•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 4 ottobre, 2014

articolo scritto da:

Naspi, arriva il sussidio per 1.3 milioni di precari

dati lavoro

Dopo l’Aspi e la mini-Aspi, arriva la Naspi. Filippo Taddei, responsabile Economia e Lavoro del PD, annuncia l’arrivo del nuovo sussidio di disoccupazione. Con l’obiettivo di estendere la copertura a circa 1 milione e 300 mila precari.

CIFRE – Il governo punta a stanziare un miliardo e mezzo di euro nella prossima quanto imminente Legge di Stabilità, rendendoli quindi già spendibili per il 2015, in attesa dell’entrata a pieno regime del Jobs Act, prevista per il 2016. Per Matteo Renzi “un miliardo e mezzo non sono pochi”, ma il compagno di partito nonché ex ministro, Cesare Damiano, s’interroga: “Si tratta davvero di risorse in più o recuperate da un riciclo di quanto destinato alla cassa in deroga?”. Damiano inoltre aggiunge: “E se fossero in più, cosa ci facciamo con un miliardo e mezzo? Poco. L’equivalente di un’indennità di 700 euro al mese lordi per un anno a 178.571 persone. Non basta”. Dubbi sulle risorse anche dal sottosegretario Carlo Dell’Aringa: “Se si vogliono tutelare anche le partite Iva a monocommittenza… Quelle sono tantissime, i soldi non basterebbero”.

disoccupazione

REQUISITI – La novità della Naspi riguarda i requisiti: basteranno appena tre mesi di contribuzione nell’ultimo anno lavorativo. Una condizione molto meno stringente rispetto all’attuale Aspi – contributi da almeno due anni e aver lavorato negli ultimi 12 mesi –  e mini Aspi, che richiede 13 settimane di contribuzione nell’ultimo anno.

SPARTIACQUE 2016 – Tra due anni, con l’entrata a pieno regime del Jobs Act, le risorse subiranno una decisa rimodulazione. Con l’esaurimento della cassa integrazione in deroga – previsto dalla Legge Fornero – e la fine dell’indennità di mobilità,si libereranno circa 4 miliardi e mezzo, cui aggiungere il miliardo e mezzo stanziato per la Naspi. La torta – che attualmente vale 23 miliardi, tra cig in deroga, straordinaria (cigs), ordinaria (cigo), mobilità ed indennità di disoccupazione – confluirà quasi esclusivamente nella Naspi, che – ad esclusione dei 4.6 miliardi destinati a cigs e cigo – dovrebbe avere un peso da circa 18 miliardi e mezzo. Una cifra tale da garantire un sussidio universale che, secondo il governo, sarà calcolabile in circa 1.100-1.200 euro massimo nei primi mesi, per poi calare a 700 euro, con durate massime di due anni – per i lavoratori dipendenti – e sei mesi per gli atipici. Con l’obbligo, ovviamente, di accettare le nuove offerte di lavoro proposte.

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

2 Commenti

  1. Mauro Kyriakos Loru ha scritto:

    Naspi ? Sembra il nome di un medicinale

  2. Mimmo Ristori ha scritto:

    Vi ricordate le file per il nuovo gingillo elettronico della Apple? Il mondo alla rovescia!

Lascia un commento