•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 13 novembre, 2014

articolo scritto da:

Caso Moro, nuovi dettagli a 36 anni dall’accaduto

caso moro

Caso Moro, a 36 anni dall’accaduto potrebbero emergere nuovi dettagli. L’omicidio di Aldo Moro avvenuto a Roma il 9 maggio 1978 è senz’altro una delle pagine più buie della storia del nostro paese. Tante ombre e pochissime luci su quella vicenda. “L’hanno ucciso le Brigate Rosse”: nell’opinione di molti è sentenziabile così l’accaduto. Ma troppi sono i dubbi e i misteri che da allora hanno accompagnato il racconto di quei giorni.

Ora potrebbero emergere lati rimasti finora sommersi. Il procuratore generale di Roma, Luigi Ciampoli, ha chiesto una indagine nei confronti di Steve Pieczenik, ex funzionario del dipartimento Usa, esperto di terrorismo, consulente del governo italiano durante i 55 giorni del sequestro di Aldo Moro e membro del comitato costituito al Viminale da Francesco Cossiga allora ministro dell’Interno.

caso moro

 

Caso Moro, i sospetti su “l’amerikano”

Quel comitato pullulava di uomini della P2. Le accuse nei confronti de “l’amerikano”, questo il soprannome di Pieczenik, sono gravissime. Secondo il Procuratore generale sussisterebbero “gravi indizi circa il suo concorso nell’omicidio” di Moro. Quella uccisione “non fu un omicidio legato solo alle Brigate Rosse. Bisogna prendere atto che sul palcoscenico di via Fani non c’erano solo le Br. Ma c’erano i nostri servizi segreti e quelli di altri paesi interessati a creare il caos in Italia. Presenze che i brigatisti hanno sempre sminuito”. Questo è quanto sostiene il pg di Roma nel decreto di archiviazione inviato nei giorni scorsi al tribunale sulle rivelazioni dell’ex ispettore di polizia Enrico Rossi.

Via Fani: l’ombra dei Servizi segreti

L’ispettore aveva ipotizzato la presenza dei Servizi segreti in via Fani. Sarebbero stati proprio due agenti le due misteriose persone bordo della moto Honda. Dalle indagini emergerebbe il ruolo svolto da Pieczenik. Un ruolo di rilevante importanza che troverebbe conferma anche nel suo libro confessione pubblicato a 30 anni dall’accaduto ed intitolato “Abbiamo ucciso Aldo Moro. Dopo 30 anni un protagonista esce dall’ombra”. Dal libro e dalle sue dichiarazioni è emerso che qualcuno, fuori dalle Br, voleva la morte di Aldo Moro. La morte del capo della Dc sarebbe servita a destabilizzare le Brigate rosse. C’era il timore che i disordini  e le manifestazioni di quegli anni avrebbero potuto minare il potere della Democrazia Cristiana.

“Moro sacrificato per destabilizzare le Br”

Era forte la paura che i comunisti arrivassero al potere. E questo, secondo quanto raccontato da Pieczenik in una intervista rilasciata a Giovanni Minoli, avrebbe causato “un effetto valanga”. “Gli italiani non avrebbero più controllato la situazione e gli americani avevano un preciso interesse in merito alla sicurezza nazionale. Mi domandai qual era il centro di gravità che al di là di tutto fosse necessario per stabilizzare l’Italia. A mio giudizio quel centro di gravità si sarebbe creato sacrificando Aldo Moro”. Insomma Moro sarebbe stato sacrificato per destabilizzare le Brigate Rosse. L’operazione della quale “l’amerikano” faceva parte ebbe il compito di portare la situazione all’esasperazione: far crescere la tensione per mettere spalle al muro le Br. Per loro nessuna via d’uscita se non quella di uccidere il capo della Dc. Pieczenik rivela: “Fino alla fine ho avuto paura che lo liberassero. Per loro sarebbe stata una grande vittoria”.

Caso Moro, il ruolo del colonnello del Sismi Camillo Guglielmi

Rientrerebbe tra gli indagati, se fosse ancora vivo, il colonnello del Sismi Camillo Guglielmi che quel 9 maggio si trovava inspiegabilmente in via Fani. Secondo il pg Ciampoli nei suoi confronti sarebbe potuta scattare l’accusa per concorso nel rapimento di Aldo Moro e nell’uccisione degli uomini della sua scorta. È stato poi nuovamente sentito dai magistrati l’ingegner Marini, che di quel 9 maggio è testimone. Addirittura quella mattina rischiò di essere colpito dagli spari esplosi dai misteriosi uomini sulla Honda. A casa sua è stato rinvenuto un baldacchino che sarebbe servito per intercettare  e tenere sotto controllo il suo telefono. Marini aveva ricevuto minacce in seguito all’accaduto.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

72 comments
Pasquale Iacoviello
Pasquale Iacoviello

L'Italia uccide i suoi figli che hanno a cuore le sorti degli italiani.

