•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 24 novembre, 2014

articolo scritto da:

Pensioni d’oro, la falla da 2 miliardi e la riforma Fornero

pensioni statali

Un nuovo emendamento sarà probabilmente presentato al ddl Stabilità a seguito dell’accendersi di una nuova polemica: sembra infatti essere sparita un’importante clausola dalla riforma delle pensioni di Elsa Fornero, la quale prevedeva un tetto per le pensioni d’oro. La norma introdotta dall’ex ministro doveva stabilire, a partire dal primo gennaio 2012, un limite ben preciso per quelle pensioni più elevate relative ad alcuni funzionari statali, i quali, una volta deciso di restare in servizio dopo aver raggiunto i 40 anni di anzianità, avrebbero percepito una pensione non superiore all’80% del valore dell’ultimo stipendio.

A rendersi conto di tale “falla” nella legge è stato, secondo l’Ansa, lo staff di Matteo Renzi: la non attuazione di questa clausola ha portato a un cumulo per coloro che sono passati dal sistema contributivo a quello retributivo e soprattutto nel caso di consiglieri di Stato e della Corte dei Conti, i quali percepirebbero attualmente una pensione più alta rispetto al vecchio sistema. Questo potrebbe rappresentare un problema non da poco per la classe dirigente di fronte all’opinione pubblica, a seguito dei grossi sacrifici già fatti soprattutto dai giovani.

Elsa Fornero

L’agenzia Public Policy ha riferito che l’emendamento che dovrebbe ripristinare il tetto alle pensioni d’oro è già al vaglio della Ragioneria dello Stato, la quale sembra aver espresso qualche dubbio. L’emendamento porta la firma del governo e l’autorizzazione del ministro per le Riforme Maria Elena Boschi e ristabilisce un assegno pensionistico non superiore all’80% del valore dell’ultimo stipendio percepito per quei funzionari statali che decidano di lavorare fino ai 75 anni, senza perciò alcun incremento progressivo della pensione.

La forte polemica è scaturita soprattutto a seguito della denuncia della Codacons, secondo la quale la “norma scomparsa” all’interno della legge 241/2011 costa allo Stato 2,6 miliardi di euro l’anno e riguarda 160 mila persone.  “La clausola, che di fatto poneva un limite all’importo delle pensioni erogate dall’Inps, è misteriosamente sparita, con la conseguenza che circa 160 mila lavoratori che hanno già raggiunto i 40 anni di anzianità potranno contare su un incremento progressivo della pensione, il cui importo sarà addirittura superiore a quello dell’ultimo stipendio percepito”, è quanto si legge in una nota dell’associazione, la quale ha sporto denuncia presso la Procura di Roma, la Corte dei Conti e il Tribunale dei Ministri.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

21 comments
GiuliaAngelett3
GiuliaAngelett3

@FrancescaCose Non seguo il ragionamento, mi perdoni. Si sta parlando di pensioni che, senza il tetto, sono molto aumentate.Chi ci guadagna?

FrancescaCose
FrancescaCose

@GiuliaAngelett3 contributi;se adesso avranno il tetto smetteranno di pagare contributi e siccome dopo 2012 erano in regime contributivo =>

FrancescaCose
FrancescaCose

@GiuliaAngelett3 si parla del delta pensioni che quelle persone potevano farsi oltre l'80% dell'ultima retribuzione pagandosi però altri =>

GiuliaAngelett3
GiuliaAngelett3

@FrancescaCose Perciò, ristabilendo il tetto, le pensioni si riabbassano e c'è molto da guadagnarci. Mi sembra evidente!

GiuliaAngelett3
GiuliaAngelett3

@FrancescaCose Innanzi tutto qua si sta parlando di soggetti che sono GIA' passati dal sistema contributivo a quello retributivo.

FrancescaCose
FrancescaCose

@GiuliaAngelett3 perso delle contribuzioni, spesso sostanziose, a favore del mondo privato in un momento come questo; e lo abbiamo anche=>

FrancescaCose
FrancescaCose

@GiuliaAngelett3 non ci guadagni. Loro quei soldi li investono in un fondo privato, avranno lo stesso la pensione più alta, ed iNPS avrà=>

FrancescaCose
FrancescaCose

@GiuliaAngelett3 visto che la pensione non gli cresce più non puoi più riscuotere da loro contributi. E siccome trattasi di contributivo=>

FrancescaCose
FrancescaCose

@GiuliaAngelett3 ristabilendo il tetto, che in alcuni casi loro reggiungerebbero altrimenti non ci sarebbe problema, raggiunto tale tetto=>

FrancescaCose
FrancescaCose

@GiuliaAngelett3 è possibile che questi politici se ne dimentichino, ma perderanno cause a migliaia provocando danni ben maggiori

FrancescaCose
FrancescaCose

@GiuliaAngelett3 l'articolo dice sempre le stesse cose trascurando fatto che non si possono riscuotere contributi se pensione è ferma poi=>

GiuliaAngelett3
GiuliaAngelett3

@FrancescaCose in ogni caso credo sia giusto porre un tetto a queste pensioni ed evitare che abbiano una crescita esponenziale

FrancescaCose
FrancescaCose

@GiuliaAngelett3 importante; tanto questi signori se non prende i soldi INPS li mettono in fondo privato o peggio li portano all'estero

FrancescaCose
FrancescaCose

@GiuliaAngelett3 Giulia dipende da quanto pagano, se con contributivo ad INPS conviene xchè il tetto x peredre un flusso di cassa oggi=>