•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 11 aprile, 2014

articolo scritto da:

Jean Todt: “la Formula 1 è malata!”

jean todt

Jean Todt, presidente della FIA in carica dal 2009, si trova attualmente a dover affrontare non pochi problemi, tutti causati dalla Formula 1.

Il campionato mondiale di F1 2014 è iniziato male e sta proseguendo peggio: gare sempre più noiose e motori ben poco arrembanti – quasi soporiferi – stanno facendo storcere il naso ai tifosi, ma non ci sono solo quei problemi. L’acidità di stomaco di Todt è causata, oltre che dagli sbadigli dei tifosi, da gravissime questioni di tipo economico e finanziario. Ad inizio aprile il numero 1 della FIA ha dichiarato alla testata tedesca “Welt am Sonntag” che c’è il serio rischio di perdere delle scuderie rinomate ormai strozzate dagli elevatissimi costi del circus. “Ho parlato a lungo con i rappresentanti di diverse squadre e vogliono che si arrivi a una limitazione dei costi. I team sono arrivati da me e da Ecclestone, implorandoci di introdurre il budget cap. La Lotus ci ha confessato di non essere in grado di pagare i piloti; anche Wiliams e Sauber hanno lo stesso problema”.

formula-1-2014

Grane a non finire e, in più, continua a piovere sul bagnato: secondo “Autosprint” Todt vorrebbe rivedere la regola dell’assegnazione dei doppi punti in occasione dell’ultima gara del mondiale. La trovata dei doppi punti – mai particolarmente apprezzata dal manager francese – fa mugugnare anche gli appassionati, sempre più distanti da questa Formula 1. “È una cosa che avevamo voluto riconsiderare con il Gruppo Strategico, perché ha avuto una reazione molto negativa da parte degli appassionati, che personalmente mi ha stupito perché non mi sembrava un cambiamento così grande – spiega Todt – Ma per poter davvero cambiare questa regola serviva un accordo unanime. E quando abbiamo avuto l’incontro per decidere, questo non c’è stato. Non mi chiedete chi ha detto sì e chi ha detto no. Fatto sta che alla fine non ho potuto far altro che dire: “Va bene, vedremo alla fine della stagione quale sarà stata la reazione”. In ogni caso dobbiamo ascoltare e tenere in considerazione quello che vogliono gli appassionati”

jean-todt

Sembra quindi definitivamente chiusa la stagione in cui la Formula 1 riusciva a combinare la sua funzione primaria, spettacolo automobilistico, con quella secondaria, ricerca e sviluppo tecnologico. Oramai la sfera tecnologica domina il circus a discapito dello spettacolo e delle naturali attitudini dei piloti. Insomma, quei Gran Premi che qualche irriducibile tenta di guardare la domenica – solo su Sky praticamente – non sono che l’ombra della Formula 1 appassionante e divertente. Todt non va per mezzi termini e conclude: “La Formula 1 è in terapia intensiva e il tempo sta passando inesorabilmente. Entro la fine di giugno, dovremo trovare una soluzione al problema, il tempo stringe”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

9 comments
Bob Bukowsky
Bob Bukowsky

..e anche dell'utri non sta tanto bene...

Ciro Pocobello
Ciro Pocobello

finchè ci saranno le scommesse sarà sempre malata .

Antonello Nusca
Antonello Nusca

Troppa fissazione con la riduzione di consumi e costi. E' uno spettacolo che non può essere parsimonioso per definizione.

Francesco Passeri
Francesco Passeri

L'ultima gara è stata una delle più belle degli ultimi anni. I problemi economici ci sono e il vero scandalo sono i paid-drivers.

Massimiliano Arcari
Massimiliano Arcari

Motori da almeno 2000 di cilindrata con bi-turbo vedi come guarisce in fretta!