•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 21 novembre, 2014

articolo scritto da:

Sondaggi elettorali IPR: PD solidamente al 40%, ma ci sono timori di scissione

Sondaggi elettorali IPR: M5S e Forza Italia in crisi, al 17,5% e 14%

L’ultimo dei sondaggi elettorali IPR è il migliore degli ultimi tempi per il PD, che viene dato al 40%, un record positivo, rispetto a tutti gli altri istituti che lo danno anche abbondantemente sotto tale soglia.

La crisi evitata dal PD colpisce invece altre forze, in particolare le due principali di opposizioni, il Movimento 5 Stelle e Forza Italia, con il primo sceso al 17,5%, probabilmente un minimo storico, e il secondo al 14%, anch’esso bassissimo.

Ad approfittarne come ormai noto da tempo, la Lega Nord, che IPR dà al 10,5%, uno dei valori più alti dei sondaggi elettorali in circolazione. L’efficacia mediatica di Salvini certo toglie spazio ad altri movimenti concorrenti nel campo del populismo o del centrodestra.

Stabili al 4% il NCD-UDC, non slgono ma non perdono neanche terreno. In calo i Fratelli d’Italia al 2%, un valore basso per il partito, che probabilmente soffre, anch’esso, della concorrenza della Lega Nord.

Buono il dato di SEL al 3,5%, Rifondazione comunista non è mostrata, ma è facile immaginare che insieme supererebbero il valore delle elezioni europee della lista Tsipras.

E’ alto il valore degli Altri, al 7,5%, non è dato di spaere chi è incluso, probabilmente Rifondazione, Veerdi, SVP e altri autonomisti, Italia Unica?

Vediamo i dati:

sondaggi elettorali IPR

Sondaggi politici IPR: il 41% degli elettori PD pensa sia prossima una scissione nel partito

IPR ha voluto anche indagare il pensiero degli elettori sulla situazione interna ai principali partiti e coalizioni, chiedendo a quelli di centrodestra, così come a tutti gli elettori, se il centrodestra appunto debba tornare unito, dal NCD alla Lega. Ed è interessante osservare la discrepanza tra le opinioni degli italiani in generale e degli elettori di centrodestra: questi ultimi sono per una rinnovata unione della propria coalizione, 60% a 36%, contro l’opinione generale degli italiani, 56% a 24%.

La domanda su un’eventuale spaccatura del PD divide di più i rispondenti: se gli italiani pensano non ci sarà una scissione nel 46% dei casi, contro il 42% che la ritiene probabile, l’opinione degli elettori di centrosinistra, in cui sono inclusi quelli di sinistra radicale, è opposta, il 49% pensa che ormai le differenze interne al PD siano troppo ampie per evitare una spaccatura.

Nel PD comprensibilmente la si pensa in maniera opposta, il 54% ritiene che non ci sarà una scissione, ma è molto significativo il 41% di coloro che ritiene ormai le posizioni inconciliabili, un valor emotlo alto all’interno degli elettori di un partito.

Ecco i dati:

sondaggi politici CDX PD

 

 

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

Lascia un commento