•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 24 marzo, 2015

articolo scritto da:

Greta e Vanessa smentiscono: “Non vogliamo tornare in Siria”

“Nessuna intenzione di tornare in Siria”: lo dichiara all’Ansa, Greta Ramelli, una delle due volontarie italiane rapite e liberate in Siria, a proposito di “quanto pubblicato dagli organi di stampa e rimbalzato sul web e sui sociali network”. “Mi corre l’obbligo di ribadire, come dissi appena tornata, che non ho alcuna intenzione di tornare in Siria e ho invece intenzione di intensificare le mie attività di volontariato in Italia”.

Anche il padre di Vanessa smentisce l’intenzione della figlia di ripartire Anche il padre di Vanessa, Salvatore Marzullo smentisce: “Tornare in Siria? Vanessa non ha mai detto una cosa del genere. Mia figlia non ha rilasciato interviste e non ha mai detto che vuole tornare in Siria” ha detto a La Zanzara su Radio 24. L’importante puntualizzazione arriva in seguito alla notizia circolata ieri secondo cui le due cooperanti vorrebbero tornare in Siria. Notizia che si era attirata gli strali del leader della Lega Nord Matteo Salvini.

La Farnesina agli italiani: “Non andare in Siria”

Sul caso è intervenuta anche la Farnesina con una nota: in merito alle polemiche in corso seguite alle dichiarazioni odierne attribuite a Vanessa Marzullo, l’Unità di Crisi della Farnesina ricorda che “sin dall’inizio della crisi ha ripetutamente invitato i connazionali a lasciare la Siria, Paese considerato da non visitare e dove elevatissimo è il rischio di rapimenti, attentati e violenze. Analoghe indicazioni sono rivolte anche alle Organizzazioni non governative che intendano inviare loro operatori nel Paese per missioni umanitarie o di qualsiasi tipo”, precisa la nota.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

61 Commenti

  1. Paola De Sario ha scritto:

    Stiano a casa loro per favore!

  2. Alessandro Vittore Cortina ha scritto:

    Chi è stato a dare la notizia? Ermes Maiolica o il Lercio?

  3. Rosa Fos ha scritto:

    cambiato idea ,bene,forse sono ancora un po’ confuse….

  4. David Bianchi ha scritto:

    La stampa italiana ormai e’ ridotta a un cumulo di macerie.

  5. Angelina Di Gregorio ha scritto:

    Queste sono due teste calde e necessitano di quattro ceffoni ben assestati!

  6. Roberto Benvenuto ha scritto:

    chissene frega

  7. Stefano Bianco ha scritto:

    Altra pagine vergognosa della macchina del fango contro queste due ragazze

  8. Eugenio Policriti ha scritto:

    giocano col fuoco io ce li manderei ma andata senza ritorno stanno giocando il gatto col sorcio

  9. ItalianPolitics ha scritto:

    RobbieGalante: Ciò detto, ci auguriamo che sia come annunciato e come riferisci… Diversamente, sarebbe da incacchiarsi alquanto

  10. RobbieGalante ha scritto:

    ItalianPolitics Mi sfugge sempre il perché diversi incazzare. A meno di voler cercare sempre la malafede ovunque.

  11. ItalianPolitics ha scritto:

    RobbieGalante: Converrai che c’è stato chi si è industriato per farle tornare a casa (e ha rischiato un po’ la pelle), soldi o no…

  12. RobbieGalante ha scritto:

    ItalianPolitics E, perdonatemi, non dovevamo fare tutto il possibile per farle tornare?

  13. ItalianPolitics ha scritto:

    RobbieGalante: Una volta, non tutte le volte che si vuole…

  14. RobbieGalante ha scritto:

    ItalianPolitics curiosa teoria: pensa ad applicarla in generale…

  15. ItalianPolitics ha scritto:

    RobbieGalante: Ok, se desideri che la Marzullo riparta, assicurati che non vada in Vicino Oriente, ok? Certe amicizie non son ancora chiare

  16. RobbieGalante ha scritto:

    ItalianPolitics Non desidero nulla, ricordo solo la libertà individuale delle persone. Che magari per qualcuno è cosa desueta.

