•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 11 febbraio, 2015

articolo scritto da:

Belgio: terrorismo islamico alla sbarra

È terminato il più grande processo contro un gruppo jihadista della storia del Belgio. I leader e diversi membri di Sharia4Belgium erano accusati di aver formato un’organizzazione terroristica.

Il processo

Questa mattina la corte penale di Anversa ha definito la formazione Sharia4Belgium un “gruppo terroristico salafita”; il suo leader Fouad Belkacem è stato condannato a 12 anni di carcere, stabilite pene detentive, non inferiori ai 3 anni di reclusione, per tutti e 46 gli imputati.

La corte belga ha anche ordinato l’arresto di 37 altri imputati presumibilmente ancora in Siria; secondo la difesa, alcuni di essi potrebbero essere morti. I giudici hanno sottolineato che è già capitato che dei terroristi simulino la propria morte per sfuggire alle condanne.

Il processo è cominciato il 29 settembre: l’ipotesi dell’accusa era che Sharia4Belgium fornisse aiuto logistico a chi volesse partecipare alla “guerra santa” in Siria. Tra di loro anche Remy Nemmouchè – ha ucciso 4 persone al museo ebraico di Bruxelles nel Maggio scorso – il killer solitario che fece aprire gli occhi all’Occidente sul “terrorismo di ritorno”.

belgio belkacem

I “pentiti” dell’Isis

Jejoen Bontinck, condannato a 40 mesi di carcere, ha fornito il maggiore contributo all’esito del processo. A 20 anni si era recato a combattere in Siria, una volta confidato ai propri compagni di voler far ritorno a casa, venne imprigionato e torturato ad Aleppo.

In quel periodo conobbe il giornalista americano James Foley, il primo occidentale ad essere decapitato e filmato dall’Isis, e John Cantlie, inglese rapito in Siria nel 2012 diventato il “reporter dello Stato Islamico”. Bontinck venne incaricato di contattare le famiglie dei due ostaggi occidentali per negoziarne il rilascio a seguito del pagamento di un oneroso riscatto.

Come lui, altri elementi del gruppo hanno scelto di collaborare, molti spinti dal pentimento davanti a quello che hanno visto in Siria. Un’occasione più unica che rara di conoscere dall’interno lo Stato Islamico quella che hanno avuto i giudici di Anversa perché, come scriveva Daniele Raineri su Il Foglio qualche mese fa, “le deposizioni dei pentiti potrebbero diventare più rare, perché da qualche mese abbandonare lo Stato islamico è diventato più difficile di prima”, ora più di prima “il gruppo stesso punisce i disertori con violenza definitiva e ci sono storie su ex volontari che vorrebbero tornare a casa ma non possono perché temono di essere uccisi”.

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Come si chiamerà il gruppo degli scissionisti Pd?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle Voluttà

#efamolostoflavio

#efamolostoflavio

Pubblicità

articolo scritto da: