•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 23 marzo, 2015

articolo scritto da:

Totoministro: dimissioni Lupi rafforzano PD? Renzi vuole una figura politica, NCD trema

renzi che sorride

Le dimissioni di Maurizio Lupi – ovviamente impensabili sino ad un secondo prima dello scoppio dell’inchiesta sugli appalti – aprono un nuovo scenario all’interno della maggioranza di governo, i cui equilibri potrebbero essere rimessi in discussione. E così, dopo le prime voci che parlavano di un Matteo Renzi intenzionato a sostituire il responsabile dimissionario del dicastero delle Infrastrutture con una personalità di rilievo ma di carattere prettamente tecnico, ora si apre la possibilità di uno scenario completamente diverso. Che potrebbe far storcere il naso ad Angelino Alfano e ai suoi, già parecchio nervosi negli ultimi giorni.

Raffaele Cantone. Era il suo l’identikit principale, diffuso nelle ore immediatamente successive alle dimissioni di Lupi, per la successione al dicastero dei Trasporti. Il nome di Cantone, d’altronde, avrebbe incontrato il pieno appoggio del premier, lo stesso che lo ha voluto alla guida dell’Autorità Anticorruzione dopo il deflagrare dello scandalo Expo dello scorso anno. Ma a rifiutare pare esser stato proprio il magistrato, non intenzionato a ricoprire così alti incarichi politici

renzi pd totoministro

Totoministro: con l’uscita di Lupi il PD si rafforza?

Una cosa pare certa: il reincarico sarà abbastanza celere. Matteo Renzi ha spiegato di non voler tenere l’interim a lungo, anche e soprattutto per non creare intoppi ad un’azione di governo che il segretario del PD vuole che proceda spedita. Tuttavia, l’occasione potrebbe essere succulenta per dare un’ulteriore spallata agli equilibri di governo, ribadendo una volta di più l’enorme preponderanza del PD a seguito dello storico 40% delle Europee e del successo nelle ultime elezioni regionali.

Nei primi giorni della settimana Renzi avrà diversi incontri in programma sul tema, primo su tutti quello odierno con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in cui il premier riceverà l’interim per le Infrastrutture. Dopo l’incontro con il nuovo Capo dello Stato si potrà capire qualcosa in più a proposito della successione. E mentre sfumano via i primi nomi “politici” che circolavano – come per esempio Gaetano Quagliariello, che avrebbe contribuito a mantenere invariati gli equilibri di governo – se ne affacciano altri. Come per esempio il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio.

Ciò che resta più importante però, come ribadito da Renzi, è stilare l’agenda dei compiti del dicastero, punto ancor più importante del vero e proprio identikit del successore di Lupi. Ma dinanzi ad un nome come quello di Delrio, la tensione con NCD – già in fibrillazione dopo la partita del Quirinale ed ulteriormente danneggiata dal caso Lupipotrebbe raggiungere livelli di guardia.

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

3 Commenti

  1. Carlo Massarotto ha scritto:

    A me piacerebbe di più che si parlasse del successore di Renzi, anzi che lo si fosse già trovato.

  2. Giampiero Censorii ha scritto:

    …mi auguro che sia un non ricattabile… giusto per non perdere tempo..

  3. Giancarlo De Luca ha scritto:

    Di cosa si deve rafforzare un governo che si vede presentare le dimissioni di un ministro perché i sui più stretti colkaboratori sono stati arrestati per truffa,

Lascia un commento