•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 24 ottobre, 2014

articolo scritto da:

Il Governo Renzi? Una fiducia ogni 10 giorni

Avanti sì, ma a che prezzo? A suon di fiducia. Con un’impennata post elezioni europee di maggio scorso. E’ stato lì che Renzi ha capito, per mezzo di quel 40,8%, l’importanza della sua leadership ed il potere di ricatto che ne consegue. E le decine di fiducie poste sui dl governativi ne sono l’esternalizzazione più concreta. Vi ricordate le critiche al Governo Prodi II? Erano portate avanti da centrodestra, che poi, col Governo Berlusconi IV fece peggio, è noto. Poi il fragile Governo Letta seguì le orme dei predecessori (Monti compreso) con i voti di fiducia. Ma niente a che vedere con Renzi: negli otto mesi in cui l’ex sindaco di Firenze siede a Palazzo Chigi, i voti di fiducia si sono verificati una volta ogni dieci giorni, battendo quasi ogni possibile concorrenza. “Questa è l’ultima possibilità per l’Italia”, suole dire Renzi. Ed unito alla fragilità di Scelta Civica (8% nel 2013, ma 0,8% solo quindici mesi dopo) e di Nuovo Centrodestra (forte al Senato grazie ai suoi 32 membri, ma oggi al limite del 4%, soglia utile per entrare in Parlamento). Il Pd, al contrario, fa la parte del leone e ‘ricatta’ (politicamente parlando) i suoi alleati di Governo: “o è così”, sembrano voler dire dal Nazareno, “oppure si va alle elezioni. Ed alle ultime abbiamo preso il 40,8%, abbastanza per costituire un monocolore e lasciarvi parcheggiati fuori non solo dal Governo, ma anche dal Parlamento”. giudizio positivo di monti su renzi ma deve fare gol Ma le fiducie poste da Renzi servono anche per un’altra ragione: ricompattare le fila del Pd, specialmente della parte sinistra del partito. Molti di loro non rientrerebbero in Parlamento e così si ‘rassegnano’ a votare la fiducia (non sarebbero rieletti perché, seppur è vero che una quota è entrata grazie alle ‘Parlamentarie’, un’altra fetta importante è stata inserita nelle liste grazie all’allora candidato premier e segretario, Pier Luigi Bersani. Questi oggi non può contare più sul vecchio potere acquisito con anni di direzione del Nazareno e non potrebbe più far entrare i propri fedeli). ministro riforme E pensare che Enrico Letta (stesso partito, il Pd) ha Governato di più di quanto fino ad oggi abbia fatto Renzi, ma ha usato l’istituto solamente 10 volte. Il suo predecessore, il tecnico Mario Monti, collezionò oltre 50 fiducie in poco più di un anno: record puro. Poi c’è la Ministra Maria Elena Boschi, titolare delle Riforme e – soprattutto – dei Rapporti col Parlamento, che si è presentata solo poche volte nelle sedi istituzionali: 11 volte a Montecitorio e 13 a Palazzo Madama. L’Huffington Post ha ripreso alcuni dati de Il Sole 24 Ore e da questi ne evince che il 75% circa dei testi usciti dai due rami del Parlamento sono legati a fiducie parlamentari, un istituto previsto dalla Costituzione ma che spesso ha fatto insorgere addirittura il Capo dello Stato, perché vanifica la discussione di deputati e senatori, tagliando di netto tutti gli emendamenti richiesti.

Daniele Errera

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

101 Commenti

  1. Francesco Passeri ha scritto:

    troppe ma necessarie

  2. Francesco Passeri ha scritto:

    troppe ma necessarie

  3. Andrea Spadaro ha scritto:

    Fascismo

  4. Agata Belviso ha scritto:

    dio denaro

  5. Maurizio Nastasi Lampis ha scritto:

    come tutti i governi! Incapacita’ o scelta obbligata?

  6. Fabio Lazzaroni ha scritto:

    Stante il bicameralismo perfetto e il suo funzionamento che porta, ove necessario, fino a quattro passaggi per licenziare una legge, regolamenti parlamentari anzianotti, l’elevato numero di deputati e senatori, una prassi spinta al parossismo per le audizioni divenute nei fatti una formalità, una legge ordinaria non impiega meno di un anno per essere approvata definitivamente. Questo avviene in un’epoca che, piaccia o no, corre velocissimamente. perciò si rischia di dar vita a provvedimenti già superati dalla realtà o comunque inadeguati. Certo, anche per via di mediazioni visto l’attuale sistema elettorale. Ecco spiegato il ricorso alla decretazione d’urgenza. Sessanta giorni in cui si può discutere e anche modificare. Il ruolo del Parlamento e dei parlamentari? La prima fase, decisiva, avviene in Commissione di cui fanno parte i parlamentari più esperti (si presume) della materia trattata. Gli altri partecipano in Aula, quasi sempre ratificando quanto deciso in Commissione o obbedendo al suo capogruppo. Per una parte di loro l’Aula è diventato il luogo della visibilità e questo spiega certi comportamenti oltre la decenza, a volte addirittura opposti, in termini decisionali, a quelli tenuti in Commissione. Questa è la realtà.

  7. Aldo Crosetto ha scritto:

    io lo paragono al duce (e non sono il solo) ………………………

  8. Antonio Gemma ha scritto:

    Per forza…non è che la cosa mi garba molto…ma ormai è una cosa storica…nei partiti c’è troppa gente che coltiva interessi personali…chi la vuole COTTA E CHI LA VUOLE CRUDA…

  9. Matteo Busoni ha scritto:

    Siamo in dittatura, Renzi è solo una marionetta in mano all’UE, il parlamento è diventar il passacarte del governo. SVEGLIA!!!!!

  10. Lucente Michele ha scritto:

    Se volete la velocità dovete accontentarvi della…”FIDUCIA”. Ma molte volte a forza di fiducia si rimane……..FREGATI!!!!

  11. Gianni Gavin ha scritto:

    democrazia malata da molti anni e che il farlocco di firenze esagera, ma lo può fare perché glielo fanno fare.

  12. Adriano Buoso ha scritto:

    Positivamente! Fuori dal Dio chiacchiera inutile!

  13. Alessandro Sopetti ha scritto:

    Ti confondi con Grillo

  14. Attilio Budano ha scritto:

    Una schifezza di democrazia!

  15. Massimiliano Piretti ha scritto:

    dittatura

  16. Dario Garimoldi ha scritto:

    Non è una bella cosa.

  17. Enzo Tartaglia ha scritto:

    Avanti cosi altrimenti non si sfanga fatti non chiacchere !!!!!!

  18. Dario Garimoldi ha scritto:

    Il porco di Predappio usava l’olio di ricino, non aveva bisogno di chiedere la fiducia.

  19. Lucia Locatelli ha scritto:

    Responsabilità di tutto il Parlamento che ha reso ingoverbabile da decenni l’Italia. Ora o la va o la spacca

  20. Roberto Valentini ha scritto:

    Vi sono fronde irriducibili che non vogliono cambiare. Fa bene con le fiducie, altrimenti è la fine.

  21. Vallarella Paolo Cisco ha scritto:

    Colpa di Grillo

  22. Antonio Totino ha scritto:

    vai a farla in culo pdidiota!

  23. Margherita Cassarino ha scritto:

    significa che sta lavorando e mettere tutti d’accordo è difficile ecco perché ricorre alla fiducia ,nessuno vuole perdere la poltrona

  24. Francesco Passeri ha scritto:

    ciao

  25. Lysia Neri ha scritto:

    Se NON CI FOSSERO I FRANCHI TIRATORI AMICI, non ci sartebbe bisogno Vergogna per quelli del fuoco amico!

