•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 24 dicembre, 2014

articolo scritto da:

Comitato d’appello nel M5S per regolare le espulsioni e far pronunciare gli iscritti

Grillo lancia il regolamento M5S ed il Comitato d’appello: l’obiettivo è dare al MoVimento una linea precisa sulle espulsioni con la possibilità per gli espulsi di fare appello.

Cosi nel post pubblicato dal sito di Grillo: “Il M5S è obbligato a depositare un Regolamento che ne attesti alcune modalità operative in particolare con riferimento alla cosiddetta democrazia interna entro il 28 dicembre 2014″.

regolamento m5s grillo

M5S, i candidati del comitato d’appello

Il Regolamento prevede un cosiddetto ‘comitato d’appello’ per le espulsioni. Saranno gli iscritti a pronunciarsi: “è chiesto a te – si legge nel post – in qualità di iscritto al MoVimento 5 Stelle, di scegliere due dei tre componenti di questo comitato all’interno di una rosa proposta di cinque persone. Si possono assegnare due voti, i primi due votati saranno inseriti nel comitato di appello. I candidati proposti sono: Davide Bono, David Borrelli, Giancarlo Cancelleri, Roberta Lombardi.

Il regolamento prevede anche la certificazione da parte di un ente delle votazioni online e la possibilità per un quinto degli iscritti di chiedere l’indizione di una consultazione in rete.

Tra le prime reazioni ci sono sia i commenti entusiasti di chi è in linea con la gestione del M5S di Grillo e Casaleggio ma non mancano le titubanze da parte di chi ha in questi mesi criticato la gestione dello stesso MoVimento.

 

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

Donnie Trumpo

Donnie Trumpo

articolo scritto da:

55 Commenti

  1. Fernando Gallone ha scritto:

    Ma ormai decide tutto da solo??? Si sveglia la mattina e cambia tutto… U0001f610

  2. Francesco Fabbricatore ha scritto:

    Unico art. del regolamento. Decido tutto io come cazzo mi pare.

  3. Beppe Roca ha scritto:

    Dai i numeri al lotto ? Gli iscritti votano e scelgono cosa fare. Tu a parte il voto ell’elezioni che fai ? Te lo dico, versi le tasse per ingrassare i maiali e parassiti che sono…

  4. Giampiero Isidori ha scritto:

    SIETE IL PIU’ GRANDE BLUFF POLITICO DEGLI ULTIMI 30 ANNI. NON AVETE FATTO NULLA. MA CHE CI SIETE ANDATI A FARE NEL PARLAMENTO?

  5. Cristaldini Roberto ha scritto:

    E dire che avevate una grande opportunita’, quella di contribuire ad un progetto riformista e di cambiamento graduale e possibile, mediando con le altre forze legalitarie e riformiste. Invece vi siete rivelati INUTILI

  6. Gennaro Rossi ha scritto:

    qualcuno dovrebbe spiegarti come funziona la democrazia . Le cose le fa la maggioranza e l’opposizione si oppone , se pensi che l’opposizione sia inutile allora ti consiglio i regimi tipo quelli della corea del nord

  7. Gennaro Rossi ha scritto:

    quali sarebbero queste forze legalitarie e riformiste ? il pd ed ncd ? dai non puoi dire sul serio

  8. Nicola Pedone ha scritto:

    ahahahahahahahauhuhuhuhuhuhuhahahahahahahahhahahahahahahahahahahahahhah

  9. Armando De Giovanni ha scritto:

    NO : infatti non ho votato

  10. Cristaldini Roberto ha scritto:

    Speci in via di estinzione

  11. Alessandro Iacopinelli ha scritto:

    Gennaro il problema è che Grillo ha avuto l’opportunità più volte di poter partecipare attivamente al governo dell’impresa ma ha preferito fare opposizione producendo un nulla di fatto… perchè quando prima Bersani e poi Renzi hanno aperto a Grillo non si è consultato con il web?… gli italiani non sono tutti dei creduloni…

