•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 24 ottobre, 2014

articolo scritto da:

Il Governo Renzi? Una fiducia ogni 10 giorni

renzi

Avanti sì, ma a che prezzo? A suon di fiducia. Con un’impennata post elezioni europee di maggio scorso. E’ stato lì che Renzi ha capito, per mezzo di quel 40,8%, l’importanza della sua leadership ed il potere di ricatto che ne consegue. E le decine di fiducie poste sui dl governativi ne sono l’esternalizzazione più concreta. Vi ricordate le critiche al Governo Prodi II? Erano portate avanti da centrodestra, che poi, col Governo Berlusconi IV fece peggio, è noto. Poi il fragile Governo Letta seguì le orme dei predecessori (Monti compreso) con i voti di fiducia. Ma niente a che vedere con Renzi: negli otto mesi in cui l’ex sindaco di Firenze siede a Palazzo Chigi, i voti di fiducia si sono verificati una volta ogni dieci giorni, battendo quasi ogni possibile concorrenza. “Questa è l’ultima possibilità per l’Italia”, suole dire Renzi. Ed unito alla fragilità di Scelta Civica (8% nel 2013, ma 0,8% solo quindici mesi dopo) e di Nuovo Centrodestra (forte al Senato grazie ai suoi 32 membri, ma oggi al limite del 4%, soglia utile per entrare in Parlamento). Il Pd, al contrario, fa la parte del leone e ‘ricatta’ (politicamente parlando) i suoi alleati di Governo: “o è così”, sembrano voler dire dal Nazareno, “oppure si va alle elezioni. Ed alle ultime abbiamo preso il 40,8%, abbastanza per costituire un monocolore e lasciarvi parcheggiati fuori non solo dal Governo, ma anche dal Parlamento”. giudizio positivo di monti su renzi ma deve fare gol Ma le fiducie poste da Renzi servono anche per un’altra ragione: ricompattare le fila del Pd, specialmente della parte sinistra del partito. Molti di loro non rientrerebbero in Parlamento e così si ‘rassegnano’ a votare la fiducia (non sarebbero rieletti perché, seppur è vero che una quota è entrata grazie alle ‘Parlamentarie’, un’altra fetta importante è stata inserita nelle liste grazie all’allora candidato premier e segretario, Pier Luigi Bersani. Questi oggi non può contare più sul vecchio potere acquisito con anni di direzione del Nazareno e non potrebbe più far entrare i propri fedeli). ministro riforme E pensare che Enrico Letta (stesso partito, il Pd) ha Governato di più di quanto fino ad oggi abbia fatto Renzi, ma ha usato l’istituto solamente 10 volte. Il suo predecessore, il tecnico Mario Monti, collezionò oltre 50 fiducie in poco più di un anno: record puro. Poi c’è la Ministra Maria Elena Boschi, titolare delle Riforme e – soprattutto – dei Rapporti col Parlamento, che si è presentata solo poche volte nelle sedi istituzionali: 11 volte a Montecitorio e 13 a Palazzo Madama. L’Huffington Post ha ripreso alcuni dati de Il Sole 24 Ore e da questi ne evince che il 75% circa dei testi usciti dai due rami del Parlamento sono legati a fiducie parlamentari, un istituto previsto dalla Costituzione ma che spesso ha fatto insorgere addirittura il Capo dello Stato, perché vanifica la discussione di deputati e senatori, tagliando di netto tutti gli emendamenti richiesti.

Daniele Errera


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

100 comments
Irene Moretto
Irene Moretto

Che forse non ha la maggioranza che dice di avere ????

Rita Mariani
Rita Mariani

...una frasetta influenza teste pensanti??? Non credo piuttosto infastidisce cerebrolesi che non si accorgono dei danni che qst "signori" stanno arrecando al paese!

