•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 2 dicembre, 2014

articolo scritto da:

Sondaggi elettorali Emg per Tg La7: la Lega sfonda quota 12%, il PD prosegue il trend negativo, male anche il M5S

sondaggi elettorali emg

Sondaggi elettorali Emg per Tg La7: la Lega sfonda quota 12%, il PD prosegue il trend negativo, male anche il M5S

Arriva puntuale come ogni lunedì sera il sondaggio elettorale Emg, presentato nel corso del Tg La7 del 1° dicembre, con le intenzioni di voto ai partiti e il dato sulla fiducia nei principali leader politici.

Il Partito Democratico, dopo la pesante flessione registrata dalla precedente rilevazione, arretra ancora fino al 36,5%, perdendo complessivamente il 3,3% in sole due settimane; restando nell’area di centrosinistra, SEL è invece pressoché stabile, attestandosi ora al 3,9%.

Settimana molto positiva, al contrario, per le forze politiche di centrodestra, con Forza Italia che risale al 15,9% e la Lega Nord che prosegue la propria avanzata raggiungendo il 12,5%; cresce anche la lista NCD-UDC, al 3,4%, mentre non è significativa la variazione di Fratelli d’Italia, al 3,7%.

sondaggi elettorali emg

Complessivamente, così, il centrodestra con il 35,5% (+2,6% rispetto alla precedente rilevazione), si riavvicina al centrosinistra, arretrato al 41,7%. Da sottolineare, infine, la flessione del Movimento 5 Stelle, dopo le ennesime espulsioni e il primo segnale di disimpegno di Beppe Grillo, passando in una settimana dal 19,6% al 18,5%.

sondaggi elettorali emg

Fra tutti i sondaggi elettorali, il dato di Emg sull’astensione si conferma il più importante con il 41,2% dell’elettorato che oggi non si recherebbe ai seggi, con una percentuale in crescita di ben il 3,1% nell’ultima settimana. Aumentano anche gli indecisi, ora al 17,1%: in totale, fra astensione, indecisi e schede bianche, il 60,5% non indica quindi un partito nella propria intenzione di voto.

sondaggi elettorali emg

Guardando, infine, al dato sulla fiducia nei leader politici, i trend già notati per quanto riguarda le intenzioni di voto risultano rispettati: dopo il voto sul Jobs Act e le regionali in Emilia Romagna e Calabria, Renzi perde infatti un altro punto percentuale ed ora è al 34%; crescono invece sia Salvini (22%) che Berlusconi (17%). Stabile Giorgia Meloni al 15%, mentre sprofonda al 12% Beppe Grillo, ora alla pari con Angelino Alfano. Chiude Vendola al 9%.

sondaggi elettorali emg

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

Lascia un commento