  17. enzocarnazza ha scritto:

    RobbieGalante ItalianPolitics Si è liberi anche di fare il fuori pista in montagna. Poi arriva il 118 (a spese nostre).

  18. enzocarnazza ha scritto:

    E che vuoi che sia, ItalianPolitics? Soldi, vite… Tutto dovuto! RobbieGalante

  19. ItalianPolitics ha scritto:

    enzocarnazza: Forse siamo noi che sbagliamo tutto, perfino a non riconoscere la libertà personale. RobbieGalante

  20. enzocarnazza ha scritto:

    Ovvio, ItalianPolitics: Libertà reaganiana (faccio cosa cavolo mi pare) combinata con assistenza dalla culla alla tomba. RobbieGalante

  21. RobbieGalante ha scritto:

    enzocarnazza Certamente. Dovremmo impedirlo fisicamente? ItalianPolitics

  22. RobbieGalante ha scritto:

    enzocarnazza Alcuni diritti ti accompagnano dalla culla alla tomba. Anche negli Stati non reaganiani 🙂 ItalianPolitics

  23. enzocarnazza ha scritto:

    RobbieGalante ItalianPolitics Altri diritti invece no. Anche negli Stati del porco comodo. :)))

  24. enzocarnazza ha scritto:

    RobbieGalante ItalianPolitics No, certo! Ma il mio dovere è solo uno: avvertirli che rischiano di morire. Punto.

  25. RobbieGalante ha scritto:

    enzocarnazza Ah beh, certo. E prendertene cura dopo se si fanno male o hanno problemi. ItalianPolitics

  26. enzocarnazza ha scritto:

    RobbieGalante ItalianPolitics Sai che si sta pensando (giustamente) di addebitare loro i costi delle operazioni di salvataggio. 🙂

  27. RobbieGalante ha scritto:

    enzocarnazza Per i salvataggi in montagna già si fa. Per le cure mediche no. O dovremmo pure quelle? ItalianPolitics

  28. enzocarnazza ha scritto:

    RobbieGalante ItalianPolitics Andare a salvare (montagna o Siria) per la seconda o terza volta un temerario non è una cura medica. 🙂

  29. flaneurotic ha scritto:

    enzocarnazza RobbieGalante ItalianPolitics quindi dopo il secondo infarto lasciamo morire i crapuloni?

  30. RobbieGalante ha scritto:

    enzocarnazza Ma è comunque un atto dovuto. Non è che alla seconda volta ti lasciano penzolare da una parete 😉 ItalianPolitics

  31. enzocarnazza ha scritto:

    RobbieGalante ItalianPolitics A pagamento. Non gratis. 🙂

  32. enzocarnazza ha scritto:

    flaneurotic RobbieGalante ItalianPolitics un tantino diverso.

  33. flaneurotic ha scritto:

    enzocarnazza RobbieGalante ItalianPolitics non se ne fai una questione di costi.

  34. RobbieGalante ha scritto:

    enzocarnazza servirebbe anche spiegare perché il servizio alpino è a pagamento però, altrimenti l’esempio non calza 😉 ItalianPolitics

  35. enzocarnazza ha scritto:

    RobbieGalante ItalianPolitics Si spiega con l’irresponsabilità di chi mette a rischio non solo propria vita, ma anche quella altrui. :)))

  36. enzocarnazza ha scritto:

    flaneurotic RobbieGalante ItalianPolitics Il costo è l’unico deterrente per far capire che non devi impunemente rischiare le vite altrui.