Maria Teresa Viceconti
Maria Teresa Viceconti

E' L'UNICO MODO CHE HANNO PER RESTARE SULLE POLTRONCINE E PRENDERE STIPENDI, GETTONI E BENEFICI VARI LORO E I LORO PARENTI! VERGOGNOSO

Mariaivana Occhini
Mariaivana Occhini

Magari se avesse fatto solo la legge elettorale e poi fossimo ritornati al voto forse governerebbe con un'altra legittimazione.Questo esecutivo che modifica la costituzione che riscrive lo statuto dei lavoratori che addirittura vuole fare una nuova legge sulla giustizia ....nessuno lo ha votato e nel programma di Bersani che anche io ho votato, tutto questo non C'ERA...DEMOCRAZIA VORREBBE CHE SE VUOL GOVERNARE IL CARO RENZINO DEVE RITORNARE ALLE URNE ALTRO CHE USARE CONTINUAMENTE LA FIDUCIA.

George Ross
George Ross

D'altronde tutti i primi ministri degli ultimi 20 anni anno usato il metodo della fiducia , se poi non si vuole usare la fiducia occorre abolire o modificare la costituzione !!!

George Ross
George Ross

Difatti o visto quante riforme avete fatto da trent'anni a questa parte , qualcuna era stata fatta da Berlusconi e vari D'Alema , Bersani ecc promossero un referemdum per farle abolire !! Adesso gentile signora io non dico sono perfette , pero' perlomeno ci prova a farle e poi ill/ma signora le riforme non anno un effetto immediato ci vuole del tempo per vedere i risultati !!! Io non sono del partito di Renzi pero' per uno che ci mette la sua faccia la sua voglia di fare bene per l'Italia be' lasciamolo lavorare in santa pace, e poi si giudichera' !!!!

Marina Tiraboschi
Marina Tiraboschi

renzi vuole depotenziare il parlamento, non sa governare ed ha una fifa blu di non farcela senza la fiducia

Marina Tiraboschi
Marina Tiraboschi

le riforme le vogliamo tutti, ma che siano riforme valide e non alla cazzo di cane come quelle di renzi

Paolo Giannuzzi
Paolo Giannuzzi

la fiducia dovrebbe essere solo l'ultima ratio da utilizzare per provvedimenti da prendere in urgenza, l'uso continuo svuota il parlamento del suo potere legislativo, attribuendo quest'ultimo al governo che dovrebbe essere solo esecutivo, in questo modo si combina il solito pasticcio di poteri e di competenze tipico dell'Italia di questo periodo, dove tutti fanno tutto, in barba alle regole

Giovanni Gobbi
Giovanni Gobbi

Solo in Italia chi governa non può farlo, negli altri paesi il giudizio lo dà l'elettore alle elezioni successive. Nel nostro paese esiste solo il gioco al massacro per poi poter dire che l'esecutivo in 5 anni non ha fatto niente, ed ecco l'ostruzionismo (che di democratico non ha niente) e l'arroganza dei parlamentari che hanno la presupponenza di sostituirsi al giudizio dell'elettore.

George Ross
George Ross

Io alcune cose non le condivido, pero' con questi politici della vecchia guardia del PD per forza deve mettere la fiducia, remano tutti contro !!! Vogliono le riforme ma poi pregano e sperano che non ci riesca a farle , questa e' la minoranza del Pd !!!! Vogliono riforme che non cambiano i loro averi .....

Massimo Consales
Massimo Consales

Una fiducia sui propositi giacché questo governo va avanti con gli spot e le slide e continua a salassare i soliti noti, mentre ricchi e privilegiati sollazzano.

Stefano Cappadona
Stefano Cappadona

È la prova che aldilà di tutte le panzane il governo non è unito ed ha paura. È la fashion-dittatura delle camicie bianche.

Mauro Caldini
Mauro Caldini

Leggo commenti di quelli che.... Renzi non lo devi nominare. Fin che si da addosso a quello e all'altro va tutto bene. Che dire allora del ruolo di chi dovrebbe essere il Garante delle Istituzioni? Il Parlamento e' delegittimato come mai, con questo continuo accesso dell'uso delli strumento della Fiducia da parte del Governo, e Napolirano dov'e'? mica e' colps di Termometri Politico, o sbaglio?

Giampiero D'Angelo
Giampiero D'Angelo

di questa gentaglia vigliacca e in malafede no ne può più nessuno!

Vito Martinelli
Vito Martinelli

governo sostenuto da cittadini FIDUCIOSI visti i sondaggi ammesso che siano veri.

Guido Zaccaro
Guido Zaccaro

Col tempo.. Chi è Renzi viene portato alla completa conoscenza...

Gianni Dandini
Gianni Dandini

E' un segno di debolezza, di paura delle contestazioni e non ha nulla di "democratico"

Nunzio Censabella
Nunzio Censabella

Il continuo ricorso alla fiducia vuol dire che la maggioranza non é abbastanza salda, ma che il governo è abbastanza forte da non essere sfiduciato.

Patrizia Baldi
Patrizia Baldi

una schifezza immonda perché quando un governo impone la fiducia manifesta la sua debolezza

Luca Marini
Luca Marini

Per adesso le chiacchiere le ha fatte Renzi

Mariella Rosati
Mariella Rosati

Necessaria,indispensabile per andare avanti spediti...non c'è tempo da perdere in chiacchiere.

Lello Petrone
Lello Petrone

Atto antidemocratico e fascista come il pd del resto

Angela Pagliaro
Angela Pagliaro

Quando ci sarà una riforma elettorale che determinerà una maggioranza sicura ,sicuramente diminuirà il ricorso al voto di fiducia .

Aldo Crosetto
Aldo Crosetto

Nessuna confusione..... erano diversi solo i mezzi ma la mancanza di libertà e democrazia li accomuna tutti tre. D'accordo con te per il "porco" ma è finito appeso ma io l'ho combattuto da vivo, mi vanto di essere un Partigiano combattente della 18^ Garibaldi

Gastone Losio
Gastone Losio

Solo e sempre fiducia. Questo è un Parlamento incostituzionale. Renzi è un Primo Ministro che rispetta crismi della Costituzione. Elementare. Questo Parlamento è una opzione infelice, illegale e estremamente pericoloso e costoso. www.losio.com#sindaci

Salvo Marino
Salvo Marino

ma a quale cosa ?al disastro ? hanno abbassato le pene per lo scambio politico mafioso 416 ter, vogliono abolire l'art 18 (anni fa quelli di sinistra riempivano il circo massimo per evitarlo quando voleva abolirlo berlusconi, lo spiegherete ai vostri figli poi), legge elettorale con berlusconi senza preferenze, conflitto di interessi scritto da berlusconi, legge di stabilità che autorizza trivellazioni in tutto il paese ... ripeto, non me ne vogliate, ma con un'informazione diversa, che vi dice come stanno le cose, credimi renzi, berlusconi, sel, lega ... nn li voterebbe nessuno. Abbiamo bisogno di politiche nuove, non di finti paladini del buonismo che dicono A e votano Z. all'estero l'han già capito.

Arnaldo Platano
Arnaldo Platano

Il problema . Sono le due camere . Se non mette la fiducia ? Le leggi non vedrebbero mai la luce...

Giampiero Isidori
Giampiero Isidori

Scusa, ms ti invidio xche' penso che in questi anni sei stata lontano dall'italia, mentre noi poveri mortali abbiamo assistito giorno dopo giorno alla cancellazione delle conquiste sociali degli anni precedenti. La democrazia poco alla volta veniva calpestata. Oggi forse dopo tanti anni si sta' cercando di uscire da da questa deriva. PS: il parlamento e' riuscito anche a votare la parentela di Ruby con Mubarak, altro che svolta autoritaria....

Giampiero Isidori
Giampiero Isidori

Le pecore che votano oggi sono le stesse pecore che non hanno fatto nessuna legge x migliorare questo paese, tipo dare un lavoro dignitoso ai tanti giovani che vengono schiavizzati senza che nessuno li difendeva. Pecore erano prima e pecore sino adesso, nulla e' cambiato, l'unica cosa e' che ora hanno una guida che li conduce verso uns strada che potrebbe e dico potrebve portare ad un quakcosa.

Salvo Marino
Salvo Marino

Cambiare è necessario, ma occhio perché bisogna cambiare ma in meglio, non in peggio come sta facendo renzi

Franco Gentile
Franco Gentile

Una prova di debolezza e di sfiducia verso i parlamentari che votanio solo per "disciplina di partito" ma son certo che molti, se avessero un pò opiù di coraggio, farebbero il contrario.......almeno spero!

Marco Angius
Marco Angius

e normale non e stato votato da nessuno ecco perche si votano con la fiducia, perche non provano a chiederla agli italiani