  26. Lysia Neri ha scritto:

    @Antonino Totino vacci tu a quel paesotto tuo!

  27. Riccardo Manfredi ha scritto:

    Che é un governo tra i più deboli e antidemocratico (se consideriamo anche quelle firme false ) degli ultimi 15 anni

  28. Massimiliano Roberto Gandini ha scritto:

    C’è qualcosa che non mi torna sulle tesi di chi sostiene le decretazioni d’urgenza: siccome il mondo corre noi non possiamo più passare dal parlamento? Come dire c’è crisi e la democrazia è un costo, un impedimento. Qui si sta proprio andando fuori strada. Come si definisce il regime di un paese dove il potere legislativo è nelle mani di pochi ed i processi democratici sono ristretti e di fatto solo formali?

  29. Riccardo Manfredi ha scritto:

    E le firme false dei capigruppo? Necessarie pure quelle? Qualla é stata un’azione illegale su tutti i livelli giuridici, da quell penale alla costituzione

  30. Francesco Passeri ha scritto:

    no non va bene.

  31. Francesco Passeri ha scritto:

    Ma l’ostruzionismo selvaggio è uno schifo ed è antidemocratico

  32. Edoardo Eraldo Micati ha scritto:

    L’Italia è alla frutta….

  33. Ivana Properzi ha scritto:

    Per fare le riforme è inevitabile nella situazione data, bene cosi !!!!!

  34. Albert Sperning ha scritto:

    Colpa della voglia di protagonismo delle minoranze interne

  35. Arnaldo Barocci ha scritto:

    Per smuovere tanta scorza prodotta in anni di immobilismo ci vuole questo ed altri. Dobbiamo vedere da dove veniamo per capire il perché

  36. Salvo Marino ha scritto:

    Siamo in dittatura purtroppo, paghiamo centinaia di parlamentari che per colpa di renzi sono inutili…. Uno decide e le pecore votano senza provare nemmeno a migliorare le leggi porcata

  37. Francesco Loiacono ha scritto:

    No….e’ nella merda piu’ profonda….

  38. Leana Ranzi ha scritto:

    una vergogna che non può continuare ,non può chiudere la bocca ai parlamentari sto destroso dc

  39. Marzia Torricelli ha scritto:

    Svolta autoritaria! Niente democrazia. Uno schifo!

  40. Il Munaz ha scritto:

    Con questa situazione di continua contrattazione, e non avendo il suo 41%, forse si. Anche se non è il massimo!

  41. Giampiero Isidori ha scritto:

    Non lo assolvo, ma e’ obbligato a dover chiedere la fiducia xche’ il suo stesso partito, che oltretutto sta’ al governo, gli farebbe mancare il sostegno x qualsuasi legge. Ergo, anziche’ farsi ricattare dai suoi, li mette sulla graticola della fiducia, xche’ cosi’ non hanno il coraggio di sfiduciarlo in quanto cu sarebbe la crisi di governo e verrebbero a perdere I privilegi. Se fossero coerenti voterebbero contro. Penso che alla fine Renzi faccia comodo pure a loro, sta facendo il lavoro sporco che loro non sono capaci di fare.

  42. Michelangelo Romano ha scritto:

    Appropriazione indebita. Ci si avvia ad una dittatura

  43. Romeo Rosani ha scritto:

    Fà bene ! Fà benissimo….anche una al giorno se occorre !!! Tutto fà brodo pur di rivoltare come un calzino questo vecchio paese ancorato a logiche di bla blabla senza costrutto,specialmente con un partito-pollaio pieno di galletti insofferenti alla leadership del momento,avanti così Renzi senza indugiare,non è più tempo di temporeggiare.

  44. Romeo Rosani ha scritto:

    L’unico sistema per far rigare dritto un popolo riottoso a qualsiasi disciplina è esattamente una dittatura ! Magari ! ma questa non è una dittatura.

  45. Romeo Rosani ha scritto:

    Ok bisogna comunque rischiare e procedere spediti………….

