•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 24 settembre, 2014

articolo scritto da:

Presidente Senato Grasso “Non si può fare la riforma della giustizia contro i magistrati”

Il presidente del Senato Pietro Grasso affronta il tema delle riforme: dalla giustizia, alla legge elettorale sino alla riforma del Senato. “La riforma della giustizia non si può fare contro i magistrati” afferma Grasso in un’intervista al Corriere della Sera in cui definisce quello delle ferie dei magistrati “un falso problema” e smentisce che abbiano privilegi: “ci sono giudici che non hanno neppure l’ufficio, lavorano a casa”.

E poi aggiunge: “temo che in Italia ci siano troppi avvocati” e “si potrebbe porre un limite, introducendo il numero chiuso agli esami di abilitazione. Ma la riforma della giustizia – sottolinea – non può essere punitiva nei confronti delle varie categorie. Non si può fare contro gli avvocati, e tanto meno contro i magistrati”. Sugli arbitrati, “si è già tentato di ridurre il contenzioso attraverso il giudice di pace o forme di soluzione extra-giudiziale, come la conciliazione; che però non hanno eliminato i milioni di processi arretrati”, rileva Grasso.

Per abbreviare le cause “è fondamentale riformare i motivi del ricorso in Cassazione”. Quanto all’Appello, “è assurdo consentire di impugnare le sentenze di patteggiamento. Si può pensare di escludere l’appello anche in altri casi”. In merito alla legge elettorale, “le preferenze richiamano tempi segnati dai rapporti clientelari. Nel mondo dei miei sogni – afferma Grasso – ci sono primarie regolamentate per legge e collegi uninominali, con i cittadini che scelgono il loro rappresentante tra candidati che risiedono nel collegio da almeno dieci anni e che sono candidati solo lì”.

 grasso presidente senato a forum ambrosetti

L. ELETTORALE, GRASSO “PRIMARIE PER LEGGE E COLLEGI UNINOMINALI” – Nell’intervista al Corriere Grasso si esprime così sulla riforma della legge elettorale: “Le preferenze richiamano tempi segnati dai rapporti clientelari. Nel mondo dei miei sogni ci sono primarie regolamentate per legge e collegi uninominali, con i cittadini che scelgono il loro rappresentante tra candidati che risiedono nel collegio da almeno dieci anni. E che sono candidati solo lì, non altrove”.

RIFORME, GRASSO “CITTADINI INDICHINO CONSIGLIERI REGIONALI PER SENATO” – Sulla riforma del Senato “molto è già cambiato, e in meglio, rispetto al progetto iniziale del governo. Resto convinto che, per garantire in parte la rappresentanza, sarebbe meglio consentire agli elettori di indicare i consiglieri regionali che andranno a Palazzo Madama, magari con una semplice preferenza”.

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

14 Commenti

  1. Lorenzo Gucciarelli ha scritto:

    Ma va ?! Il 90% di coloro che siedono in Parlamento sono avvocati…

  2. Pietro Cadeddu ha scritto:

    Taci merdacciaU0001f4a9U0001f4a9U0001f4a9tu sei peggio di loro

  3. Giuseppe Perdichizzi ha scritto:

    …..e nemmeno contro i politici. Basta solo il culo dei normali cittadini.

  4. Nicola Pedone ha scritto:

    che io sappia ci sono piu’ avvocati a roma che in tutta la francia

  5. Pasquale Ascioti ha scritto:

    Io temo che in parlamento ci siano troppi parlamentari…. O no…????

  6. Marco Corvi ha scritto:

    Se la fate con Silvio…..

  7. Giuseppe Di Marco ha scritto:

    Noo per l amor di dio Noo..

  8. Orru Maurizio ha scritto:

    da quale pulpito !

  9. Emanuele Savoia ha scritto:

    Ha ragione, siamo il paese di azzeccagarbugli!

  10. Massimo Nesti ha scritto:

    Davvero?

  11. Eugenio Trovato ha scritto:

    tu sei una merda uguale ai tuoi colleghi di pietro de magistris,ingoria…vi buttate in politica per arraffare piu soldi!

  12. Beniamino Mancari ha scritto:

    io temo ke in italia ci siano troppe teste di czzo grasso dei miei coglioni

  13. Francesco De Florio ha scritto:

    No secondo grasso non è chi amministra che è responsabile ma gli avvocati che chiedono allo stato giustizia per i cittadini…ovviamente la scemenza detta é frutto di una repressione di chi non conosce neanche minimamente le difficoltà di essere avvocato

  14. Luigi Scarrà ha scritto:

    mi sembra giusto, le riforme vanno fatte contro i lavoratori e pensionati, le caste di tutti riami non si toccano.

Lascia un commento