•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 22 settembre, 2014

articolo scritto da:

Napoli in crisi profonda: addio a Benitez?

La vittoria in Europa League contro lo Sparta Praga sembrava aver riportato il sereno a Napoli.
Il rigore di Higuain e la doppietta di Mertens avevano avuto il merito di scacciare gli incubi di un mercato negativo e di un cocentissima eliminazione dalla Champions League.
Il sereno però è durato ben poco: ad Udine i partenopei offrono una delle peggiori prestazioni di questo inizio di stagione e vengono puniti dalla rete di Danilo.
Ciò che stupisce di questo Napoli non è tanto l’aver perso in un campo ostico come quello friulano quanto l’atteggiamento messo in campo e la confusione mostrata per tutti i 90 minuti.
Sorprendendo un po’ tutti Benitez sceglie di lasciare in panchina il febbricitante Inler, Mertens, Callejon e Hamsik.
Il duo davanti alla difesa, formato da Gargano e dal neo arrivato Lopez, garantisce tanti muscoli ma pochissima visione di gioco e il trio dietro Higuain non è degno di una squadra che ambisce a vincere il campionato: Zuniga, Michu e Insigne non inventano, non supportano la punta, non sono utili in difesa. Semplicemente inguardabili.
Higuain
L’ingresso di Callejon e Mertens svegliano i partenopei ma non basta: l’ errore di Koulibaly offre a Danilo un’occasione impossibile da sprecare, le sviste difensive condannano ancora una volta gli uomini di Benitez.
Il triplice fischio finale è musica per le orecchie dei tifosi dell’Udinese e rumore assordante per gli azzurri.
Higuain, isolato per gran parte della partita, si infuria con se stesso e con il mondo intero, Benitez nasconde a stento la delusione, la rabbia del Presidente De Laurentiis è silenziosa ma implacabile.
L’impressione che in questo Napoli qualcosa si sia rotto diventa ormai una certezza: la squadra che vinceva, si divertiva e faceva divertire ora non sorride più.
La forma fisica appare seriamente deficitaria, il gioco latita e la difesa (spesso mal protetta dal centrocampo) commette errori da cartellino rosso. I tanti impegni ravvicinati possono giustificare un minimo di turn over, ma i massicci cambi di Benitez sono difficili da spiegare: come può, una squadra chiamata a riscattare un inizio di stagione difficilissimo, presentarsi ad Udine senza tre dei giocatori più importanti?
Hamsik e Insigne
L’involuzione di Hamsik e Insigne, che specialmente nel primo ha radice nella scorsa stagione, non accenna ad arrestarsi e anche Gonzalo Higuain appare sempre più nervoso e sfiduciato.
La pazienza dei tifosi presto giungerà al termine: il match infrasettimanale contro il Palermo potrebbe essere la famigerata “ultima spiaggia” per Rafa Benitez, bersagliato da ogni parte eppure incapace di reagire sul campo.

Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

Lascia un commento