  12. Alessandro Iacopinelli ha scritto:

    che gentile concessione…. #penoso

  13. Luisa Bacocchia ha scritto:

    buffoni nullafacenti ,volevate cambiare il mondo

  14. Marco Metta ha scritto:

    bersani NON HA aperto a grillo. Gli italiani non sono tutti dei creduloni, ma tu sì.
    Ci sono su youtube DECINE di filmati in cui si vede bersani che dice che non avrebbe MAI fatto un governo con grillo. Voleva solo il suo appoggio e i suoi voti, questo sì, ma senza lasciargli decidere niente. Che è cosa ben diversa, come puoi ben vedere.
    Siete rimasti solo voi piddini a guardare il tiggìuno e leggere la repubblica, e a credere quindi di essere politicamente informati.

  15. Borsa On Line ha scritto:

    Senza Grillo tutti i dissidenti torneranno a casa anche se sono solo al primo mandato. Tanti nulla facenti che, grazie a Grillo, sono entrati in parlamento e che all’improvviso si sentono statisti. Chi non ha voti non ha diritto a prendere posizioni personali contro la linea dettata dal M5S.

  16. Raffaele Zullo ha scritto:

    Ho trovato questo articolo che forse è più chiaro di come l’ho esposto io. Personalmente noto molta immaturità (che è anche tipica nei giovani) non si sa aspettare, non si sa soffrire.
    “” Libertà, sinonimo o contrario di regola?””
    Appena un ragazzo sente la parola “regola” percepisce un senso di prigionia in un mondo dove non può fare niente e dove deve sempre ascoltare tutti e deve fare tutto quello che la regola emana.
    Molti ragazzi non vogliono sottrarsi a queste condizioni, ma vogliono essere liberi, vogliono sentirsi liberi ed indipendenti, praticamente non vogliono avere regole e sentirsi intrappolati.
    Certo, essere libero è un diritto che la nostra Costituzione ci offre, ma dobbiamo usare questa libertà in maniera moderata e senza esagerare. Essere libero non significa non avere regole.
    La libertà è un concetto mentale.
    Una persona è veramente libera quando è in armonia con se stesso e con gli altri.
    Se un ragazzo non si sente libero, perché oppresso dalle regole, vorrà dire che non si sente bene con se stesso, che non gli piace la sua vita.
    Le regole sono molto importanti, senza di esse il mondo in cui viviamo si potrebbe paragonare a una giungla, dove tutti fanno quello che vogliono senza ascoltare. Come facciamo a vivere in un mondo simile?
    È impossibile. Forse all’inizio risulterebbe una sensazione meravigliosa.. “una vita senza regole da rispettare? Evviva! Finalmente! Che bello, posso fare tutto quello che voglio senza avere regole da rispettare”… Niente regole, nessuna sensazione di prigionia..Un mondo libero da qualsiasi regola. Ma se ci liberiamo di tutte le regole, anche di quelle più banali, non ci sarebbe più una vita tranquilla. Una vita senza regole non ci condurrebbe da nessuna parte se non a uno scompiglio totale. Le regole ci aiutano a rimanere in armonia, ci aiutano a prendere la strada giusta..Ci aiutano ad essere liberi.

  17. Beppe Roca ha scritto:

    Minchia ma com’è che siete menomati mentali ? Chi non rispetta le regole basilari è fuori. Ti vanno bene i parlamentari che hanno patteggiato per il Mose e sono seduti comodamente in parlamento ad amministrare le tue tasse ? Booo ma com’è che non ci arrivate ? Roba da matti.