  46. Romeo Rosani ha scritto:

    Esatto.

  47. Romeo Rosani ha scritto:

    Precisamente ! Complimenti per l’analisi.

  48. Lucente Michele ha scritto:

    Berlusconi e i suoi sodali hanno rotto con i famosi….”oltre 10 milioni di voti” Renzi e i suoi sodali rompono con il famoso ….”40,08% alle europee.”……..ma tutti e due hanno lasciato e lasciano una …..scia di cose irrisolte e con un indebitamento in crescita.

  49. Romeo Rosani ha scritto:

    E cosa vorrebbe ? una crisi di governo ogni sei mesi ? è l’unico modo ormai per poter legiferare,succederebbe lo stesso con qualsiasi altro premier……magari ci fosse un VERA svolta autoritaria per far rigare dritto questo paese di irresponsabili individualisti. Magari !!!!

  50. Romeo Rosani ha scritto:

    Già se parlano tutti sai che macedonia,che leggi astruse uscirebbero.

  51. Marco Angius ha scritto:

    e normale non e stato votato da nessuno ecco perche si votano con la fiducia, perche non provano a chiederla agli italiani

  52. Romeo Rosani ha scritto:

    Che analisi ridicola.

  53. Franco Gentile ha scritto:

    Una prova di debolezza e di sfiducia verso i parlamentari che votanio solo per “disciplina di partito” ma son certo che molti, se avessero un pò opiù di coraggio, farebbero il contrario…….almeno spero!

  54. Salvo Marino ha scritto:

    Cambiare è necessario, ma occhio perché bisogna cambiare ma in meglio, non in peggio come sta facendo renzi

  55. Alessandra Bollini ha scritto:

    scarso

  56. Giampiero Isidori ha scritto:

    Le pecore che votano oggi sono le stesse pecore che non hanno fatto nessuna legge x migliorare questo paese, tipo dare un lavoro dignitoso ai tanti giovani che vengono schiavizzati senza che nessuno li difendeva. Pecore erano prima e pecore sino adesso, nulla e’ cambiato, l’unica cosa e’ che ora hanno una guida che li conduce verso uns strada che potrebbe e dico potrebve portare ad un quakcosa.

  57. Domenico Nigro ha scritto:

    Fa benissimo

  58. Giampiero Isidori ha scritto:

    Scusa, ms ti invidio xche’ penso che in questi anni sei stata lontano dall’italia, mentre noi poveri mortali abbiamo assistito giorno dopo giorno alla cancellazione delle conquiste sociali degli anni precedenti. La democrazia poco alla volta veniva calpestata. Oggi forse dopo tanti anni si sta’ cercando di uscire da da questa deriva. PS: il parlamento e’ riuscito anche a votare la parentela di Ruby con Mubarak, altro che svolta autoritaria….

  59. Arnaldo Platano ha scritto:

    Il problema . Sono le due camere . Se non mette la fiducia ? Le leggi non vedrebbero mai la luce…

  60. Arcuri Adriano ha scritto:

    Come la definisce democrazia?

  61. Salvo Marino ha scritto:

    ma a quale cosa ?al disastro ? hanno abbassato le pene per lo scambio politico mafioso 416 ter, vogliono abolire l’art 18 (anni fa quelli di sinistra riempivano il circo massimo per evitarlo quando voleva abolirlo berlusconi, lo spiegherete ai vostri figli poi), legge elettorale con berlusconi senza preferenze, conflitto di interessi scritto da berlusconi, legge di stabilità che autorizza trivellazioni in tutto il paese … ripeto, non me ne vogliate, ma con un’informazione diversa, che vi dice come stanno le cose, credimi renzi, berlusconi, sel, lega … nn li voterebbe nessuno. Abbiamo bisogno di politiche nuove, non di finti paladini del buonismo che dicono A e votano Z. all’estero l’han già capito.

