•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 23 gennaio, 2015

articolo scritto da:

Pegida non fa breccia in Norvegia

pegida

L’omologo norvegese del movimento anti-Islam tedesco Pegida è un totale insuccesso. È ancora forte, dalle parti di Oslo, il ricordo della strage condotta dall’estremista cristiano Breivik.

Pegida norvegese

Lo scorso lunedì era stata prevista una manifestazione del movimento Pegida a Dresda. La dimostrazione dei “patrioti” all’ultimo minuto è stata bloccata dalla polizia tedesca: un possibile attacco da parte dell’Isis, da “minaccia astratta”, si era trasformato in “minaccia concreta”. Lutz Bachmann, ormai ex leader del movimento, in quell’occasione tuonò: “non ci faremo portare via il nostro diritto di espressione”. Secondo la polizia federale era proprio Bachmann l’obiettivo dei jihadisti.

In solidarietà a Pegida si espresse Max Hermansen, leader dell’omologo movimento norvegese, “la cancellazione della manifestazione riguarda tutti noi” aveva dichiarato convocando una dimostrazione a Oslo, alla quale hanno poi partecipato 190 persone. “Sarò felice quando raggiungeremo i 250 partecipanti, ma spero arriveremo a 400, siamo pronti a scendere in strada ogni lunedì” dichiarò proprio Hermansen, a margine della marcia, aggiungendo che “ci sono persone entusiaste che vogliono fare quello che facciamo noi nelle loro città, ci stiamo organizzando anche a Bergen, Trondheim, Stavanger, Kristiansand, Tønsberg e Lillehammer”.

pegida norvegia

La reazione dei norvegesi

All’ultima manifestazione di Pegida a Oslo, però, c’erano solo 70 persone. I contro-manifestanti erano, invece, più del doppio. Lo slogan più ricorrente: “nessun supporto a quelli che pregano per Breivik”.

Anders Behring Breivik, terrorista “cristiano” responsabile delle stragi del 22 luglio 2011 (77 vittime), sta scontando 21 anni di reclusione (l’ordinamento norvegese non prevede la pena dell’ergastolo) prorogabili per un numero indefinito di volte di altri 5, qualora ritenuto socialmente pericoloso alla fine della detenzione.

È durata poco la fortuna del movimento di Hermansen. Lo stesso leader, adesso, si trova in una situazione difficile. Il centro di formazione presso il quale lavorava come insegnante lo ha licenziato. “Le posizioni di Hermansen sull’Islam non sono compatibili con i valori del nostro ufficio” hanno dichiarato dal centro. Hermansen si è mostrato sorpreso della decisione ma, allo stesso tempo, ha assicurato che le manifestazioni contro l’islamizzazione dell’Occidente non si fermeranno.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

1 comments
GustavoGesualdo
GustavoGesualdo

@TermometroPol 70 persone al freddo lo chiamate un insuccesso? in primavera dovrete ritirare questa opinione che non è libera informazione

Trackbacks

  1. […] anti-Islam, sommersa da contro-manifestazione | euronews, mondo In Norvegia un movimento simile Pegida non fa breccia in Norvegia – non ha avuto successo. I Norvegesi hanno preferito l'opposizione accanto agli islamici. Bisogna […]