•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 21 gennaio, 2015

articolo scritto da:

Italicum, le reazioni politiche sul voto odierno Calderoli: “Certificata nuova maggioranza” Bersani: “Renzi ci rispetti o finisce qui”

italicum romani

Il dibattito politico si infiamma, dopo l’approvazione dell’emendamento Esposito che funge da “maxi-canguro”, spazzando via ben 35 mila dei 47 mila emendamenti presentati all’Italicum, la bozza di legge elettorale stilata dal premier Matteo Renzi con la collaborazione del leader di Forza Italia Silvio Berlusconi.

Immediata l’analisi politica del forzista Paolo Romani, che taglia corto: “Cambia il quadro politico italiano. Renzi non puó più fare a meno di noi”. E snocciola i dati: “La maggioranza non è più autosufficiente senza di noi: contro Gotor hanno votato solo 71 Pd su 108”. Il collega di partito Lucio Malan va oltre, pubblicato sul proprio profilo twitter la lista dei votanti sul primo emendamento Gotor.

Dopo l’Italicum: la maggioranza pronta a cambiare forma?

Forza Italia nella maggioranza? Renata Polverini, intervistata dal TG3, resta prudente: “Se al Senato i 29 dissidenti del Pd non voteranno le riforme sicuramente ci dovremmo interrogare su quello che potrebbe essere il nuovo scenario”. Ma spiega: “Non so se questo voglia dire in prospettiva un nostro eventuale ingresso in maggioranza, ma è certamente un tema sul quale lo stesso Renzi dovrà in quale modo porsi delle domande”.

Ma c’è chi in Forza Italia non ci sta. “Oggi 15 senatori eletti di Forza Italia si sono espressi con forza contro il suicidio organizzato di Fi e del centrodestra contenuto nel tristemente famoso emendamento Esposito”. A parlare è la senatrice forzista Cinzia Bonfrisco. Di chi le colpe? “Non imputiamo questa linea al presidente Berlusconi ma ad un gruppo dirigente”.

Arriva anche l’analisi anche del vicepresidente del Senato, il leghista Roberto Calderoli: “Matteo Renzi ha pochi motivi per stare sereno e soprattutto ne hanno pochi gli italiani perché oggi, con una truffa, non è stato approvato un emendamento alla legge elettorale, ma è stato approvato per legge il patto del Nazareno”. E aggiunge: “Con i 30 voti di esponenti del Pd contrari o non partecipanti al voto e con i 41 voti a favore di Forza Italia si è certificata la nascita di una nuova maggioranza di governo e il ritorno, a pieno titolo, al governo del Paese di Silvio Berlusconi, che usa Renzi come terminale delle volontà sue e di Verdini”.

Durissima la reazione del Movimento Cinque Stelle, tramite una nota del gruppo al Senato: “Oggi abbiamo avuto l’ennesima prova che questo è un Parlamento ricattato e piegato al volere del duo Berlusconi-Renzi. L’Aula del Senato ha approvato l’emendamento Esposito, di fatto un pizzino che contiene un referendum sul patto del Nazareno: ‘volete ubbidire, volete abbassare la testa?’. E l’Aula alla fine ha ceduto al ricatto, approvando un emendamento che in un colpo solo mette fine a una discussione già monca e toglie ogni possibilità di modificare questa legge elettorale”. E ancora: “Il Paese sappia che oggi nasce una nuova maggioranza, con Forza Italia che diventa indispensabile alla sopravvivenza del governo. Il Patto del Nazareno è ormai un partito politico, Silvio Berlusconi ne è il leader, di fatto riabilitato nonostante la condanna, e oggi governa nuovamente il Paese. È una pagina vergognosa, un colpo di mano che toglie ai cittadini la possibilità di avere una legge elettorale con le preferenze e di potersi scegliere i propri rappresentanti, come la Consulta ha invitato a fare”.

Promuove invece l’emendamento l’esponente di NCD Maurizio Sacconi: “Con il voto all’emendamento anti-ostruzionistico del senatore Esposito sono stati approvati i contenuti dell’accordo di maggioranza. Sono cambiati significativamente i termini della legge elettorale e poichè a questo punto la legge è fatta si deve avviare una riflessione politica sulle prospettive che si aprono con il premio di lista”. Spiega l’ex ministro: “Questo darà ragionevolmente luogo, come si è verificato in altri paesi quali la Francia, a processi non di fusione ma di raggruppamento tra forze omogenee”.

L’ira della minoranza Pd

Ma segnali di guerra arrivano dal fronte dei dissidenti Pd. L’ex segretario, Pier Luigi Bersani, ha riunito 140 deputati e senatori della minoranza. E insorge contro l’epiteto rivolto da Esposito alla fronda interna: “Dare del parassita a Corsini, Gotor, Mucchetti, è pericoloso. E’ gente per bene che non chiede niente e va trattata con rispetto. Se viene meno il rispetto è finita”. E paventa il rischio di una frattura insanabile: “Renzi sa benissimo che sulla legge elettorale c’era una possibile mediazione e non ha voluto mediare. Ora spetta a lui dire se si deve partire dall’unità del Pd”.

Italicum, i numeri del voto odierno

Come si evince dal tweet di Malan, sono 26 i dissidenti che hanno votato a favore dell’emendamento Gotor. Astenuta invece Josefa Idem, mentre gli altri due dissidenti – Felice Casson e Rosaria Capacchione – non hanno partecipato al voto. Dieci i forzisti a favore – tra cui spicca Augusto Minzolini – 8 gli esponenti di GaL. A favore anche la Lega, contrari invece i Popolari per l’Italia. Sono invece 175 i “sì” con cui è passato l’emendamento Esposito, a fronte di 110 “no” – di cui 22 dem – e 2 astenuti.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

62 comments
Arturo Pasquinelli
Arturo Pasquinelli

Bersani ormai sono mesi che non e' attendibile. E' un capitano senza truppe, i suoi giovani turchi sono ormai tutti alla corte di Renzi x paura di perdere il posto, quelli più vecchi ormai non se li fila più nessuno.

Aldo Boni
Aldo Boni

ma quando se ne vanno?????????????????????????? e quando...........

Gigi Cazzetta
Gigi Cazzetta

quello che voleva silvio è compiuto. ve lo dicevo da anni ma non ci credevate. i risultati sono questi qua. A questo punto che sciogliessero le camere e si ricandidassero con un nuovo partito: ti piace Forza Renzi come nome?

Mario la Rosa
Mario la Rosa

...... vedo che molti che si dicono di sinistra non sanno nemmeno cosa sia il centralismo democratico, creato da Lenin....................

Giuseppe Donato
Giuseppe Donato

Da persone eunuche è davvero impossibile aspettarsi prese di posizione come se fossero persone con gli attributi gonfi

Franco Frank
Franco Frank

Basta non votare più una sinistra che sa solo litigare

Vincenzo de Leonardis
Vincenzo de Leonardis

Certo che sono d' accordo, chi non è d' accordo vada per la sua strada, vale sia per Bersani che per Renzi. Se una coppia non va d' accordo si separa è inutile tirarla per le lunghe.

Patrizia Baldi
Patrizia Baldi

Delle minacce di andarsene ne son stati e ne son pieni i notiziari ma poi non lo fanno mai, perché?

Bruno Barbieri
Bruno Barbieri

Chi ha votato PD nel 2013 ha votato un programma che prevedeva una legge elettorale dove i cittadini sceglievano, ma Renzi sta facendo il contrario, come per l'eliminazione delle Province. Tutti i nodi verranno al pettine.

Sandro Di Spigna
Sandro Di Spigna

... hai finito di smacchiare il "leopardo"... bene ... ora ne ha due da smacchiare !!!

Franco Baldan
Franco Baldan

RENZI non ha cambiato il paese ,gli unici che pagano sono i lavoratori e pensionati .... per gli speculatori finanziari ,corrotti e corruttori ed evasori ,anzi ha fatto un miracolo ha riesumato politicamente ,il condannato per frode fiscale ... però ha cambiato la cultura polica e morale del pd , cambiato maggioranza con il patto del nazareno , ( per fortuna che dopo esplodere di casi di corruzione aveva detto dobbiamo seguire l'esempio di BERLINGUER ??? almeno un pò di coerenza ma non è più di moda??)

Goffredo Cervellini
Goffredo Cervellini

grande favore al pd,comanderanno a vita con italicum,il pd rimane se non si divide,RENZI POREBBE SPARIRE,certol da considerare cambiale da pagare con inciuccio del patto del nazzareno ed accordi con il malavitoso

Alessandra Bollini
Alessandra Bollini

quanti voti prendete con solo renzi ?????tutti quelli di forza italia ah ah ah ah

Artemisia Gentileschi
Artemisia Gentileschi

Ho capito. Ma nemmeno che la minoranza debba essere come portata alla cayenna

Artemisia Gentileschi
Artemisia Gentileschi

Sì che sono d'accordo. Non maledirò mai abbastanza grillo per essersi messo di traverso a Bersani

Riccardo Demaria
Riccardo Demaria

Nuova maggioranza ? Per favore. E' il patto del Nazzareno che ha fatto il suo dovere sulle regole, non sul governo. E sono state sonoramente battute le minoranze interne a PD e Forza Italia. Avanti cosi'.

Bruno Dezi
Bruno Dezi

ormai certi politici sembrano quei malati che un tempo alle prese la prima volta con le supposte le succhiavano

Romano Fedi
Romano Fedi

Caro Bersani prima si rispetta le decisioni prese a maggioranza poi si chiede rispetto queste sono le regole altrimenti si diventa pagliaccetti da teatro. Questo dimostra perche non potrete mai aspirare a governare una nazione.

