•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 22 ottobre, 2014

articolo scritto da:

Stati Uniti, elezioni di metà mandato: che cambia se vincono i Repubblicani

elezioni usa

Negli Stati Uniti mancano meno di due settimane alle elezioni di metà mandato. Si vota il 4 novembre per eleggere governatori, rinnovare la Camera e parte del Senato ma l’interesse generale nel paese non decolla.

Non è un fatto insolito: le elezioni di midterm generalmente fanno registrare bassi livelli di affluenza alle urne. Non c’è di mezzo la scelta del presidente e gli americani restano molto tiepidi.

Inoltre i due partiti stanno iniziando a pensare proprio alle presidenziali del 2016: chi vuole correre dovrà cominciare a farlo a partire dall’inizio del 2015, e questa è una ragione in più che sta togliendo energie alle incombenti elezioni di metà mandato.

Eppure gli effetti del voto del 4 novembre sulla politica degli Stati Uniti non sono marginali e non lo sono soprattutto stavolta, con un il presidente Obama arrivato al suo sesto anno alla Casa Bianca e due camere di colore diverso.

I Repubblicani infatti manterranno la maggioranza alla Camera e potrebbero conquistarla anche al Senato. Se così dovesse essere, cosa cambierebbe negli Stati Uniti?

Stati Uniti 2

Photo by Paul ArpsCC BY 2.0

L’agenda politica americana potrebbe subire qualche modifica ma nella sostanza, come sottolineato da Usa Today, non cambierebbe molto considerato che il destino della politica a Washington è comunque quello di restare spaccata in due tra Democratici e Repubblicani.

Negli ultimi anni, Camera e Senato non hanno brillato in quanto a laboriosità. Ingorghi, frizioni, scontri politici, regolamenti sfruttati al massimo: il risultato è stato un numero molto basso di leggi, frutto di uno stallo che difficilmente verrà superato nei prossimi due anni. Come sottolineato dalla BBC, l’attuale congresso è il meno produttivo nella storia recente degli Stati Uniti.

Se dovessero vincere la battaglia del Senato, i Repubblicani adotteranno un atteggiamento più aggressivo. Su alcune questioni è probabile che Obama dovrà scendere a compromessi con gli avversari politici; su altre ricorrerà al suo diritto di vero.

Ma avere un Congresso a maggioranza repubblicana e una Casa Bianca con un inquilino democratico potrebbe incidere anche su altre questioni.

Un Congresso controllato dai Repubblicani infatti potrà esercitare la propria influenza in molti modi e su molti campi: dalle nomine dei giudici della Corte Suprema alla scelta di numerosi funzionari statali.

Immagine in evidenza: photo by Clyde RobinsonCC BY 2.0

Sondaggio Index: la scissione farebbe crollare il Pd CLICCA IL VIDEO

Sondaggio Index: la scissione farebbe crollare il Pd CLICCA IL VIDEO

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Come si chiamerà il gruppo degli scissionisti Pd?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle Voluttà

#efamolostoflavio

#efamolostoflavio

articolo scritto da:

Trackbacks

  1. […] terzo del Senato e un terzo dei governatori degli stati. I Repubblicani, che già hanno la Camera, potrebbero conquistare la maggioranza anche al Senato. Storicamente, il partito che tiene la Casa Bianca paga dazio alle elezioni di midterm. Considerata […]