•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 25 settembre, 2014

articolo scritto da:

Il monito di Napolitano: “Non più rinviabile la riforma della giustizia”

Napolitano, Movimento 5 Stelle Presentato impeachment

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano lancia un nuovo monito al Parlamento. “In relazione alla profonda crisi economica e sociale del paese – ha detto il Capo dello Stato incontrando al Quirinale i nuovi membri del Csm – si sono manifestate nuove ragioni di attualità e non rinviabilità dei problemi di riforma della giustizia”.

napolitano-spending review
“Al Parlamento – ha aggiunto-  è affidato l’impegno di restituire efficienza ad una macchina giudiziaria lenta e caotica, il cui funzionamento è largamente insoddisfacente“, “Le esigenze di corretto, lineare, spedito funzionamento del sistema giudiziario appaiono vitali al fine di dare le certezze e le garanzie di cui ha indispensabile bisogno lo sviluppo dell’attività economica e dell’occupazione” e gli investimenti pubblici e privati italiani e stranieri.

Napolitano, augurando un buon lavoro ai nuovi eletti del Csm, ha poi dichiarato:”Il Csm, nella sua componente togata, non è un assemblaggio di correnti ma un tutto unitario, nel rispetto delle libere e responsabili valutazioni di ogni suo membro”. Perché  le ‘correnti’ all’interno della Magistratura producono “compromessi e malsani bilanciamenti”, che incidono negativamente sull’attività del Csm e più in generale sul lavoro dei giudici italiani. E proprio la magistratura “non come casta chiusa” era il senso della composizione voluta dai costituenti per il Csm, ha ribadito Napolitano: “Gli eletti del Parlamento e il vice presidente del Csm scelto tra questi- ricorda il Capo dello Stato- valevano a ‘riallacciare’, così si espresse il presidente Ruini, l’organo di autogoverno della magistratura ‘alla fonte popolare’, ovvero alla rappresentanza generale della volontà popolare”.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

14 Commenti

  1. Giuseppe Perdichizzi ha scritto:

    Gli premono gli interessi del suo amicone silvio.

  2. Fabrizio Bina ha scritto:

    Guarda caso la macchina giudiziaria è da cambiare proprio nel giorno in cui viene chiamato a testimoniare sulla trattativa stato-mafia. Una VERGOGNA per la Nazione, questo presidente.

  3. Marina Tiraboschi ha scritto:

    per la riforma che hanno in cantiere …… meglio lasciare tutto così com’è! il nuovo che avanza ha deciso di cambiare tutto per non cambiare niente e gli interessi del pregiudicato sono comunque intatti. se bisogna obbligatoriamente fare la riforma ad personam era meglio lasciare le leggi vergogna che il nano ci è fatto da solo ……. povero pd come sei caduto in basso diventato l’ennesima prostituta di b.

  4. Pingback: La mafia non esiste! - Pagina 11

  5. Meris Pellegrini ha scritto:

    Qualcuno si vuole parare il culo??

  6. Ottavio Bollini ha scritto:

    vuole salvare la classe politica corrotta e mafiosa…arrestatelo !!!!!!

  7. Enzo De Carolis ha scritto:

    ma quando è che se ne va?!

  8. Alessio Impronta ha scritto:

    Certo, ci sono molte cose da cambiare nella giustizia. Ma io più lo guardo, Napolitano, e più vedo un vecchio – troppo vecchio davvero – in malafede.

  9. Elimo El Bri ha scritto:

    non più rinviabile la sua dipartita

  10. Lamberto Giusti ha scritto:

    E anche il cambio del presidente della Repubblica…

  11. Fulvio Ugo De Lucis ha scritto:

    Sai qualcosa sulla trattativa stato – Mafia che hai così fretta ?

  12. Pingback: Anonimo

  13. Paola Mercuri ha scritto:

    VITTORIA DEL MOVIMENTO 5 STELLE: SCONFITTA LA CASTA, RISPARMIATI 80 MILIONI DI EURO!
    Il M5S ha battuto la vera maggioranza che regge il Governo, ovvero il partito unico del vitalizio. I parlamentari di centro, destra e sinistra stanno portando avanti una strategia precisa per la crescita. Delle loro tasche, ovviamente. La crisi si aggrava ogni giorno, la sedia di Renzi comincia a scricchiolare e le elezioni anticipate si profilano all’orizzonte. Così in Senato è stato presentata una norma ad castam per assicurarsi che, in caso di scioglimento delle Camere, fossero ugualmente corrisposti i vitalizi. L’ordine del giorno al bilancio di Palazzo Madama, firmato da Ncd, avrebbe consentito ai senatori di incassare gli assegni d’oro anche prima della scadenza naturale della legislatura. Se non ci fosse stato il M5S, la norma sarebbe senz’altro passata in cavalleria: ma li abbiamo colti con le mani nel sacco, costringendoli a ritirare l’indecente proposta. I vitalizi dei senatori costano ai cittadini 80 milioni di euro, soldi che con questa norma sarebbero stati erogati anche in caso di elezioni anticipate. Grazie alle nostre denunce la casta è stata costretta a battere in ritirata: ecco cosa succede quando i cittadini entrano nelle istituzioni. Il MoVimento 5 Stelle è in Parlamento per aprirlo come una scatoletta, siamo cittadini che vigilano come sentinelle perché la politica sia orientata al bene pubblico e non agli interessi personali. Questa è l’Italia a 5 Stelle! Noi continuiamo a fare la differenza nelle istituzioni, tutti i giorni, per il bene del Paese: ogni voto dato al M5S, è il caso di dirlo, è ben speso!

  14. Marco Corvi ha scritto:

    Si si la sta scrivendo Ghedini……

Lascia un commento