Mimmo Ristori
Mimmo Ristori

Intanto rispettate la disciplina di partito e le primarie!

Antonio Congiu
Antonio Congiu

Lorella e Ylenia, voi avete uno stomaco di ferro, visto che riuscite a digerire il delinquente nazionale ed il suo socio bancarottiere; i quali col rignanese fanno una triade perfetta: quando in famiglia si ha già un bancarottiere, ci si abitua all'idea che tutto sia normale. Ora il Partito della Nazione, tanto auspicato dal Renzie e per il quale lui si è battuto inventando carognate a carico di chi non gli lecca qualcosa, è finalmente pronto al varo. Un bel partito:zeppo di ladroni , di servettti leccaculo e di fascisti di terzo livello. La Liguria ha fatto capire fino a che punto arrivino la malafede e la corruzione, quando un renzista decide di vincere. Il solito "stai sereno...." che ti pugnalo alle spalle, è il viatico per il BUON GOVERNO RENZISTA

Antonio Piarulli
Antonio Piarulli

Renzi e Berlusconi,con la connivenza di alcuni potentati e alcuni somari,hanno asfaltato la democrazia ,in Italia.

Daniel Rueda Hernandez
Daniel Rueda Hernandez

Vai Bersani , sei grande !!!! hai la corda, hai il sapone, cosa ti costa a dare una pedata alla sedia, !! continua cosi !!!!

Marco Carbone
Marco Carbone

Ci diano che cosa hanno fatto nella MPS o la finiamo qui.

Tonino Iraci
Tonino Iraci

Bersani, sei come Civati, Fassina, Cuperlo, coniglio e vigliacco!

Gian Pietro Ragaglia
Gian Pietro Ragaglia

Sono d'accordo; prendo atto leggendo la tabella del Corriere di oggi che il Governo ha una nuova maggioranza risultando indispensabili i voti di F.I..

Marco Corvi
Marco Corvi

Invece di continuare ad abbaiare facciano qualcosa per essere credibili

Giovanni Perilli
Giovanni Perilli

Bersani è stato un signore come sempre, ha fatto un'apertura di credito come molti di noi, anche avendo tantissimi dubbi. Non credo che volesse che fallisse, anzi il contrario, ama questo paese ed il nostro partito. Anche Bersani in passato ha fatto degli errori, troppo soft in alcuni momenti, e forse troppo sicuro di vincere. Adesso le cose stanno diversamente. Renzi ha avuto il tempo per dimostrare di che pasta è fatto, ma non per quello che è riuscito a fare, o a non fare: non è facile rimettere in sesto l'Italia, ma come lo sta facendo, ed il patto del Nazareno è stata la cosa più scellerata e contraddittoria, quasi una sfida, per uno che guida un partito come il PD che ha le sue radici nella sinistra storica. Non si esce dal PD, il PD è troppo importante per la nostra democrazia. Anche io ho pensato che forse la soluzione è uscirne, andarci giù duro, forse Renzi se lo è anche meritato o cercato: ma è la soluzione? Certo che nel PD c'è di tutto. Io criticavo il M5s per la sua trasversalità, da sx a dx, provenienze opposte: abbiamo fatto la stessa fine.

Ivana Properzi
Ivana Properzi

Vada a quel paese Bersani ed i suoi portaborse !!!!

Domi Erre
Domi Erre

Ma lui ha la maggiornza nel partito e nel Paese...caso mai è il Bersy&C, che dovrebbero cambiare ditta...

Raul Davolio
Raul Davolio

...lei e' disposta ad andare a vedere?....

Agata Belviso
Agata Belviso

Raul,ma lei ha capito che ci pigliano per il culo?

Gerry Preziosi
Gerry Preziosi

Noi abbiamo capito tutto di quello che si sta consumando nn siamo degli stupidi come può sembrare a gente come lei.

Gerry Preziosi
Gerry Preziosi

Si ma non con i voti di un partito di opposizione e comunque con accordo di un pregiudicato

Raul Davolio
Raul Davolio

....perché?, la legge elettorale si fa a maggioranza di governo?....

Raul Davolio
Raul Davolio

...non avete capito che se entro marzo non si fa qualche riforma l'ue ci prende per le palle?.... Non avete capito che ci stanno aspettando al varco e questa pausa ce l'hanno consentita solo perché Renzi offre qualche straccio di garanzia in proposito?... Non avete capito che la prospettiva di questo scenario attuale è la versione ingigantita del caos greco?....

Gerry Preziosi
Gerry Preziosi

Finitela qui subito, con il voto di oggi non c'è più una maggioranza, Renzie vada a dimettersi subito