Antonio Ferraro
Antonio Ferraro

Quando rapirono Moro pensai ad un'abile azione dimostrativa delle BR. Quando cominciarono a parlare dell possibilità di uccidere il leader democristiano per "giustizia proletaria" dissi con sconcerto "Queste non sono le BR, e se lo sono, sono talmente piene di infiltrati, che faranno ciò che vogliono i Servizi Segreti e chi li manda

Salvatore Mulè Carmela Mammoliti
Salvatore Mulè Carmela Mammoliti

Devono scrivere qualche minchiata allora di tanto in tanto viene riesumata la notizia, era da cercare a Montecitorio senza andare lontano qualcuno che ancora vive asseriva di aver visto dellevcosevattraverso una seduta spiritica, Si ! Notizie sparitiche, deviate visto che sarebbe stato eletto PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, allora ogni tanto un articolo fa bene, come le sparare su L. Diana quanti libri e quante storie ogni anno esce un libro rivelazione

Vanni Mircoli
Vanni Mircoli

Sono state le brigate rosse , non ci sono dietrologie da cercare. Incensate e incoraggiate da una sinistra estrema e da un popolo ottuso che voleva la rivoluzione (intellettuale e pseudo operaia ) compresi molti iscritti al pci ( c' ero anch' io !!! ) . Riflettente e guardatevi intorno !!! C è chi sta soffiando sul fuoco in buona fede e in mala fede!!!!

Rafus Valese
Rafus Valese

ogni tanto esce una novita' che novita' non e' era chiaro che le brigate rosse furono usate pet aggregare le forze politiche dell'epoca e evitare che il p.c potesse andare al governo.........ma tirare fuori questi fantasmi a chi serve??????questa invece e' la domanda che mi pongo

Fernando Giannoni
Fernando Giannoni

Ecco perché i tribunali hanno tanto arretrato! Tirano fuori nuovi dettagli e poi non si decide nulla. Panta rei.....

Valentina Orfeo
Valentina Orfeo

e dopo tanti anni? per favore... tacete tanto chi volete prendere dopo 30 anni? notizie inutile ..

Donato Veraldi
Donato Veraldi

fra qualche anno chissà cosa s'inventeranno questi ciarlatani

Maurizio Zampogna
Maurizio Zampogna

L'acqua calda è più originale, lo sapevano pure i sassi che Moro stava sugli zebedei agli USA!!!!

Favaro Luciano
Favaro Luciano

Beati gli ultimi!!! Il mondo sospettava....che era la CIA e servizi prezzolati dell'est e quelli deviati nostri dietro...altro che Kgb!!!....

Eugenio Policriti
Eugenio Policriti

la mia opinione è che tutti i capoccioni sanno e tutti si fanno i cazzi loro

Gianni Gia
Gianni Gia

si sapeva che dietri c'era la cia...ma noi oltre che cechi siamo anche sordi

Luciano Salardi
Luciano Salardi

Delitto di stato, quelle BR erano solo strumenti, consapevoli o meno

Ginotto Ragosta
Ginotto Ragosta

sono convinto che ci sputerebbe in faccia a tutti quanti.....

Gianni Petrelli
Gianni Petrelli

Ho ascoltato una relazione tenuta dall'on.le Gero Grassi sull'uccisione di Aldo Moro. Ha evidenziato fatti, a dir poco raccapriccianti, che coinvolgono una infinità di personaggi e sigle, tra le quali anche la CIA.

Giorgio Mauri
Giorgio Mauri

Ma non scrivete stronzate, certe cose sono note da sempre !

Maurizio Carbone
Maurizio Carbone

Gli stati uniti nella seconda guerra mondiale leuropa non lanno liberata tuttaltro anno da sempre il loro torna conto e questa cosa a noi italiani alla lunga ci sta cosyando troppo cara

Maurizio Carbone
Maurizio Carbone

Io non sono un giornalista ne un investigatore ma che eta cosi cero arrivato dA solo gia venti anni fa e io non sono vecchi quindi?

Luigi Vigji
Luigi Vigji

oggi escono le verità? dal 78 ad oggi non si conosceva la verità? Chiedetelo ai vecchi DC e non solo perché è stato fatto fuori Moro? Moro era uno statista non un pagliaccio. La storia ci dice anche che eravamo in piena guerra fredda e le cose le si interpretavano in maniera diversa da oggi.

Giancarlo Franzini
Giancarlo Franzini

Mettere su un rapimento con un gruppo armato di mitra che stermina la scorta lasciando illeso Moro è stata roba da PROFESSIONISTI

Alessandro Cappelli
Alessandro Cappelli

Storicamente non è dimostrato, ma sappiamo che dietro la P2 di Licio Gelli c'era (forse c'è ancora) la CIA. Sappiamo anche che l'aggressione fu organizzata secondo una matrice già nota e applicata spesso dalla CIA in altri paesi per attentati simili, sappiamo anche che prima e durante il rapimento di Aldo Moro molti personaggi, in posizione chiave, vennero sostituiti con persone che erano membri della P2, non dimentichiamo, infine, che lo stesso BERLUSCONI era membro di questa allegra congregazione di "brava" gente. Se riflettete ancora un attimo, capirete anche da dove arrivarono i soldi che, nel film "il Caimano" cadono dal cielo sulla scrivania del nano.