  18. Gianluca Riccio ha scritto:

    Se ce l’hai con me non hai nemmeno capito cosa ho scritto, Beppe 🙂

  19. Samuele Bonanni ha scritto:

    Gianluca Riccio i criticoni seriali… vatti a leggere il mio ultimo post…

  20. Salvatore Sarnataro ha scritto:

    Vaffanculo vaffanculo vaffanculo

  21. Gianluca Riccio ha scritto:

    Samuele corro 🙂

  22. Cesare Pompei ha scritto:

    Caro Marco purtroppo l’ italiano medio preferisce ancora bersi l’ informazione da ” tg1 ” invece che informarsi autonomamente sulla rete.
    Poi ogni giorno e ogni volta, incontri gente come questa alla quale devi spiegare per la milionesima volta sempre la stessa cosa. #POVERAitalia

  23. Roberto Valentini ha scritto:

    Una bufala, tanto alla fine chi vuol decidere è Lui. Quindi tutta una sceneggiata.

  24. Raffaele Zullo ha scritto:

    Stanno postando tutti i piddini idioti.
    Voglio essere buono è Natale, simpaticamente

  25. Marco LiNus ha scritto:

    Uomo di merda

  26. Angela Pagliaro ha scritto:

    Tipo le purghe di mussoliniana memoria….,W la democrazia!

  27. Gianfranco Mancini ha scritto:

    Questa persona con il passare degli anni degrada in maniera spaventosa, cosa diventerà???

  28. Giampiero Fiore ha scritto:

    ..NON SANNO PIU’ CHE CACCHIO FARE per giustificare la propria inutile presenza in Parlamento!
    Il commento del non piddino Paolo Becchi: “M5S, nessuna rivoluzione copernicana con il Comitato. Controlla ancora tutto Grillo! Viene anzitutto da chiedersi da dove venga l’urgenza di questo regolamento e perché sia stato previsto che la votazione online degli iscritti non abbia ad oggetto il regolamento stesso..” – ” C’è chi ha parlato di “rivoluzione copernicana“. Affermazione non soltanto di per sé politicamente inopportuna (perché finisce per riconoscere implicitamente che, sino ad oggi, esisteva un sistema sbagliato e puramente arbitrario per decidere le espulsioni), ma anche in contrasto con quanto, da oggi, si prevede.- Avevo già avuto modo, in occasione dell’espulsione dei deputatiArtini e Pinna, di sottolineare le difficoltà e le incongruenze del Movimento e della sua disciplina delle espulsioni. Mentre, infatti, l’espulsione dal gruppo parlamentare è disciplinata dai regolamenti dei gruppi di Camera e Senato del Movimento, nulla – sino ad oggi – era previsto in merito all’espulsione dall’associazione (ossia dal Movimento, con la perdita della qualità di “iscritto”). .. Il Movimento ha, di fatto, deciso dunque di dotarsi di propri interni meccanismi diretti a disciplinare cause e modalità dell’esclusione degli associati. Ciò non è contestabile, ed anzi – diremo –fisiologico per un’associazione che è un movimento di massa e di natura politica. Resta, però, il fatto che questi meccanismi non rispondono in alcun modo a quella logica di democrazia diretta che ha costituito l’ispirazione ultima ed il senso del Movimento. Somigliano, piuttosto, ai meccanismi tradizionalmente utilizzati dai partiti politici, al loro «centralismo» e alla decisione “presa dall’alto”.” (Paolo Becchi, da sempre estimatore del M5s)

  29. Giuseppe Bonura ha scritto:

    Caro Giampiero Isidori ,ha rompere le scatole è fare arricchyire il casalercio e il grullo

  30. Arcuri Adriano ha scritto:

    Tu ai che hai capito tutto complimenti. Sveglio eh

  31. Daniele D'Emidio ha scritto:

    Se criticate il movimento siete feccia come i vostri padroni politici che vi inculano da 30 anni..
    QUINDI MERITATE DI MORIRE DI FAME!!!! È QUESTA LA VERITÀ.per natale vi auguro davvero di andare andare a FAREINCULO!!!! PIETOSI PORCI MANGIAPANEATRADIMENTO!!!,

  32. Arcuri Adriano ha scritto:

    Tu si che hai capito tutto infatti i ladri e i farabutti aumentano ogni giorno,avete la nebbia in testa.Giampiero Fiore credete ancora alla Tv e giornali di regime oppure sei un parassita di questo sistema.

