•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 26 novembre, 2014

articolo scritto da:

Prodi e Rosy Bindi per un ritorno all’Ulivo

rosy bindi

Rosy Bindi parla per la prima volta apertamente di scissione nel Pd. “Oltre a non condividere il merito, io ho voluto prendere le distanze dal messaggio che il premier ha costruito in questi mesi. Le sue parole hanno scavato un solco tra il governo, il segretario del Pd e il mondo del lavoro, la parte più sofferente dell’Italia”. Lo dice Rosy Bindi, che al momento del voto sul Jobs Act ha lasciato l’aula, come spiega lei stessa in un’intervista al Corriere della Sera.

jobs act bindi ulivo pd

Bindi chiede che il PD torni all’Ulivo

A una domanda sull’eventuale scissione, l’esponente democratica risponde che “se il Pd torna a essere il partito dell’Ulivo, che unisce e accompagna il Paese, non ci sarà bisogno di alternative. Ma se il Pd è quello di questi ultimi mesi, è chiaro che ci sarà bisogno di una forza politica nuova”.

ulivo e pd scissione rosy bindi

Bindi contro Renzi: grave considerare astensione elemento secondario

“L’astensionismo è un problema per la democrazia di un Paese, per il Pd e anche per il governo”, aggiunge la presidente della Commissione Antimafia criticando l'”affermazione molto grave” del premier che l’ha considerata un elemento secondario.

Bindi rimarca che “se alle Regionali avessero votato gli stessi elettori delle Europee dovremmo dire che oggi il Pd è tornato al 30%, un numero più vicino al 25 di Bersani che non al 41 di Renzi”.

bindi o pd torna a ulivo o ce ne andiamo

Bindi: iniziata parabola discendente di Renzi

Quindi, “il voto di domenica dimostra che è iniziata la parabola discendente, anche di Renzi”, che Bindi paragona a Grillo, Salvini, e al “Berlusconi dei primi anni. La rottura della politica col Paese reale è profonda e sembra rimarginarsi quando gli italiani si affidano al salvatore di turno, per poi delusi andare a ingrossare l’unico partito che vince, quello dell’ astensione”.

no a presidenza della repubblica di romano prodi

Prodi “Non posso essere contro l’Ulivo”

Alla costruzione dell’Ulivo, “ci ho dato metà della mia vita, vuole che non lo pensi? Ma non entro nella politica attuale”. Così l’ex premier Roman Prodi ha risposto a chi gli chiedeva un commento sul fatto che qualcuno nel Pd, come Rosy Bindi, auspichi un ritorno dell’Ulivo. Prodi non ha voluto parlare degli equilibri politici attuali comunque, limitandosi a ricordare di aver “combattuto per l’Ulivo per tanti anni, perché pensavo che fosse la creazione di un sistema bipolare che unisse diversi riformismi”.

Bindi ci ripensa: non esco ma Renzi rifletta

“Io non penso di uscire dal Pd, ma bisogna restituire il partito alle sue radici, alle sue origini. Un’astensione del 70% in Emilia Romagna segnala una lontananza dal Paese reale. Renzi rifletta”. Cosi Rosy Bindi a margine di un’iniziativa di Confcommercio rettifica in parte le affermazioni pubblicate dal Corriere.

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Come si chiamerà il gruppo degli scissionisti Pd?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle Voluttà

#efamolostoflavio

#efamolostoflavio

Pubblicità

articolo scritto da:

Trackbacks

  1. […] realizzando quelle promesse”. Più che una rottamazione, un messaggio preciso rivolto a chi vorrebbe un ritorno alle origini, mettendo i bastoni tra le ruote al nuovo […]