•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 1 maggio, 2014

articolo scritto da:

Pa, Ministro Marianna Madia dalla parte dei precari

marianna madia

Parola al ministro della pubblica amministrazione Marianna Madia. Ieri il Governo ha annunciato che la riforma della pubblica amministrazione sarà approvata entro il 13 Giugno.Marianna Madia spiega di aver “riscontrato anche di persona” la volontà degli statali di partecipare al ricambio generazionale.

Il ministro Marianna Madia, in un’intervista a Repubblica, afferma: “Quando sono andata in ospedale per partorire mia figlia, parlando con le infermiere ho visto che il problema c’è e la disponibilità pure. Molte di loro sarebbero disposte ad andarsene un pò prima per lasciare il posto alle loro figlie che fanno lo stesso lavoro, ma da precarie”.

Madia, poco più che trentenne, aggiunge: “Non conosco nessuno della mia età che lavori nella pubblica amministrazione e possa godere di diritti un tempo riconosciuti. E questo perchè manca un sano canale di accesso: abbiamo vincitori di concorso a spasso e 300 mila precari. Sono sicura che anche la generazione dei loro genitori sia convinta che, senza traumi, sia ora di cambiare”.

madia pubblica amministrazione

Il ministro Madia si sofferma sui costi della staffetta generazionale: “Una parte sarà a costo zero, e mi riferisco all’abrogazione di trattenuta in servizio. Questa misura libererà fino a 15mila posti in più. Poi ci sarà l’esonero, la possibilità di andarsene prima: ma sia chiaro non stiamo parlando di scivoli o baby pensionati, si tratterà di anticipi di sei mesi al massimo. Infine, se serviranno, ci saranno prepensionamenti in deroga alla Fornero“.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

4 comments
Franco Gulino
Franco Gulino

Mori Guido, ma le sentenze le sai leggere? o ti accontenti di topolino. Vatti a leggere la sentenza pronunciata dalla Corte di Cassazione, n. 8878/14 il 4 aprile 2014, cioè 15 giorni fa, va , va, ma di corsa però!

Mori Guido
Mori Guido

Ma te queste bischerate chi te le racconta il sito di casaleggio ?

Federico Sirch
Federico Sirch

Il Parlamento e Napolitano sono anti costituzionali. La Cassazione dà ragione al M5S sull'incostituzionalità del Parlamento dopo la sentenza n.1/2014 ammazza Porcellum della Consulta, allo stesso tempo ci dà ragione sull'obbligo costituzionale, disatteso da Napolitano, di sciogliere le Camere in tempi brevi. In sostanza la Suprema Corte, nella sentenza promossa contro il Porcellum e dalla stessa rimandata alla Consulta, sostiene il concetto più volte ribadito dal M5S che se le Camere sono state elette con una legge incostituzionale, allora esse devono essere rimosse e sostituite. E ciò perché il principio di continuità degli organi costituzionali può consentire una dilazione dei tempi dello scioglimento per consentire alle Camere, per esempio, di modificare proprio la legge elettorale; non consente però di portarle avanti fino alla fine naturale della legislatura. Il titolare, però, del potere di effettuare tale valutazione è il Capo dello Stato. Scalfaro avrebbe sicuramente sciolto, Napolitano da monarca qual è, è del tutto insensibile su questo tema. L'Italia deve tornare ad essere un Paese democratico, dove la sovranità appartiene al popolo. Napolitano, ormai garante solo della casta, se ne deve andare subito a casa, non prima di aver sciolto le Camere." Danilo Toninelli, cittadino portavoce M5S alla Camera

Trackbacks

  1. […] pin unico, dirigenti licenziabiliCorriere della SeraIl Secolo XIX -L’Unione Sarda -Termometro Politicotutte le notizie […]