•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 8 novembre, 2014

articolo scritto da:

Stati Uniti: scatta l’ora di Hillary Clinton

Hillary Clinton stati uniti usa 2016 presidenziali

Si fa il suo nome da mesi. E lo si continua a fare anche dopo i risultati di martedì scorso. Negli Stati Uniti la figura di Hillary Clinton ormai da tempo viene affiancato alla Casa Bianca. Potrebbe essere lei la candidata del Partito Democratico alle elezioni del 2016.

Hillary Clinton non ha ancora annunciato ufficialmente la propria candidatura ma in molti sono pronti a scommettere che lo farà nelle prossime settimane. Come scritto dall’agenzia Bloomberg, però, per l’ex first lady potrebbe aprirsi non solo la partita per le presidenziali del 2016 ma anche parallelamente quella che la vede come la donna a cui il Partito Democratico potrebbe aggrapparsi dopo la sconfitta alle elezioni di metà mandato.

Le elezioni di metà mandato

Hillary Clinton è già da un po’ il nome più forte nella rosa (ancora non definita) di politici che potrebbero decidere di correre per la Casa Bianca. La sconfitta subita martedì dai Democratici ha però iniettato una dose di cautela all’interno del suo entourage. Strategie degli avversari, mappe elettorali, flussi: la squadra di Hillary Clinton sta passando al microscopio tutto ciò che serve prima di lanciarsi nella corsa.

Hillary Clinton usa stati uniti presidenziali 2016

Photo by Marc NozellCC BY 2.0

Hillary Clinton e i Repubblicani

Gli sforzi profusi dalla ex first lady a sostegno dei candidati democratici impegnati nelle elezioni di metà mandato hanno in effetti prodotto scarsi risultati. I Repubblicani hanno avuto gioco facile nel sottolineare questo dato e alcuni membri del Partito Democratico (soprattutto quelli interessati a veder correre altri nomi) hanno fatto altrettanto.

Ma questo affrettarsi a mettere Hillary Clinton nell’elenco degli sconfitti conferma neanche troppo indirettamente l’opinione che gira nella politica a stelle e strisce: se si candiderà, l’ex first lady sarà un avversario temibile.

Il rapporto con Barack Obama

Persone a lei vicine sostengono che Hillary Clinton non ha ancora deciso se correre o meno una seconda volta per le primarie per la Casa Bianca. Eppure, da quasi due anni è il suo nome che viene fatto quando si pensa al candidato democratico per il 2016. E lei non si è mai affannata per smentire le voci.

Negli ultimi mesi Hillary Clinton ha spesso sottolineato la sua distanza rispetto a Barack Obama, al fianco del quale ha lavorato quattro anni ricoprendo la carica di Segretario di stato: lo ha fatto sul fronte dell’economia e su quello della politica estera. Un modo per cominciare a tracciare un sentiero, ma in questo gioco di distanze e differenze Hillary Clinton dovrà trovare la giusta miscela: proporsi come il nuovo senza però sconfessare un presidente che resta comunque amato da larga parte dell’elettorato, nonostante gli indici di gradimento in discesa.

Tutto è già pronto

Già dopo l’estate dal circolo intorno all’ex first lady si faceva chiaramente capire che tutto è pronto per lanciare la candidatura. I Clinton restano una macchina affiatata capace di mobilitare una generosa rete di donatori. Chi è pronto a sostenerla crede inoltre che la vittoria dei Repubblicani alle elezioni di metà mandato possa finire per essere un vantaggio: per Hillary Clinton sarà più facile da una parte discostarsi dagli avversari, ora chiamati a un ruolo di responsabilità, e dall’altra fare lo stesso nei confronti di Obama.

Potrà in sostanza proporsi come un’alternativa a tutti gli effetti: un’alternativa ai Repubblicani e un’alternativa all’attuale presidente. E in questo modo provare a diventare la prima presidente donna nella storia degli Stati Uniti d’America.

Photo by Regan76CC BY 2.0


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

1 comments
Pierfrancesco Catapano
Pierfrancesco Catapano

ha già governato 8 anni e ci ha lasciato la globalizzazione e al quaeda. Lo sanno tutti che il marito era solo la facciata.

Trackbacks

  1. […] intendono più sopportare l’alleato mediorientale. Il potenziale candidato alla Casa Bianca Hillary Clinton, pochi giorni fa, ha espresso il malcontento a stelle e strisce. La riluttanza israeliana nei […]