•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 12 gennaio, 2015

articolo scritto da:

Quirinale, sondaggi e bookmakers: Prodi favorito

leader pd

Con oggi si apre la settimana delle dimissioni di Giorgio Napolitano. In realtà, nessuna sorpresa. Ormai da fine novembre si parla di mercoledì prossimo, data di chiusura del semestre italiano alla Presidenza Ue, come il punto di non ritorno del governo Renzi. E della politica italiana tutta. Si conclude infatti un novenato non previsto dalla Costituzione e si apre una fase nuova, tutta da scoprire. Il giochetto ormai stucchevole del toto-nomi per il Colle si è affievolito negli ultimi giorni a discapito delle doverose cronache parigine. Siamo sicuri però che il tutto riprenderà istantaneamente quando l’inchiostro smetterà di scorrere sul dibattito “guerre di religioni/scontro di civiltà”. Già stamane sono due le notizie da riportare: in primis, il Capo dello Stato ha fatto sapere tramite una nota ufficiale di aver ricevuto Matteo Renzi e Maria Elena Boschi per fare una “ricognizione” sulle riforme in campo (elettorale, costituzionale) e, in secundis, il risultato del sondaggio di Ixè per Agorà (Rai 3) secondo cui l’86% degli italiani ammette che Napolitano “fa bene” a lasciare il Colle in anticipo.

Se è vero che il toto-nomi è partito già da parecchio tempo, solo negli ultimi giorni però anche alcuni importanti quotidiani hanno deciso di tastare il polso dei propri lettori convocandoli alla votazione del sondaggio “Chi vorreste al Quirinale?”. Non certo per promuovere una riforma presidenzialista, ma semplicemente per capire se i nomi circolanti nelle stanze di palazzo ricalcano a grandi linee le volontà dei cittadini (tutti possono esprimersi). Prendiamo per esempio Il Fatto Quotidiano: a domenica, il più votato risultava essere Stefano Rodotà (11419 voti), seguivano Ferdinando Imposimato (5409) e Gustavo Zagrebelsky (3207).

stefano rodota critica le riforme proposte dal governo renzi

Completavano la top five Romano Prodi (2608) ed Emma Bonino (2214). Stessi nomi, ma con diversa gerarchia, nel sondaggio del Corriere della Sera. Qui, Emma Bonino la fa da padrone staccando tutti gli altri con il 26% dei votanti. Dietro Prodi e Rodotà (13 e 12%), poi Gino Strada (5%), l’amore platonico berlusconiano Gianni Letta (4,4%) e infine Mario Monti (4,2%). Queste le top five. Naturalmente spuntano anche nomi meno istituzionali come Fulvio Abbate, Milena Gabanelli, Dario Fo, Ilda Boccassini…

Intanto scaldano i motori anche i bookmakers. Secondo Paddy Power il favorito rimane Prodi quotato 8 volte la posta. Seguono Rodotà (9), D’Alema, Bonino e Veltroni (11) mentre per Giuliano Amato e Laura Boldrini, addirittura 17. Con le scommesse, si sa, è d’obbligo tentare anche soluzioni impervie. Per i più audaci si può scegliere Elena Cattaneo e Sabino Cassese (34 volte la posta), Piero Grasso (41), Raffaele Cantone (81) e, botto finale, Umberto Eco quotato a 100.

Nel gran trambusto non si muovono solo giornali, telecamere e sondaggisti. Anche nelle stanze dei bottoni la partita è iniziata da qualche settimana. E arrivano le prime smentite (tattica o realtà?). Franco Marini, impallinato dai franchi tiratori democratici nell’aprile di due anni fa dice all’agenzia Agi che per lui la “questione Quirinale si è chiusa con il fallimento del 2013”. Da pochi minuti, purtroppo, è arrivata anche la confessione choc di Emma Bonino che a Radio radicale ha dichiarato di “avere un tumore ai polmoni” per cui ha iniziato una “chemioterapia che durerà circa 6 mesi”. Questo non le impedirà di continuare il suo impegno politico ma le sue attività “dovranno essere organizzate in base alle esigenze mediche”. Dispiace collegare carriera politica e salute, ma per dovere di cronaca non possiamo esimerci dal costatare che, dopo questa dichiarazione, la sua candidatura non verrà probabilmente presa in considerazione.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

163 comments
Marcello Bianchini
Marcello Bianchini

Buongiorno Mila, possono poche persone ridare credibilità ad una nazione. Tra l'altro, Prodi, che stimo, è stato già stato sfiduciato dal suo partito.

