•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 10 settembre, 2014

articolo scritto da:

Regionali: accordo tra Forza Italia e Nuovo Centrodestra

Solo uniti si vince“. A dichiararlo è l’ex premier Silvio Berlusconi in merito ad un possibile ricongiungimento tra Fi e Ncd in vista delle elezioni regionali. Anche se di una riunificazione tra Berlusconi e Alfano si era già parlato, tra gli alfaniani convivono tuttora diverse sensibilità: da un lato i fautori di un accordo con Forza Italia  tra cui Maurizio Lupi, Barbara Saltamartini e Nunzia De Girolamo, dall’altro gli scettici, Beatrice Lorenzin e Fabrizio Cicchitto in primis.

Le trattative tra Fi e Ncd guardano alle prossime elezioni regionali che si terranno in Emilia-Romagna e Calabria. Ma se l’Emilia appare come una partita persa in partenza, è sulla Calabria che Berlusconi e Alfano puntano tutto. Rimettere insieme i cocci di quello che era il Pdl potrebbe offrire un’alternativa agli elettori e rubare qualche voto al Pd di Renzi.

La fusione sembra dunque cosa fatta. “Affrontiamo le trattative con la vecchia coalizione con uno spirito di collaborazione e con la volontà di ricostruire il centrodestra. Vogliamo fare gli accordi con loro che partano dalle regionali per arrivare a mettere insieme un accordo generale e di programma” afferma Altero Matteoli illustrando a piazza San Lorenzo in Lucina gli obiettivi della commissione nazionale designata da Berlusconi per le elezioni regionali. Oltre a Matteoli, ne fanno parte i due capigruppo di Camera e Senato Renato Brunetta e Paolo Romani, Giovanni Toti e Sestino Giacomoni.

“Con gli ex alleati – prosegue Matteoli – abbiamo già iniziato a discutere delle alleanze per la Calabria e l’Emilia Romagna e possiamo dirci soddisfatti”. La prossima settimana fa sapere ancora il senatore di Fi ci sarà un incontro anche con la Lega Nord. Matteoli non nega le difficoltà per un partito come Ndc che in questo momento si trova al governo: “Non è facile per loro sedersi al tavolo con noi, ma io resto convinto che sono più le cose che ci tengono insieme rispetto a quelle che ci separano”. Convinto che ci siano le basi per ricostruire l’alleanza anche Paolo Romani, capogruppo azzurro in Senato: “Il segnale che vogliamo dare – spiega – è quello di fare un lavoro accurato che tenga conto delle sensibilità espresse dal territorio”. A Romani fa eco Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia che ci tiene a sottolineare come “gli elementi di coesione sono molto forti nel centrodestra e le differenze sono molte di meno rispetto a quelle che ora ci sono tra le varie ‘animè del Pd. Lo slogan è ‘uniti si vincè ma uniti si fa anche il meglio per il Paese”. Quello che però Forza Italia ci tiene a ribadire mandando un messaggio chiaro a tutti gli alleati è che le intese “non saranno a macchia di leopardo. Se ci sarà un’intesa sarà generale per tutte le regioni”.

berlusconi alfano regionali

Sfuma quindi una possibile alleanza tra il Ncd e il Pd, alleanza che alcuni alfaniani avevano preso in considerazione, anche perchè Renzi ha dichiarato di non essere interessato ad alcun accordo con il Nuovo centrodestra.

Alessandra Scolaro

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

4 Commenti

  1. Marco Corvi ha scritto:

    Ma va? E chi lo avrebbe mai detto……

  2. Piero Bisicchia ha scritto:

    Mamma mia ti passa pure la voglia di andare a votare.Ma dico non provano vergogna.Perche dobbiamo subirci questi personaggi.Pensare che li ho pure votati in passato ora provo vergogna ,maledetti.

  3. Marisa Fenaroli ha scritto:

    ma non dovevamo vederci più? mi spiace proprio per chi li ha votati prima sembrava che non li votasse nessuno boh

  4. Giulio Giliberti ha scritto:

    s’hanno accucchiato un’altra volta?

Lascia un commento