•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 9 dicembre, 2014

articolo scritto da:

Raffaele Cantone “Conti online per i politici”

cantone raffaele

Conti online per i politici, partiti e fondazioni. Si tratta di un’ipotesi avanzata nel momento in cui tornano di grandi attualità le inchieste su politica e amministrazioni. Mafia Capitale è da diversi giorni la notizia principale intorno a cui ruotano i commenti politici. Ecco cosa ne pensa il presidente dell’Autorità anticorruzione Raffaele Cantone: “Il punto vero per evitare operazioni illecite è la trasparenza. I candidati, i partiti, le fondazioni devono mettere in chiaro tutti i finanziamenti che ricevono. Così come accade per le pubbliche amministrazioni con il decreto 33 del 2013, tutto dovrebbe essere pubblico e andare online”.

Raffaele Cantone, intervistato da Quotidiano Nazionale: “si dovrebbe fare in modo che tutta la contabilità dei partiti e delle fondazioni, e non solo i contributi ricevuti, dovesse andare online”.

conti online per i politici

Cantone su legge elettorale e preferenze

Parlando della legge elettorale, “non credo che le preferenze siano il male assoluto: accompagnato da un sistema di assoluta trasparenza dei finanziamenti, con la previsione di meccanismi di controllo reali e di sanzioni severe, questo meccanismo può essere bilanciato e reso quindi accettabile. Ma senza è oggettivamente un rischio”, avverte Cantone.

Le preferenze “sono un’arma a doppio taglio. Ci sono delle scelte politiche che non possono essere lasciate in toto alle segreterie dei partiti, però è pur vero che le preferenze sono il meccanismo che più di ogni altro porta alla corsa ai finanziamenti per aiutare la campagna elettorale: qui può inserirsi la consorteria criminale”.

“Le liste bloccate – prosegue il magistrato – hanno un senso se le primarie sono regolamentate in modo rigoroso. Se invece come oggi sono consultazioni informali ma non c’è nessun meccanismo di controllo, allora c’è un rischio: si potrebbero perturbare ancora più facilmente, non essendo il voto di scambio neppure un reato, nelle primarie informali”.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

4 comments
Mario Borrelli
Mario Borrelli

Caro Cantone :Perchè non vogliono le preferenze ? E se quello di Roma ,Venezia ,Milano fosse un sistema organizzato ,che funziona in tutte le regioni italiane ,con un patto tra forze politiche per la gestione del denaro ? E se l'immissione delle preferenze elettorali nessuno le vuole per la paura che il popolo possa selezionare una classe politica non rispettosa degli accordi di spartizione? Il guaio grosso è che in un paese alla deriva ,le alternative vedi Grillo o Salvini, purtroppo non hanno progetti politico-economici seri e/o una classe dirigente in grado di concretizzarli