Mila Sabelli
Mila Sabelli

Credo che darebbe credibilità internazionale all'Italia !!!

Franco Baldan
Franco Baldan

avrebbe tutte le credenziali di autorevolezza è autonomia politica ,riconosciuta a livello internazionale , ma non piace ,a berlusconi ? e renzi non so se lo farà arrabbiare ,., di solito se la prende solo con quelli del pd?

Reno Zed
Reno Zed

Ma perché? Cos'ha rubato? Dimmi

Claudio Cesare Picasso
Claudio Cesare Picasso

signor Lee, addirittura in galera??? ecco perchè da una parte mi piacerebbe vederlo al Quirinale....c'è troppa gente che lo odia...io adoro vedere esplodere il fegato a tutti quelli che odiano....l'odio è energia cge se ne va da chi odia.....!!!! dai, s'incazzi!!!!

Bruno Ripani
Bruno Ripani

noooo...mortadella noooo ... ci ha già rovinati !!!!

Cuoco Salvatore
Cuoco Salvatore

Le piaccia o no, basta leggere un banale manuale di Storia.

Reno Zed
Reno Zed

Hai delle prove per quello che sostieni o sei l'ennessimo che parla a vanvera?

Johnny Lee
Johnny Lee

Uno dei peggiori e più corrotti politici di sempre. Dovrebbe stare in galera.

Johnny Lee
Johnny Lee

Più corrotto di Prodi non c'è nessuno. Ha rovinato l'Italia. Schifoso.

Johnny Lee
Johnny Lee

Un grande ladro e criminale, a livello mondiale sì, ci ha rovinati.

Johnny Lee
Johnny Lee

Prodi dovrebbe essere in galera, è il peggiore di tutti

Rosa Fos
Rosa Fos

ma di chi sta parlando? doveva dire di quello nella foto.....

Landini Mario
Landini Mario

sarebbe l'unico ad avere tutte le carte in regola, conoscitore della politica Italiana e Mondiale, grande economista riconosciuto a livello internazionale, massima influenza sulle questioni Africane e Russe, sfido a trovarne un'altro alla sua altezza.

Marcello Bianchini
Marcello Bianchini

Non va bene, è onesto. Un popolo di evasori e corruttori deve avere un presidente che lo rappresenti, uno di loro.

Francesco Mordeglia
Francesco Mordeglia

Credo sarebbe un presidente troppo di minoranza e con una eccessiva opinione di sè.

Walter Desideri
Walter Desideri

Lo sfascia italia vuole finire l 'opera!!! É na vergogna!!

Alessandro Moretti
Alessandro Moretti

Vedere i grullini e i leghisti che vanno fuori di testa urlando come macachi in calore non ha prezzo Per tutto il resto c'è Prodi 😁😁😁😁 E comunque lo ritengo un ottimo candidato in generale

Paolo Longo
Paolo Longo

Una persona seria nella sua vita non partecipa a sedute spiritiche

Paolo Longo
Paolo Longo

Sta a vedere che adesso la sinistra va anche ringraziata!

Francesco Di Cera
Francesco Di Cera

Quello che disse:Grazie all'Euro lavoreremo un giorno in meno guadagnando come se lavorassimo un giorno in più..PROFETICO!!! Ma per favore basta con le solite facce

Francesco Pruneddu
Francesco Pruneddu

Sarebbe una vera sciagura almeno che quando ci sono problemi non faccia sedute spiritiche come per Aldo Moro.

Valerio Versari
Valerio Versari

Non mi piace neanche il calcio non mi piace nessun nome che avete citato ....Perciò litigate fra di voi . Non voglio essere complice di nessun delitto.

Reno Zed
Reno Zed

È stato decisamente uno dei migliori Presidenti che l'Italia abbia avuto, si merita il Quirinale!

Carlo Massarotto
Carlo Massarotto

falli a quelli che resteranno a farsi massacrare da questi ladri incapaci, ne avranno sicuramente più bisogno

Reno Zed
Reno Zed

Ma parlare di cose che conosci no? Sovranità monetaria...ma parla di calcio che è meglio.

Trackbacks

  1. […] giorno delle dimissioni di Napolitano si fa sempre più il nome di Veltroni che affianca quello di Prodi tra i più […]