  62. Patrizia Baldi ha scritto:

    Commentare? Questa è la P2 avverata

  63. Gerry Preziosi ha scritto:

    Che gli brucia il C….o

  64. Gastone Losio ha scritto:

    Solo e sempre fiducia. Questo è un Parlamento incostituzionale. Renzi è un Primo Ministro che rispetta crismi della Costituzione.
    Elementare.
    Questo Parlamento è una opzione infelice, illegale e estremamente pericoloso e costoso.
    http://www.losio.com#sindaci

  65. Ermanno Butti ha scritto:

    la via rivoluzionaria verso la palude…

  66. Beppe Marabotto ha scritto:

    Una stronzata alla Renzi!

  67. Strazzulla Giuseppe ha scritto:

    chi non ha fiducia in se stesso la cerca negli altri

  68. Aldo Crosetto ha scritto:

    Nessuna confusione….. erano diversi solo i mezzi ma la mancanza di libertà e democrazia li accomuna tutti tre. D’accordo con te per il “porco” ma è finito appeso ma io l’ho combattuto da vivo, mi vanto di essere un Partigiano combattente della 18^ Garibaldi

  69. Angela Pagliaro ha scritto:

    Quando ci sarà una riforma elettorale che determinerà una maggioranza sicura ,sicuramente diminuirà il ricorso al voto di fiducia .

  70. Lello Petrone ha scritto:

    Atto antidemocratico e fascista come il pd del resto

  71. Mariella Rosati ha scritto:

    Necessaria,indispensabile per andare avanti spediti…non c’è tempo da perdere in chiacchiere.

  72. Luca Marini ha scritto:

    Per adesso le chiacchiere le ha fatte Renzi

  73. Patrizia Baldi ha scritto:

    una schifezza immonda perché quando un governo impone la fiducia manifesta la sua debolezza

  74. Nunzio Censabella ha scritto:

    Il continuo ricorso alla fiducia vuol dire che la maggioranza non é abbastanza salda, ma che il governo è abbastanza forte da non essere sfiduciato.

  75. Gianni Dandini ha scritto:

    E’ un segno di debolezza, di paura delle contestazioni e non ha nulla di “democratico”

  76. Guido Zaccaro ha scritto:

    Col tempo.. Chi è Renzi viene portato alla completa conoscenza…

  77. Vito Martinelli ha scritto:

    governo sostenuto da cittadini FIDUCIOSI visti i sondaggi ammesso che siano veri.

  78. Nora Picone ha scritto:

    Un abuso!

  79. Angelina Di Gregorio ha scritto:

    Con l’impasse parlamentare, fa bene!

  80. Giampiero D'Angelo ha scritto:

    di questa gentaglia vigliacca e in malafede no ne può più nessuno!

  81. Mauro Caldini ha scritto:

    Leggo commenti di quelli che…. Renzi non lo devi nominare. Fin che si da addosso a quello e all’altro va tutto bene. Che dire allora del ruolo di chi dovrebbe essere il Garante delle Istituzioni? Il Parlamento e’ delegittimato come mai, con questo continuo accesso dell’uso delli strumento della Fiducia da parte del Governo, e Napolirano dov’e’?
    mica e’ colps di Termometri Politico, o sbaglio?

  82. Salvatore D'arrigo ha scritto:

    Governo borghese e’ un comitato d’affari dei capitalisti

  83. Maurizio Monina ha scritto:

    Matteo Vai avanti non ti fermare!!!!

  84. Stefano Cappadona ha scritto:

    È la prova che aldilà di tutte le panzane il governo non è unito ed ha paura. È la fashion-dittatura delle camicie bianche.

  85. Penelope Pipista ha scritto:

    Una vergogna e una schifezza

  86. Massimo Consales ha scritto:

    Una fiducia sui propositi giacché questo governo va avanti con gli spot e le slide e continua a salassare i soliti noti, mentre ricchi e privilegiati sollazzano.

