•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 7 settembre, 2014

articolo scritto da:

Berlusconi sponsor di Putin: “Irresponsabile l’atteggiamento Nato verso la Russia”

Putin e Berlusconi che ridono

Il conflitto ucraino ha portato ai minimi storici le relazioni tra i paesi Nato e la Russia ma non ha scalfito l’affetto di Silvio Berlusconi nei confronti dell’amico Vladimir Putin. Anzi, lo ha rafforzato tanto che l’ex Cav, collegandosi telefonicamente al raduno dei giovani di Fi, a Giovinazzo (Bari), dove è in corso l’ultima delle tre giornate di lavori, prende le difese del presidente russo. Per il leader di FI “a causa di una malaugurata carenza di leadership internazionale” si sta assumendo “un atteggiamento ridicolmente e irresponsabilmente sanzionatorio nei confronti della Federazione Russa, che non può non difendere i cittadini ucraini di origine russa che considera come fratelli”.

Putin e Berlusconi

“Siamo in angoscia per la profonda crisi dell’economia che va di male in peggio – ha spiegato Berlusconi – e ancor più per la situazione internazionale e per le decisioni dei vertici occidentali, americani, la Nato, i vertici europei che, direi incredibilmente e irresponsabilmente, hanno cancellato e stanno cancellando il grande lavoro e i risultati che avevamo conseguito noi, nel 2002, con il trattato di Pratica di Mare, mettendo fine a mezzo secolo di guerra fredda che ci aveva angosciati”. “Ora – ha concluso – a causa di una malaugurata carenza di leadership internazionale, tutto questo viene cancellato con un atteggiamento ridicolmente e irresponsabilmente sanzionatorio nei confronti della Federazione Russa, che non può non difendere i cittadini ucraini di origine russa che considera come fratelli”.

Berlusconi si è poi dedicato ai temi di politica interna. “Noi siamo all’opposizione di questo governo e portiamo avanti i nostri impegni con grande dedizione e senso di responsabilità. Contrastiamo con forza le misure economiche del governo che non ci convincono, diamo il nostro impegno alle modifiche dell’assetto istituzionale necessarie a rendere governabile il Paese”. “Noi – ha rilevato – in Italia purtroppo non abbiamo mai imparato a votare. Abbiamo sempre frazionato i nostri voti: dal ’48 a oggi nessun movimento politico ha avuto da solo la maggioranza per governare. E a causa di questo frazionamento l’Italia non è veramente governabile. Solo se si riuscisse a cambiare l’assetto istituzionale – ha sottolineato l’ex Cavaliere- potrebbe diventarlo”. “Noi – ha concluso – nel 2005 con le nostre riforme ci eravamo riusciti, ma una opposizione veramente incurante del bene dell’Italia, votata alla politica del tanto meglio tanto peggio, ha cancellato queste e altre riforme con un referendum abrogativo che, purtroppo, è stato votato dalla maggioranza degli italiani”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

17 comments
Giorgio Sornicola
Giorgio Sornicola

voi sapete tutti che Berlusconi lo voglio vedere fare casermaggio a San Vittore ma questa volta ha ragione vorrei però anche dei fatti concreti dal Cavaliere non solo chiacchiere

Giovanni Merli
Giovanni Merli

Per un attimo pensavo fosse rinsavito......poi ha parlato di Israele e mi sono tranquillizzato.

Lorenzo Roggi
Lorenzo Roggi

che invasione? quella europea e americana che hanno deposto con le armi un governo eletto democraticamente (e certificato dagli osservatori internazionali)?

Alessandra Zaccari
Alessandra Zaccari

per una volta, è giusto ammetterlo, ma il vecchietto di Arcore ha ragione. Del resto chi pensa il contrario su questa vicenda, lo vada a raccontare a quelle aziende italiane del comparto agroalimentare, e non solo quello, che stanno subendo perdite gravi, per la comprensibile reazione di Putin alle sanzioni folli perpetrate dalla Ue, incluso dai nostri incapaci e cechi governanti italiani. Non vengano poi a raccontarci di ripresa economica, di fiducia, di investimenti delle aziende, ecc... Poi voglio vedere fino a quando abbiamo sufficienza energetica per scaldarci, visto che prima o poi anche le scorte di gas finiranno....

Alessandra Zaccari
Alessandra Zaccari

invece Alex consentiamo agli Usa di invadere l'Irak e l'Afghanistan? Consentiamo alla Francia di invadere la Libia? Consentiamo ad Israele di invadere la Palestina? Consentiamo anche di invadere in futuro la Siria? Fino a prova contraria, la Russia non ha invaso l'ucraina, ma sta solo tutelando le popolazioni russe presenti in Ucraina.

Paolo Pucciarelli
Paolo Pucciarelli

La Russia non ha invaso niente.La Russia protegge la resistenza dei russi d'Ucraina alla Repressione Nazionalista Ucraina.L'Ucraina puo' entrare nella Nato,ma i Russi di Ucraiani devono stare sotto la loro patria.

Alex Parela
Alex Parela

consentiamo alla Russia di invadere militarmente un altro Stato, senza prendere posizione ?

Gianna Bertoldi
Gianna Bertoldi

Con rammarico per la prima volta do' ragione a Berlusconi !!!!!!!

Gianfranco Mancini
Gianfranco Mancini

Hanno fatto bene o no gli italiani a cacciare questo delinquente???

Giorgio Virotta
Giorgio Virotta

CULO & CAMICIA .... Ma il quesito è...... Chi è il culo .... e chi la camicia .... un bel dramma.....

Rodolfo Bolla
Rodolfo Bolla

Matteo Renzi è invece sponsor dell'imperialismo americano, che ha tutto l'interesse in un conflitto Europa/Russia. Questo conflitto indebolirebbe entrambe le potenze e le loro economie, dando agli USA ulteriori spazi di crescita e di rafforzamento economico militare a livello globale. Sul piano geopolitico poi i Russi hanno ragione da vendere: i territori russi regalati all'Ucraina, quando l'Ucraina faceva parte dell'Unione Sovietica, non creava un problema. Ora, che l'Ucraina vuole entrare nell'Unione Europea, non ha senso negare l'autonomia alle provincie russe che vogliono tornare con la Russia. In questo conflitto Matteo Renzi sceglie anche l'alleanza con i nazisti ucraini. Allego la mappa dell'Europa che chiarisce in modo inconfutabile che se c'è un espansionismo da combattere, questo espansionismo non è certamente quello russo. Se ora la Russia avverte la necessità di contrastare l'espansionismo della NATO, come dargli torto? https://www.facebook.com/125224937677727/photos/a.151020825098138.1073741829.125224937677727/289343307932555/?type=1&relevant_count=1

Trackbacks

  1. Anonimo scrive:

    […] Scritto da: Andrea Turco —————————————————————- |Clicca qui per leggere l'articolo| —————————————————————- |Clicca qui per leggere gli […]