•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 19 gennaio, 2015

articolo scritto da:

Landini: “La sinistra non c’è più in Italia. Cofferati può essere il nostro Tsipras”

maurizio landini

Maurizio Landini ha un nuovo schema politico in testa. E lo condivide con tutti i lettori, per mezzo di un’intervista al Corriere della Sera. Un nuovo polo di sinistra con a capo l’ex numero 1 della Cgil, Sergio Cofferati che ha lasciato da qualche giorno il Pd suscitando polemiche un acceso dibattito interno.

Landini è schietto: niente nuovi partiti, piuttosto “nuove forme di aggregazione, penso a tante persone che possono finalmente tornare a partecipare, organizzandosi nella forme che più ritengono opportune”. Fabrizio Roncone, giornalista del Corriere, punge sul tasto tanto caro ai cuori della sinistra e delle sue ultime esperienze: Tsipras. “Non so se è un modello esportabile”, afferma il numero 1 della Fiom. “Però so – continua Landini – che è estremamente interessante come certi meccanismi di elaborazione del cambiamento possano mettersi in moto proprio come si sono messi in moto in Grecia: in questo senso, naturalmente, un personaggio del carisma di Cofferati, con le sue grandi qualità etiche e morali, può certamente contribuire ad accelerare un percorso simile anche qui. Dove pure è necessario andare oltre l’idea di sinistra classica”. Invito declinato però dal diretto interessato: “Non sono uscito dal Pd per fondare un altro partito, nè per entrare in una nuova formazione politica – ha detto Cofferati a Radio Città Futura – mi limiterò a fare un’associazione culturale, nulla di più”.

cofferati elezioni regionali liguria

Landini esplica il nuovo corso della politica italiana: “qui il punto non è se adesso nascerà o meno una forza a sinistra del Partito democratico. Qui la scena è più grave. Qui dev’essere chiaro a tutti che il processo in atto, come testimonia in modo emblematico anche la vicenda Cofferati, è più profondo. La sinistra non c’è più in Italia. Il dato, purtroppo, è ufficiale e definitivo. Siamo innanzi a un passaggio di drammatica rottura nella storia politica e sindacale del Paese”.

Landini continua sulle primarie del Partito Democratico, la cui gestione poco trasparente ha portato alle dimissioni Cofferati: “il Pd s’era dotato delle primarie, immaginando, sperando che potessero essere uno strumento capace di determinare novità e partecipazione. Bene: dobbiamo prendere invece atto che è uno strumento che allontana i giovani e porta alle dimissioni persone come Sergio, che quel partito ha addirittura contribuito a fondarlo. E perché accade tutto ciò? Accade perché anche nelle primarie del Pd prevalgono lobby e logiche di potere, perché pur di vincere è lecito portare a votare i fascisti, perché diventa secondario che siano state riscontrate irregolarità”. Quindi passa alla Serracchiani, che aveva difeso la consultazione ligure: “alla fine ci tocca anche sentire la Serracchiani che dice: “Non si rimane solo se si vince”. Ma si vince cosa? Si vince come? E il rispetto delle regole? E l’onestà? Io sono mesi che parlò di onestà, che invoco onestà”.

Landini conclude attaccando ancora il partito di cui Renzi è segretario e leader. La gestione delle primarie, le azioni del Governo Renzi e la nuova filosofia organizzativa sono solo alcune delle debolezze dem, secondo il leader Fiom. Che afferma: al Nazareno “leggessero bene il sondaggio pubblicato dal Corriere: con il Pd che è in caduta libera e con il governo che non gode più di tanti consensi. Del resto, cancellano lo statuto dei lavoratori, varano provvedimenti in cui si depenalizza la frode e, di fatto, l’evasione fiscale. E poi tengono il Paese legato a quel misterioso patto del Nazareno, in cui sembra sia stato deciso addirittura il nome del prossimo Presidente della Repubblica. Gente così pensa davvero di poter dare lezioni di etica e morale a Cofferati?”

Daniele Errera


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

14 comments
Lysia Neri
Lysia Neri

Almeno in questo è stato intelligente!

Adriano Buoso
Adriano Buoso

Cofferati è stato un disastro, sia come sindacalista sia come amministratore pubblico!

Marco Biagetti
Marco Biagetti

Anche Spritzas italica non esce dal quadro euro. Sai meglio di me che è stato un progetto classista contro il lavoro (autonomo e dipendente) a favore del grande capitale. Sicché di cosa blaterano?

Marco Biagetti
Marco Biagetti

Anche spritzas italica non esce dal quadro euro. Sicché di cosa blaterano?

Filippo Minacapilli
Filippo Minacapilli

Landini....stai attento. Cofferati ha dato prova di come sa governare

Carlo Laccetti
Carlo Laccetti

No, mi basta mantenere il seggio al Parlamento Europeo dal quale non mi dimetterò mai perché è comodo, poco impegnativo e mi permette di avere tanto tempo libero per la famiglia e uno stipendio adeguato.