  87. Francesco D'Angelo ha scritto:

    Vi stupite ?

  88. Fe Fabrilo ha scritto:

    Governo pessimo

  89. George Ross ha scritto:

    Io alcune cose non le condivido, pero’ con questi politici della vecchia guardia del PD per forza deve mettere la fiducia, remano tutti contro !!! Vogliono le riforme ma poi pregano e sperano che non ci riesca a farle , questa e’ la
    minoranza del Pd !!!!
    Vogliono riforme che non cambiano i loro averi …..

  90. Giovanni Gobbi ha scritto:

    Solo in Italia chi governa non può farlo, negli altri paesi il giudizio lo dà l’elettore alle elezioni successive. Nel nostro paese esiste solo il gioco al massacro per poi poter dire che l’esecutivo in 5 anni non ha fatto niente, ed ecco l’ostruzionismo (che di democratico non ha niente) e l’arroganza dei parlamentari che hanno la presupponenza di sostituirsi al giudizio dell’elettore.

  91. Paolo Giannuzzi ha scritto:

    la fiducia dovrebbe essere solo l’ultima ratio da utilizzare per provvedimenti da prendere in urgenza, l’uso continuo svuota il parlamento del suo potere legislativo, attribuendo quest’ultimo al governo che dovrebbe essere solo esecutivo, in questo modo si combina il solito pasticcio di poteri e di competenze tipico dell’Italia di questo periodo, dove tutti fanno tutto, in barba alle regole

  92. Marina Tiraboschi ha scritto:

    le riforme le vogliamo tutti, ma che siano riforme valide e non alla cazzo di cane come quelle di renzi

  93. Marina Tiraboschi ha scritto:

    renzi vuole depotenziare il parlamento, non sa governare ed ha una fifa blu di non farcela senza la fiducia

  94. George Ross ha scritto:

    Difatti o visto quante riforme avete fatto da trent’anni a questa parte , qualcuna era stata fatta da Berlusconi e vari D’Alema , Bersani ecc promossero un referemdum per farle abolire !! Adesso gentile signora io non dico sono perfette , pero’ perlomeno ci prova a farle e poi ill/ma signora le riforme non anno un effetto immediato ci vuole del tempo per vedere i risultati !!! Io non sono del partito di Renzi pero’ per uno che ci mette la sua faccia la sua voglia di fare bene per l’Italia be’ lasciamolo lavorare in santa pace, e poi si giudichera’ !!!!

  95. George Ross ha scritto:

    D’altronde tutti i primi ministri degli ultimi 20 anni anno usato il metodo della fiducia , se poi non si vuole usare la fiducia occorre abolire o modificare la costituzione !!!

  96. Mariaivana Occhini ha scritto:

    Magari se avesse fatto solo la legge elettorale e poi fossimo ritornati al voto forse governerebbe con un’altra legittimazione.Questo esecutivo che modifica la costituzione che riscrive lo statuto dei lavoratori che addirittura vuole fare una nuova legge sulla giustizia ….nessuno lo ha votato e nel programma di Bersani che anche io ho votato, tutto questo non C’ERA…DEMOCRAZIA VORREBBE CHE SE VUOL GOVERNARE IL CARO RENZINO DEVE RITORNARE ALLE URNE ALTRO CHE USARE CONTINUAMENTE LA FIDUCIA.

  97. Maria Teresa Viceconti ha scritto:

    E’ L’UNICO MODO CHE HANNO PER RESTARE SULLE POLTRONCINE E PRENDERE STIPENDI, GETTONI E BENEFICI VARI LORO E I LORO PARENTI!
    VERGOGNOSO

  98. Rita Mariani ha scritto:

    …una frasetta influenza teste pensanti??? Non credo piuttosto infastidisce cerebrolesi che non si accorgono dei danni che qst “signori” stanno arrecando al paese!

  99. Irene Moretto ha scritto:

    Che forse non ha la maggioranza che dice di avere ????

Lascia un commento