  33. Arcuri Adriano ha scritto:

    Bella barzelletta dove l’hai letta in tv?

  34. Francesco Fabbricatore ha scritto:

    Non sono sereni nemmeno la notte di Natale. Relax U0001f486 Grullini il fegato non sopporta tanto stress!!!

  35. Roberto Del Monaco ha scritto:

    francesco Fabbricatore Grillo è la persona degne di stima, è l’unico democratico e non come quelle teste di cazzo di Renzi e di Berlusconi!!!

  36. Eugenio Belli ha scritto:

    il marchio m5s è di Grillo, il resto è fuffa.

  37. Boscolo Ottavina ha scritto:

    Ha rovinato tutto con il suo modo di imporsi

  38. Giusi Verde ha scritto:

    pensavo si dicesse pidioti…su, non facciamo troppo i creativi.

  39. Giusi Verde ha scritto:

    buon natale anche a te.

  40. Raffaele Zullo ha scritto:

    Ric0ttar0

  41. Raffaele Zullo ha scritto:

    Non volevo essere frainteso, per chiarezza, bipedi inutili e pericolosi per la Nazione, un cancro sociale, merda nazionale.
    Sempre perché è Natale

  42. Raffaele Zullo ha scritto:

    Ripeto stanno postando tutti i piddini trollisti idioti.
    Voglio essere buono è Natale, simpaticamente

  43. Oscar Barbi ha scritto:

    Non l’ha capito solo Francesco…mi sembra che lo abbiano capito in tanti…

  44. Oscar Barbi ha scritto:

    Arcuri…e cosa sta facendo il M5S per fermare i ladri e farabutti? La mala politica si combatte dall’interno e non urlando da fuori quando i fatti sono avvenuti..o forse Grullo ha paura che i suoi se fanno politica vera diventano come gli altri? La regione Romagna insegna…due consiglieri grullini …2 indacati per spese pazze.

  45. Matteo Shanty De Petrillo ha scritto:

    tu hai le idee molto confuse e da quello sche scrivi non ti informi moltissimo vero?

  46. Matteo Shanty De Petrillo ha scritto:

    quando vedremo un articolo sul movimento che parli di quello che hanno fatto invece degli scandali che le persone non riescono a digerire?

  47. Matteo Shanty De Petrillo ha scritto:

    o quello o un partito giovane e delicato sottoposto alle violente correnti del parlamento… ci vuole un po di fermezza perche smontare una cosa cosi delicata ci vuole poco

  48. Matteo Shanty De Petrillo ha scritto:

    angela, mi spieghi quale partito rispetta la democrazia oggi giorno?

  49. Matteo Shanty De Petrillo ha scritto:

    i partiti che comprano voti ringraziano 😉

  50. Francesco Fabbricatore ha scritto:

    Pieno di pentacretini il web!!!

  51. Egeo Damiano ha scritto:

    e chin sebneb frega.

  52. Francesco Fabbricatore ha scritto:

    Zullo chi Grillo quello dell’evasione fiscale!!! Grillo sta alla democrazia come Stalin sta alla libertà di espressione.

  53. Giovanna Contimago ha scritto:

    Una regolata se la deve fare perchè ha superato ogni limite di decenza…

  54. Giovanna Contimago ha scritto:

    Che si aspettavano da un commediante tutti quelli che (incoscientemente) l’hanno votato ???

  55. Luciano Salciccia ha scritto:

    io penso che nessuno debba essere espulso. Che partito o movimento è quello nel quale non si può discutere o non si può pensarla diversamente sulle decisioni da prendere. Se così dovesse essere non è necessario eleggere dei rappresentanti, basterebbe contare i voti ottenuti alle elezioni e gettarli sul piatto della bilancia ad ogni votazione parlamentare e i giochi sarebbero fatti. Sarebbe però una specie di consiglio di amministrazione e una ben misera democrazia. E in questo malaugurato caso chi deciderebbe? Il guru di turno, il padrone del partito, Grillo, i direttori? Si, proprio una ben misera democrazia.

Lascia un commento