•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 24 novembre, 2014

articolo scritto da:

Regionali, Renzi esulta e minimizza l’astensionismo: “E’ secondario”

renzi

Le elezioni regionali 2014 per l’Emilia Romagna  e la Calabria si sono appena concluse e protagonista indiscusso è stato l’astensionismo.   A suscitare scalpore è soprattutto la Regione Emilia Romagna, “rossa” per eccellenza. Nonostante la vittoria del Partito Democratico, molti militanti hanno preferito rimanere a casa, tanto che secondo le stime, il Pd ha bruciato 700.000 voti. Ovviamente, il Premier nonché segretario del Pd, Matteo Renzi minimizza l’accaduto; ovviamente la minoranza dem alza un polverone di polemiche e accusa Renzi di “aver sbagliato tutto”.

“Sono disarmanti i dati dell’affluenza degli elettori” ha scritto ieri sul suo blog il deputato dem Pippo Civati. “Da domani forse sarà più chiaro che la governabilità come unica stella è non solo un problema, ma un vero e proprio pericolo. La sera delle elezioni sapremo chi ha vinto, forse. Ma sapremo anche chi avrà perso la democrazia, se andiamo avanti così”.

In realtà i motivi dell’astensionismo sia in Emilia Romagna che in Calabria sono plurimi: dalle inchieste giudiziarie che hanno coinvolto il governatore dem emiliano Vasco Errani, allo scandalo che lo scorso 29 aprile costrinse alle dimissioni l’ex Presidente calabrese Giuseppe Scopelliti. Infine, ad aggiungere legna al fuoco, ci sono i sindacati che stanno portando avanti una campagna contro Matteo Renzi. Si dice che il leader della Fiom emiliana, Bruno Papignani, abbia ordinato ai suoi il boicottaggio del candidato Pd Stefano Bonaccini e che gli iscritti alla Cgil, che in Emilia Romagna sono sugli 800mila, abbiano voluto punire gli attacchi di Renzi al segretario Susanna Camusso.

Come da copione, il segretario del Pd si difende e mette in luce solo il lato positivo del risultato delle regionali, cioè la vittoria del Partito Democratico in entrambe le regioni interessate.

“Mentre il centrodestra discute della propria situazione noi cambiamo l’Italia” ha dichiarato oggi Renzi al GR1. “Dopo 20 anni di fallimenti, anche della Lega, noi lavoriamo per il Paese e alle elezioni si vedrà chi è più forte”. E sul dato della forte astensione: “Deve far riflettere tutti i partiti. Ma i risultati vanno molto bene al Pd, ci siamo ripresi quattro regioni del centrodestra. Abbiamo sempre detto che queste amministrative non erano un referendum sul governo . L’agenda politica del governo non muta”.

Partito democratico

Più tardi, da Vienna, nel corso di una conferenza stampa seguita all’incontro con il cancelliere Werner Fayman, il Premier ha dichiarato: “In otto mesi ci sono state cinque elezioni regionali che il Pd ha vinto 5 a 0. Di queste regioni, quattro erano in mano alla destra e sono andate alla sinistra; l’Emilia Romagna invece è rimasta nelle nostre mani. Sono due risultati molto importanti. C’è una parte dell’Italia che viaggia su performance economiche, simili all’Austria e alla Germania, mentre c’è una parte dell’Italia che viaggia con la retromarcia ingranata, come alcune regioni del Sud e, tra queste, la Calabria è quelle messa peggio. Oggi si cambia pagina anche in Calabria. Il Pd conferma il 40% delle elezioni europee. È un risultato da cogliere con grande soddisfazione. L’elevato astensionismo ci deve fare riflettere ma è secondario. Non è vero che tutti hanno perso, oggi ci sono due nuovi presidenti di regione e le forze politiche che hanno contestato le riforme possono valutare i risultati che hanno ottenuto”.

Renzi ha poi concluso: “La mia priorità ora non è mettere le bandierine sulle regioni conquistate ma affrontare i problemi dell’occupazione, pensare al rilancio dell’economia e portare e termine la battaglia per un’Europa dei popoli e non delle burocrazie”.

A fare quadrato attorno il Premier, c’è anche il vice segretario del Pd Lorenzo Guerini che in un’intervista al Corriere delle Sera si è così espresso: “Il crollo della partecipazione è un dato che consegna a tutti un elemento di preoccupazione. Ma non vanifica una vittoria netta, con il Pd sopra al 40%. La campagna elettorale in Emilia è stata sentita pochissimo e ha avuto scarso traino televisivo. Ma dobbiamo impegnarci con forza ancora maggiore sulle domande che i cittadini ci hanno rivolto. Certo, quando la campagna elettorale è caratterizzata da un’alternativa molto debole, c’è più difficoltà a mobilitare”.

La disaffezione al voto, secondo l’esponente democratico, non è un messaggio a Renzi, ma nasce da un insieme di cose: “Dal disagio sociale, dalla vicenda dei rimborsi che ha pesato molto e dal fatto che gli elettori percepiscono il livello istituzionale regionale come lontano dai loro problemi. Il Pd è reduce da un anno di successi elettorali inaspettati, se guardiamo al 2013. Parlare di una crisi del Pd significa fare qualche passo nell’irrealtà”.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

91 comments
Giorgio Lu
Giorgio Lu

Quelli che non sono andati a votare non approvano la tua politica e quello che fai

Michele Megliola
Michele Megliola

L'ho Sto arrivando! pre detto x lui è importante governare anche se eletto dal 15% della popolazione votante

Michele Molinaro
Michele Molinaro

La dimostrazione che questo bambinone che gioca a fare il politico, non ha alcun rispetto di quel 60% che non ha votato, e non si chiede neanche perchè. Ho letto che li classificati come contestatori, ma di chi? non è forse lui al Governo? E allora contro chi hanno protestato se non contro di lui. In altro paese il presidente del consiglio avrebbe già dato le dimissioni e scomparso dalla vita politica.

Giovanni Gatta
Giovanni Gatta

Tonino fatevene una ragione ...di sinistra non di potere...che qualcuno fa...pena e schifo

Michele Molinaro
Michele Molinaro

Via i Democristiani di ultima generazione e fuoriusciti della Margherita. Questa casa non vi appartiene.

Tonino Scala
Tonino Scala

a Civati non gli bene niente.Ce ne faremo una ragione

Franca Crivella
Franca Crivella

Per sfrattarlo sarei capace di votare Salvini...............Oh mammmmmmma!!!!

Franca Crivella
Franca Crivella

E' stato messo lì da "qualcuno"......Alla maggior parte degli Italiani non piace................. SE-NE-DEVE-ANDARE!!!!!!!!!!!!

Franca Crivella
Franca Crivella

Per Renzi, pollice verso e lui................esulta!!!!!!!!

Giovanni Gatta
Giovanni Gatta

Con quale autorevolezza: Ma fatemi un piacere lecchini

Gianfranco Mancini
Gianfranco Mancini

Comunque di bischerate se ne leggono ,tante ma questa è proprio da Guinness dei primati, molti hanno, per disaffezione od altro, deciso di non recarsi alle urne, le cose sono andate come sono andate e il PD nonostante tutto ha conquistato due regioni. A fronte di questo ecco che si scatena la reazione e si chiedono addirittura le dimissioni di chi ha vinto. Ma per favore ve lo dice uno che non è un fan di Renzi, fatevi curare perché siete in uno stato veramente preoccupante.

Giovanni Gatta
Giovanni Gatta

Quando tanta gente non va a votare e' una questione di democrazia fasulla. Cioè senza fiducia propongo che gli eletti siano proporzionali alla percentuale dei votanti: in losta vedremmo gente migliore...

Gianfranco Mancini
Gianfranco Mancini

A Civati, che pure mi è simpatico, voglio consigliare di andarci piano, non vorrei che questo contrastare il Renzi porti ad una totale disaffezione verso il Pd e la sinistra in generale e ritrovarsi poi con un elemento razzista, anti Europa e chi ne ha più ne metta.

Giancarlo Cervoli
Giancarlo Cervoli

quando la maggioranza non vota,è come se avesse votato.di fatto ha votato.

Luca Gabbi
Luca Gabbi

Si che ha ragione. La democrazia e i risultati si basano su chi si esprime e vota, mica su chi sta a casa!

Antonio Gemma
Antonio Gemma

I dati sull'astensionismo, sono disarmanti....per TUTTI, non CAPISCO perchè la si vuole fare passare per una sconfitta del PD, complice il solito Civati, quando invece abbiamo stravinto, e avrebbe vinto la lega !!...

Luisa Bacocchia
Luisa Bacocchia

alle prossime elezioni l'astensione sarà ancora più alta ,non siete più credibili

Albert Sperning
Albert Sperning

Sono 10 anni che parliamo di astensionismo, parlarne ogni volta è secondario meglio pensare al lavoro da fare.

Milena Ortalda Algostino
Milena Ortalda Algostino

Civati si attacca ovunque.... chi non vota si deve vergognare di svilire un diritto democratico fondamentale per cui molta gente e' morta e continua a rischiare la vita nel mondo: gesto idiota, ingrato e superficiale, meritano di essere ignorati. Potere a chi vota.

Osvaldo Cardillo
Osvaldo Cardillo

Civati, ma che cosa vuoi? Addebitare a Renzi l'astensionismo e' una stupida malignità. La gente dell'Emilia vuole persone trasparenti e non vuole pagare le incaute spese o disoneste dei consiglieri!!!! Ti e' chiaro in concetto del l'onesta ? Penso di si. E allora ti spieghi tutto da solo.

Sandro Di Spigna
Sandro Di Spigna

tra amici e famigliari ... la casta ha sempre ina discreta base elettorale ... ce la possono fare da soli ...pochi voti ma buoni!

Walter Tizzano
Walter Tizzano

Gli abusivi sono stati scelti democraticamente. Civati e gli altri invece sono stati democraticamente mandati a quel paese. Inoltre ogni settimana dice che se ne va… che aspetta?

Adriano Buoso
Adriano Buoso

Un paese di idioti individualisti che non conosce la situazione reale del paese!

Walter Tizzano
Walter Tizzano

Chi non vota non può e non deve avere voce in capitolo. Se volevano protestare contro Renzi alzavano il culo e votavano altri. L'unico dato che abbiamo è che il PD ha vinto.

Selmo Il Colo
Selmo Il Colo

vi votano solo i pensionati che si informano con mediaset...

Francesco Silvano
Francesco Silvano

Certamente detto da yn non votato da un abusivo tt è lecito!

Rita Mariani
Rita Mariani

Ma che gran coglione...qst neanche con i punti Mira Lanza (che erano una cosa seria) potrebbe vincere qualcosa...l' italia é l' orsetto di mr bean...

Pasquale Matone
Pasquale Matone

Ho la maggioranza assoluta ...voti 1...votanti 1...!

Adriano Buoso
Adriano Buoso

Civati sei tu il responsabile dell'astensionismo!

Piero Bisicchia
Piero Bisicchia

Questo non è lui che parla.Solo un pazzo fa e dice quello che sta facendo e dicendo renzi.A questo punto penso che sia controllato o che sia drogato.Non dico queste cose per offendere pero umanamente anche un bambino delle elementari avrebbe più buon senso.

Venanzio Bianchini
Venanzio Bianchini

...o sei tarato o miri a fare il ducetto.......altro cche secodario

Claudio Di Palo
Claudio Di Palo

Che hai da esultare Renzie; che il tuo partito abbia perso quasi 800000 voti?

Giovanni Gatta
Giovanni Gatta

Renzi mi sembra il conduttore di un cineforum di periferiache con una mediocre proiezione : alla fine del primo tempo il 63% se ne va disgustato, alla fine del film chiede ai rimasti e circa la metà dei rimasti si dice soddisfatta altri commentano con molte diverse riserve e Lui commenta così:"bene così dopo il grande successo si replicherà. Domami"

Riccardo D'Attilio
Riccardo D'Attilio

Sì....una volta l'hanno detto anche a me che se le camere sono in grado di eleggere un nuovo presidente del consiglio non si deve tornare alla rielezione del parlamento, ma francamente questo è il terzo che nominano senza farsi rinnovare il mandato dal popolo, è ciò comporta un progressivo reciproco alienarsi degli interessi fra la classe parlamentare/dirigente e quella del vivere quotidiano

Scilla Lei
Scilla Lei

È il solito bulletto..! Comunque, ero certa,che non avrebbe dato importanza all'astensionismo. E io sono tra quelli che non hanno votato. Vivo in Emilia, ho sempre votato a sinistra ma questa volta no, proprio no. Non ho potuto...

Tiziana Paolocci
Tiziana Paolocci

A voi di forza uova,vi cacceranno a calci in culo!fascisti tornate nelle fogne