•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 17 dicembre, 2014

articolo scritto da:

Riforma Senato, Ciracì di Forza Italia attacca Renzi: “Peggio di Mussolini”

Nicola Ciracì

Renzi peggio di Mussolini. A dirlo è l’esponente di Forza Italia Nicola Ciracì. “Ho espresso in Aula alla Camera il mio dissenso rispetto al Disegno di Legge Costituzionale, spiegando la grande preoccupazione per un futuro sistema monocamerale, di cui non si conoscono ancora le modalità di elezione, che rischia di consegnare a una minoranza del 40% del 50% degli italiani che ancora votano l’intero potere del paese”.

Nicola Ciracì

“Presidente della Repubblica, presidente della Camera, presidente del Consiglio, senatori di nomina, giudici della Corte Costituzionale – continua Ciracì – saranno esclusivamente appannaggio del futuro Partito (della Nazione). Neanche al Duce riuscì tanto! Per non parlare dell’abbandono del federalismo con il ritorno al Centralismo, dell’introduzione della clausola di supremazia dello Stato o la mancanza di competenze compartecipate tra Stato e Regioni. Forza Italia non può smentire sè stessa dimenticando presidenzialismo e federalismo e quindi ha l’obbligo di dire no a questa riforma ambigua e pericolosa” conclude.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

35 comments
Sergio Oleari
Sergio Oleari

Se é peggio di Mussolini alla destra dovrebbe piacere....

Alex Romano
Alex Romano

Non confondiamo il vino con l'aceto.

Claudio Colameo
Claudio Colameo

che renzi non mi piaccia è una cosa ma che sia peggio di mussolini detto da un leccapiede di berlusconi mi fa ridere

Riccardo D'Attilio
Riccardo D'Attilio

È qui che ti sbagli. Pensando che il peggio sia passato. Invece Renzi è stato nominato da un parlamento a cui doveva essere rinnovato il mandato elettorale in quanto era lo stesso che c'era per Monti e per Letta, come anche il presidente della Repubblica, sempre lo stesso

Riccardo D'Attilio
Riccardo D'Attilio

Bhè....lo spirito è lo stesso (riformare e rilanciare l'Italia)...viene più o meno dallo stesso partito (il PSI nelle sue varie forme)... si può dire che dopo che dopo il "rosso di Forlì" abbiamo il "rosso di Firenze"

Antonio Fasano
Antonio Fasano

Peggio di chi? Ma non diciamo minchiate va. Peggio di Berlusconi non c'è nessuno.

Michelangelo Turrini
Michelangelo Turrini

lascia in pace Mussolini. Come ti viene in mente di insultarne la memoria con accostamenti al pentolaio fiorentino?!

Edoardo Micati
Edoardo Micati

Mai sentito nominare, chi è? Merita d'essere citato?

Alessandra Zaccari
Alessandra Zaccari

Ma che paragoni fa? Mussolini è stato un vero e grande statista. Renzi è soltanto un grande cialtrone (come il suo mentore di Arcore).

Paolo Serra
Paolo Serra

E' vero. Mussolini ci mise molto più tempo per instaurare una dittatura e non riuscì a modificare lo stratuto albertino per consolidarla costituzionalmente. Certo fa un po' ridere che a dirlo sia uno che ha partecipato ad un progetto analogo, con meno successo. Ma ciò non toglie che sia vero.

Armando Cortese
Armando Cortese

Ma nob faccia certi paragoni. Il Duce era un grande lui e' una mezza tacca.

Giovanni Carta Crobu
Giovanni Carta Crobu

Certo che ha ragione. Però non ha capito che lo fa con il suo stesso partito. Ma questa gente riesce a contare fino a due?

Vanni Mircoli
Vanni Mircoli

Fino a che i detrattori saranno questi o grillo o salvini mi sento in pace con la coscienza e dalla parte giusta

Antonio Gemma
Antonio Gemma

Che c...o dice questo? e che domanda è questa? dove starebbe il paragone?...

Carlo Branchetti
Carlo Branchetti

Pirlone,rispetto per Mussolini il solo che aveva a cuore gli Italiani e non il portafoglio.