•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 23 marzo, 2015

articolo scritto da:

Sondaggio Emg per Tg La7: passo indietro per il PD, cresce l’astensionismo (23/03)

sondaggio emg

Presentato nel corso del Tg La7 di lunedì 23 marzo condotto da Enrico Mentana il settimanale sondaggio Emg sulle intenzioni di voto ai partiti e la fiducia nei leader politici.

Rispetto alla precedente rilevazione la variazione più significativa, anche se limitata a poco più di mezzo punto, riguarda il Partito Democratico, il quale arretra questa settimana al 37% risentendo probabilmente delle polemiche fra Matteo Renzi e la minoranza interna. Pressoché invariato il dato del Movimento 5 Stelle, ora al 20,3%, così come è minima la variazione positiva della Lega Nord che raggiunge comunque un significativo 15,3%.

Le divisioni fanno male anche a Forza Italia, animata nel fine settimana da due diverse convention del partito, l’una tenuta dai “lealisti” alla leadership berlusconiana e l’altra da Raffaele Fitto, e che arretra ancora fino all’11,4%. Infine, cresce leggermente il dato relativo a Fratelli d’Italia, che raggiunge il 4,8%, mentre sono stabili SEL al 4,1% e anche NCD-UDC al 3%, nonostante il caso Lupi.

Complessivamente per il sondaggio Emg la distanza fra l’area di centrosinistra (42,4%) e la (ex?) coalizione di centrodestra (34,5%) si restringe così di quasi un punto percentuale.

Le conseguenze più importanti della scorsa settimana politica sembrano riversarsi nel dato relativo all’astensionismo: coloro che oggi dichiarano di non essere intenzionati a recarsi ai seggi passano dal 41,9% al 43,5%. Diminuiscono allo stesso tempo in maniera significativa gli indecisi, pari al 17,8%. Nel complesso, secondo il sondaggio Emg di questa settimana il 63,2% dell’elettorato non indica un’intenzione di voto per un partito.

sondaggio emgsondaggio emgsondaggio emg

Per concludere con i dati riguardanti la fiducia nei leader politici, il sondaggio Emg evidenzia come Sergio Mattarella sia stabile in testa con il 50%, mentre sono dati in calo di circa un punto percentuale rispetto alla precedente rilevazione il premier Matteo Renzi (32%), Silvio Berlusconi (15%) e il leader di SEL Nichi Vendola (10%). Invariato il dato di tutti gli altri fra cui Matteo Salvini, che con il 21% di fiducia continua ad occupare in questa speciale classifica il terzo gradino del “podio”.

sondaggio emg

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

9 Commenti

  1. fedquattrocchi ha scritto:

    TermometroPol PiazzapulitaLA7 chi fa progetto non puo’ esser chi e’ poi impresa che realizza altrimenti costi opera 5 volte + in #italia

  2. Americo As Roma Scaccia ha scritto:

    Vorrei vedere che cresce l’astensione

  3. Guido Zaccaro ha scritto:

    L’astensione? ..per una semplice regola aritmetica un 50/100 di non votanti ..porta un P.D dal 24/100 ..al 41/100…ecco il trionfo di Renzi…

  4. Beppe Roca ha scritto:

    Strano il pd in calo, dopo gli arresti di stamattina mi aspettavo un +1

  5. Alessandro Stifanelli ha scritto:

    In questo scenario politico fa bene Sel e Vendola!

  6. Lello Petrone ha scritto:

    Per il PD ci sarà il problema di trovare nuovi candidati. Le carceri ormai traboccano di sindaci piddini corrotti

  7. Stefania Pellerucci ha scritto:

    Guardate che il centrosinistra non e ‘ solo PD! Ma che cacchio scrivete!!!

  8. Antonio Polese ha scritto:

    nn ho mai mkreduto ai sondaggi,mi kiedo ma come si danno il 42% di preferenzie al pd è possibile? ecco xkè non ci kredo…

  9. Mimmo Ristori ha scritto:

    Quando i sondaggi non condividono le nostre idee normalmente non sono veritieri….!

Lascia un commento