Franco Gentile
Franco Gentile

Lo lkevarono di mezzo perché era uno degli ultimi politici onesti e dava fastidio le sue intese con Berlinguer anche quello persona onesta in un consesso di ladri!

Giovanni De Marini
Giovanni De Marini

Dico che quando la magistratura interviene per processare o dare un giudizio alla storia è sempre un male. La storia va disvelata e interpretata dagli storici e naturalmente questo porterà ad interpretazioni culturali di vario tipo e tendenza. La pretesa di un pubblico ministero di impiantare una causa per scovare colpevoli da perseguire serve soltanto a dare qualche visibilità personale e non ad altro, come purtroppo sta avvenendo con la trattativa presunta Stato Mafia e il vergognoso interrogatorio di Napolitano, che a nulla a portato e che a nulla poteva portare. Ciascuno si fa la propria opinione, ma la storia d'Italia non può essere messa nelle mani di un pubblico ministero.

Matteo von Normann
Matteo von Normann

Na cosa strana... maddai da sempre si é saputo che Moro non era amato dagli americani anche perché voleva aprire ai comunisti in Italia ed ora a distanza di 36 anni spunta la pista? Non tengo palabras . :'(

Elisabetta Rossi
Elisabetta Rossi

le Br sono state infiltrate dall'inizio con frate Mitra, quando hanno catturato i capi storici a mio parere sono diventate la longa manus dei servizi, gli Usa hanno provveduto ad eliminare un politico che non riuscivano a dominare, Kissinger avrebbe tante cose da raccontarci...

Fusaro Nello
Fusaro Nello

É storicamente dimostrato che dietro alle B.R. c'erano varie agenzie d'intelligence U.S.A. e non solo. Moro é stato sacrificato perché accordatosi con Berlinguer aveva di fatto aperto al P.C.I. la strada del governo del paese. Morto Moro, morto Berlinguer. La chiave di lettura? Il sequestro del gen. Dozier... Cui prodest?

David Bianchi
David Bianchi

Un famoso politico USA gli disse che glie l'avrebbero fatta pagare

Otello Rossi
Otello Rossi

Dagli amici mi guardi Dio che dai nemici mi guardo io!

Sergio Bacchiocchi
Sergio Bacchiocchi

credo anch'io che dietro l'uccisione di Aldo Moro ci sia, indirettamente, la lunga mano usa (basta ricordare il litigio Kissinger/Moro). Circa la dc, l'ala dialogante con gli usa era rappresentata da Andreotti ed escludo comunque che ci sia stata la compromissione dell'intero partito: mi ricordo benissimo il dolore negli occhi di Zaccagnini, allora segretario della dc, che lo portò in breve tempo alla morte. Più difficile capire la posizione di Cossiga, considerato molto vicino a Moro, che era ministro degli interni

Brunetto Muratori
Brunetto Muratori

Subito dopo i fatti in ambienti informati c'era anche sto sospetto.

Giuseppe Coderoni
Giuseppe Coderoni

la pista americana c'è sempre stata, come fate a dire che spunta adesso?

Pierfrancesco Catapano
Pierfrancesco Catapano

non regge... la strategia della tensione, tramite i servizi, è stata messa in pratica con l'eversione di matrice fascista e si sono serviti di cani sciolti come la banda della magliana.

Marco Solfrini
Marco Solfrini

Non nego l'esistenza reale delle BR, frangia eversiva della sx più radicale, e le loro malefatte, tra l'altro fortemente negative al comunismo italiano dell'epoca, ma non tutte queste azioni son state opera loro. Il caso Moro è una di queste limitate situazioni.

Bobo Sartore
Bobo Sartore

non stento a crederci.... non sarebbe la prima e neanche l'ultima voglia che questi beneffatori guerrafondai mondiali si comportano così....

Marco Solfrini
Marco Solfrini

Non lo siamo solo stati, si può tutt'ora usare il presente, ciò che è cambiato è solo il metodo più soft, più occulto, ma null'altro..

Mauro Fora
Mauro Fora

credo che Moretti e Senzani dovrebbero chiarire,non mentire,le VERITA'.

Marco Solfrini
Marco Solfrini

Il "Compromesso Storico" all'epoca era considerato uno sgarro, pari ad un atto eversivo non accettabile dagli USA a cui porre rimedio con un atto dimostrativo di forte impatto, questo qualunque fosse stato il prezzo da pagare, ma era una situazione da risolvere... In cambio per ringraziarci ci hanno donato Ustica occultando la verità per decenni!!!