  37. flaneurotic ha scritto:

    enzocarnazza RobbieGalante ItalianPolitics nemmeno la pena di morte è un deterrente per gli omicidi

  38. flaneurotic ha scritto:

    enzocarnazza RobbieGalante ItalianPolitics poi capisco quel che vuoi dire, Enzo. Son cresciuto in montagna…

  39. RobbieGalante ha scritto:

    enzocarnazza No. Problemi di fondi, di abusi nelle richieste, di carenza di mezzi. Senza dimenticare che non tutti pagano ItalianPolitics

  40. flaneurotic ha scritto:

    enzocarnazza RobbieGalante ItalianPolitics ma nel caso delle cooperanti (sulle quali sospendo il giudizio) non seguo la feccia di Libero

  41. enzocarnazza ha scritto:

    flaneurotic RobbieGalante ItalianPolitics Neanch’io. Libero strumentalizza, ma ciò non toglie che esista un problema oggettivo.

  42. flaneurotic ha scritto:

    enzocarnazza RobbieGalante ItalianPolitics può darsi ma non mi sembra materialmente prioritario. Lo è per chi strumentalizza.

  43. enzocarnazza ha scritto:

    RobbieGalante ItalianPolitics No. Esiste in primis un problema morale. Non si mette a rischio la vita degli altri.

  44. Il_Vitruviano ha scritto:

    flaneurotic enzocarnazza RobbieGalante ItalianPolitics se parti con ONG non riconosciuta non è solo questione di costi ma di pol estera

  45. flaneurotic ha scritto:

    Il_Vitruviano enzocarnazza RobbieGalante ItalianPolitics altra questione, non così rilevante, imho.

  46. Il_Vitruviano ha scritto:

    flaneurotic ti sembrerebbe altrettanto irrilevante se l’ONG e le Marzulle aiutassero l’ISIS? enzocarnazza RobbieGalante ItalianPolitics

  47. flaneurotic ha scritto:

    RobbieGalante enzocarnazza che io sappia, i recuperi da situazioni di emergenza a cui segua un ricovero sono gratuiti, almeno in Veneto

  48. flaneurotic ha scritto:

    Il_Vitruviano enzocarnazza RobbieGalante ho già detto che su di loro sospendo il giudizio, si facevano delle considerazioni generali.

  49. Il_Vitruviano ha scritto:

    flaneurotic quello delle ONG non controllate E’ un problema generale enzocarnazza RobbieGalante

  50. flaneurotic ha scritto:

    Il_Vitruviano enzocarnazza RobbieGalante ripeto: ora non mi interessava discutere di questo, ma dell’opportunità dei soccorsi. #decoccio

  51. RobbieGalante ha scritto:

    enzocarnazza Ma resta l’obbligo del soccorso, pure se mette a rischio la vita di altri (che la rischiano per lavoro) ItalianPolitics

  52. RobbieGalante ha scritto:

    flaneurotic È una direttiva della Lombardia. Per alcuni interventi ci sarà un ticket da pagare, devono definire le tariffe. enzocarnazza

  53. flaneurotic ha scritto:

    RobbieGalante enzocarnazza il ticket c’è anche qui da qualche anno, so però che in vari casi c’è l’esenzione…

  54. flaneurotic ha scritto:

    RobbieGalante enzocarnazza qui mi pare sia 90 euri/min per i voli – giustissimo nel caso dello scialpinista ‘piantato’ ma non in pericolo

  55. RobbieGalante ha scritto:

    flaneurotic Si, dipenderà da tipo di intervento e soprattutto dalle condizioni di chi viene salvato. Sarebbe teso a evitare enzocarnazza

  56. RobbieGalante ha scritto:

    flaneurotic Che si chiami il soccorso per interventi non necessari che occupano mezzi e uomini per nulla. enzocarnazza

  57. enzocarnazza ha scritto:

    RobbieGalante ItalianPolitics Questo certo. Ma comportamenti irresponsabili vanno sanzionati.

  58. enzocarnazza ha scritto:

    flaneurotic Il_Vitruviano RobbieGalante A me invece interessa discutere rapporto libertà/responsabilità. 🙂 #decoccio

  59. RobbieGalante ha scritto:

    enzocarnazza È come valuti l’irresponsabilità di chi parte per aiutare in una Ong? ItalianPolitics

  60. Mimmo Ristori ha scritto:

    Per me possono andare a vaff….!

Lascia un commento