scritto:

    Che noia sti vecchi conservatori senza una sola idea innovativa e che badano solo ad interessi privati, disinteressati a quelli del Paese!!!
    Basta….
    Siete monotoni, mono-toni e benevoli come una coltura di parassiti!!!

  2. Mirko Cecchini ha scritto:

    Ma sì continuiamo a discutere come facciamo da vent’anni per non cambiare nulla.

  3. Geggino De Defaultis ha scritto:

    ma si distrgiaola la cosituzione! Questi monotoni parassiti sono l’unico inralcio al piano p2 di Gelli

  4. Stefano Sbardella ha scritto:

    Ma il populismo, secondo qualcuno vicino a Rodotà, non è ‘alta politica’?

  5. Mimmo Ristori ha scritto:

    Sì, santoni della Repubblica, ricominciamo tutto di nuovo, il Paese può aspettare……!

  6. Lidia Mora ha scritto:

    siete vecchi ritiratevi state tranquilli a casa rodotà e company

  7. Raffaele Zullo ha scritto:

    Rodotà e Zagrebelski tirassero fuori le palle e si facessero rispettare.
    Andiamo tutti a prenderli per le palle.

  8. Cristaldini Roberto ha scritto:

    Gerontocomici

  9. Raffaele Zullo ha scritto:

    Marco Solfrini
    Tanto per dire qualche puttanata a prescindere.
    Cambiare si, ma non in peggio ed aumentare le spese, anziché diminuirle.
    Monotoni e parassiti sono quei politici che ti hanno portato a questo sfacelo e che vedo difendi ancora, difendi l’indifendibile.
    Va bè ognuno è padrone di pensarla come vuole, penso comunque che tu abbia tutti i mezzi, mi sembri (non ti conosco vado a naso) una persona che ne ha, con un po’ di onestà intellettuale potresti vedere le cose in altro modo, mi permetto di dire forse nel modo giusto.
    Simpaticamente

  10. Luisa Bacocchia ha scritto:

    largo ai giovani

  11. Vanni Mircoli ha scritto:

    Ogni tanto dovrebbero lavorare !!!

  12. Marino Coati ha scritto:

    …patetico !!!

  13. Adriano Calvo ha scritto:

    andatevene via

  14. Fusaro Nello ha scritto:

    Cari Zag & Rod, non stiamo parlando di scenari populustici bensì di un malcelato comportamento reazionario puro…

  15. Stefano Faccin ha scritto:

    Non ho capito, ma il populista non era Grillo?

  16. Melina Pitari ha scritto:

    Uff godetevi la pensione..

  17. Lorenzo Sassi ha scritto:

    andate affanculo entrambi

  18. Enrico Giostrelli ha scritto:

    …con Grillo invece, che svolte ci sono?

  19. Daniele Brinati ha scritto:

    Magari fosse populismo VERO…è il peggior globalismo strozzino prono alla UE sotto mentite spoglie!

  20. Angela Di Siena ha scritto:

    State sbagliando verso. In Italia è di moda che quelli di sinistra sono i primi nemici del PD. Se volete contribuire alla rinascita del Paese dovete smetterla di fare i professori e cercare di dare una mano a chi, finalmente, propone qualcosa di concreto. Ma voi, insieme a tutti i sinistrati, lo ostacolate fino a prediligere Grillo. Adesso siamo noi a dire basta con il nostro voto …..

  21. Sergio Failla ha scritto:

    Com’é che Rodotà non lo dice mai di Grillo che è una deriva populista? Delle due una, o é poco lucido o come tanti ha rancori personali contro il PD e deve per forza deleggittimare…. Davvero una delusione!!

  22. Angelina Di Gregorio ha scritto:

    La smettano con il loro vittimismo.

  23. Fabio Coppola ha scritto:

    Si a cambiare il sistema sarà sicuramente qualcuno messo li dallo stesso sistema che dovrebbe essere cambiato! Questo non lo ha eletto nessuno. Ma poi che credibilità può avere uno che fa le riforme costituzionali con un pregiudicato come Berlusconi?

  24. Flores Mazzetta ha scritto:

    Per dirci cosa!?

Lascia un commento