•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 24 settembre, 2014

articolo scritto da:

Pasticcio sicurezza in Francia, gli 007 mancano la cattura di tre jihadisti

Un’operazione sulla carta semplice, quasi di routine, si è trasformata in un incubo per l’Eliseo e le autorità parigine. Martedì gli 007 aspettavano il ritorno in Francia di tre presunti jihadisti: Imad Jjebali, Gael Maurize e Abdelouahab El Baghdadi, erano stati fermati a fine Agosto in Turchia per problemi legati al permesso di soggiorno. I servizi francesi se li erano già fatti scappare una volta: nei primi mesi del 2014 erano riusciti a eludere i controlli e a recarsi in Siria.

In questi giorni era stata fatta molta pubblicità intorno alla cattura dei tre: uno di loro, El Baghdadi, è il marito di Souad Merah, sorella di Mohamed Merah conosciuto come il “killer di Tolosa”. Nel 2012, Merah, uccise sette persone, di cui tre minorenni, di fronte a una scuola ebraica, attentato rivendicato da un gruppo vicino ad Al Qaeda, per poi essere a sua volta ucciso, dopo un assedio di 33 ore, in un conflitto a fuoco con la polizia.

Il clamore mediatico suscitato dall’imminente cattura ha solo amplificato la portata della magra figura: l’aereo sul quale avrebbero dovuto essere è stato fermato sulla pista d’atterraggio dell’aeroporto parigino di Orly, ma dei presunti jihadisti neanche l’ombra. Il capitano dell’aereo ha riferito di essersi rifiutato, come suo diritto, di imbarcare i tre: non avevano i documenti amministrativi necessari, glieli avrebbero dovuti fornire le autorità di Ankara.

francia 007

El Baghdadi e gli altri due hanno preso il primo volo immediatamente successivo per la Francia ma diretto a Marsiglia. Arrivati sono stati loro stessi a stupirsi per primi: nessuno li aspettava, tantomeno la polizia. Con i loro passaporti sono passati attraverso i controlli senza incontrare resistenza. Il sistema informatico che controlla i documenti, il software Cheope, Martedì pomeriggio, non funzionava.

Il loro avvocato nella mattinata di oggi ha reso nota la disponibilità dei tre a consegnarsi e a rispondere alle domande degli inquirenti. Il quotidiano Libération poche ore fa ha confermato la notizia: si sono consegnati ai gendarmi di Caylar, nel distretto meridionale di Herault. Tuttavia il caso è lontano dall’essersi risolto: il ministro della Difesa francese, Le Drian, ha evidenziato la mancanza di coordinazione con i servizi turchi, sicuramente non esenti da colpe.

Queste parole non sono bastate all’opposizione di centro destra: i membri dell’UMP hanno accusato il governo di “dilettantismo”. Alcuni hanno dichiarato: “ci rendono lo zimbello del mondo, sono un governo di incapaci”. Così ha detto anche il vice-sindaco di Nizza, Christian Estrosi, che ha poi aggiunto: “Inviamo aerei in Iraq e non controlliamo i nostri confini? La guerra è in Francia, la jihad è in Francia come in Iraq o Israele”.

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

1 Commento

  1. Pingback: Accade in Europa. - Pagina 8

Lascia un commento