•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 21 ottobre, 2014

articolo scritto da:

Forza Italia verso la ‘dolce morte’?

incontro renzi berlusconi

Forza Italia starebbe morendo per cedere il passo a Renzi e per tutelare Mediaset. Questa la notizia – neanche troppo sbalorditiva – che si legge in un articolo dell’Huffington Post. Questa “dolce morte” dell’impero politico di Silvio Berlusconi sarebbe il giusto sacrificio per salvare quello imprenditoriale, la vera e concreta eredità dei suoi figli. Sono rumors più che credibili provenienti da Arcore quelli che parlano di un ritiro dell’ex premier dalla politica, mentre a beneficiare di questo abbandono sarà proprio Matteo Renzi.

Tale questione sembra sia stata “annunciata” domenica scorsa nel salotto televisivo di Barbara D’Urso, a Domenica Live, quando l’attuale premier ha illustrato quella manovra – di bilancio – che fa innamorare l’elettorato azzurro dell’ex Cavaliere,  perché piena di sgravi fiscali, Irap e agevolazioni per le imprese. È talmente evidente che da parte di Renzi ci sia la volontà esplicita – e la strategia politica – di rubare i fedeli elettori di Berlusconi, e per di più con la faccia di farlo proprio su una sua rete televisiva, che certi anonimi non hanno potuto che commentare: “E’ chiaro che Berlusconi sta assecondando lo fondamento al centro di Renzi del suo elettorato. E’ uno sfondamento consenziente. Sarebbe stato improbabile vedere Prodi o D’Alema nel salotto della D’Urso in questo modo”.

Ma ormai c’è una palese accondiscendenza del leader di Forza Italia, il quale non si preoccupa più di fare opposizione, se non con qualche frase di circostanza. Ma nemmeno: quando recentemente è stato approvato il testo della legge di stabilità, sono state molte le critiche arrivate dal mondo politico ed istituzionale, mentre invece nessuna voce è arrivata dal centrodestra azzurro, che si è ritirato in un silenzio-assenso.

incontro forza italia milano

A guardare i sondaggi più recenti, la strategia di Berlusconi appare più che evidente: Forza Italia è ormai al 14% con tendenza a scendere, e la fuga dei voti sta prendendo due direzioni diverse; da una parte gli elettori si avvicinano al Pd, mentre dall’altra – quella più destrorsa – vanno verso la Lega lepenista di Salvini. Tempo fa di questa lenta morte del suo partito Berlusconi se ne sarebbe subito accorto e sarebbe corso immediatamente ai ripari, ma che non sia invece più una sua priorità è oggi abbastanza evidente. E’ infatti arrivato un altro assenso – prima impensabile – dell’ex premier, quello sulla legge elettorale e la sua apertura al premio di lista anziché di coalizione. In questo modo Berlusconi si accontenta di un terzo posto nella competizione elettorale – dopo Pd e M5S – ma chiede sottilmente, o forse neanche troppo, qualcosa indietro a Renzi: cioè che il governo tuteli il suo impero e la sua eredità, al fine di lasciare ai figli delle imprese efficienti e funzionanti.

D’altronde, la situazione è di sofferenza diffusa: Mediaset si trova in passivo, Fininvest è in rosso, mentre Forza Italia stessa ha dei debiti che possono essere coperti solo dal buon nome di Berlusconi. Poi c’è la fastidiosa questione di Bankitalia, che sta obbligando Fininvest a vendere in Mediolanum quelle quote che superano il 9,9%, mentre Telecom vorrebbe Mediaset Premium dando in cambio una quota nel gruppo delle telecomunicazioni. “Renzi deve difenderci”, questo il grido di Silvio nella turbata pace dei suoi affari.

A questi deve pensare Berlusconi, più che a rinsaldare il partito e giocare una partita politica che sa già di perdere. Ricomporre un centrodestra del tutto frammentato – con una Lega trasformata, un Alfano troppo moderato e una Meloni altrettanto “svigorita” – sarebbe una fatica troppo grande. L’ex Cavaliere, ora come ora, ha tutt’altre “gatte da pelare”.

Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

18 Commenti

  1. Fulvio Ugo De Lucis ha scritto:

    PASSANO AL PD…

  2. Luigi Vigji ha scritto:

    eccoli qua…..

  3. Pino Iaco ha scritto:

    …il travaso….

  4. Marco Marella ha scritto:

    una razza una faccia

  5. Teddy Matteo Rossini ha scritto:

    Ma se renzi fosse stato un tuo successore vedevi forza italia al 40 %

  6. Adriano G. V. Esposito ha scritto:

    Ha parlato! Mortacci tua.

  7. Giuseppe Perdichizzi ha scritto:

    Sono alleati con un patto di sangue,come quello che stringono i mafiosi. O vivono insieme o muoiono insieme. I PDioti ora amano il pregiudicato di Arcore.

  8. Benedetto Cadeddu ha scritto:

    Fantasie.

  9. Lucia Locatelli ha scritto:

    Siamo gente strana noi italiani. Berlusconi era il il peggio del peggio. Ora che è in agonia grazie a Renzi che vogliamo?

  10. Angelo Masia ha scritto:

    doveva morire molti anni prima

  11. Antonio Totino ha scritto:

    ma quale morte risuscita al servizio del BOMBA che sarà il caimano giovane e degno erede del vecchio!

  12. Elimo El Bri ha scritto:

    Ma sperem in una morte collettiva

  13. Michele Provenzano ha scritto:

    È nel DNA della politica

  14. Eligio Santo Masella ha scritto:

    Ha sempre pensato agli affari suoi, degli italiani non se ne frega nulla!

  15. Angela Roberto ha scritto:

    Era ora ma secondo me non cambiera’ niente.

  16. Vittorio Ascalone ha scritto:

    Hanno molto in comune: un vecchio gran paraculo ed un giovane paraculo (che promette molto bene !).

  17. Lysia Neri ha scritto:

    Troppo belle sarebbe questa news!

  18. Florio Capaccioli ha scritto:

    Molto presto correranno insieme.

Lascia un commento